monica-boggioni

Monica Boggioni tuona anche su Lodi, tre Record Mondiali ai Campionati Italiani estivi!

Manifestazione spettacolare che ha regalato interessanti spunti in ottica dei Mondiali del Messico che esaltano il Presidente Valori, “Stiamo assistendo ad un vero e proprio ricambio fisiologico, ma non per questo i vecchi campioni posso tirare i remi in barca”

La tre giorni di gare di Lodi per la 40esima edizione dei Campionati Italiani Assoluti Paralimpici è stata a dir poco spettacolare e questo non era affatto scontato dopo il recente impegno del Meeting Internazionale di Berlino che ha visto coinvolti parecchi atleti italiani e in concomitanza con un periodo di carico di lavoro molto intenso per i potenziali Azzurri in preparazione per i Mondiali World Para Swimming di Città del Messico, ma invece sono arrivati tre Record del Mondo, un Record Europeo, 27 Record Italiani Assoluti e 24 Record Italiani di Categoria!

A dirigere l’orchestra è stata ancora Monica Boggioni (foto di copertina) che ha piazzato i tre primati mondiali realizzati, tuonando ancora sul ranking mondiale in attesa di far esplodere la tempesta a Città del Messico. Oltre a migliorare il Record del Mondo dei 200 stile da lei stessa detenuto con 3’02”84 fatto proprio a Berlino nella scorsa settimana, fermando il crono a 2’57″95 diventando la prima italiana della sua classe di disabilità a rompere il muro dei tre minuti sulla distanza e realizzando inoltre la migliore prestazione assoluta dei Campionati con i conseguenti 1.148,86 punti, l’atleta classe S4 tesserata per la AICS Pavia Nuoto e allenata da Gui Soffientini e Barbara Bellingieri si è finalmente presa ufficialmente anche il Record del Mondo dei 50 stile libero.

La Boggioni ha infatti migliorando per ben due volte il primato nuotando in 39″04 in batteria e 38″66 in finale, un brutto colpo per la messicana Nely Miranda Herrera che deteneva il primato con 39”52 della scorsa stagione e che sarà la stella di casa ai prossimi mondiali.

Oltre ai lampi della Boggioni sono arrivate diverse altre prestazioni succulente, a partire dalla spettacolare Finale Open dei 100 stile libero femminile che ha visto vincere Carlotta Gilli con 58″88, migliorando il 59″37 delle batterie con il quale l’atleta S13 della Rari Nantes Torino aveva già infranto il Record Italiano di 1’02″16 detenuto da Alessia Berra dalla finale dei Giochi di Rio, siglando la seconda prestazione mondiale dell’anno!

alessia-scortechiniAlle sua spalle in finale Alessia Scortechini (nella foto a destra) che ha migliorato il Record Italiano classe S10 da lei stessa detenuto con 1’02″51 registrato due mesi fa ai Campionati Società di Lignano, nuotando in 1’02″07, quarto crono mondiale dell’anno.
L’atleta del Circolo Canottieri Aniene ha migliorato anche il Record Italiano dei 50 stile libero portandolo dal suo recente 29″08 a 28″68, sesto crono mondiale dell’anno, ma si è superata in particolar modo nei 100 farfalla in cui ha limato ancora il Record Europeo nuotato la scorsa settimana a Berlino in 1’07”31, fermando il crono a 1’07″14 con il quale scala anche il ranking mondiale stagionale salendo dal quarto al secondo posto.

Sempre nei 100 farfalla va sottolineata la prestazione di Alessia Berra, classe S13 della Polha Varese, che ha segnato 1’07″47, a soli otto centesimi dal crono nuotato nella finale dei Giochi Paralimpici di Rio.

carlotta-gilliTornando invece a Carlotta Gilli (nella foto a destra), il luccichio lo ha fatto scendere sulla vasca di Lodi anche nei 400 stile libero, nuotato in 4’34″09 con il quale ha abbattuto il Record Italiano di Alessia Berra con 4’44″52 fatto a Rio segnando la terza performance mondiale dell’anno e nei 100 rana, nuotando in 1’19″89 con il quale si è presa il Record Italiano di Alessia Berra con 1’25″52 del 2015 e la sesta prestazione mondiale dell’anno.

I 100 rana hanno visto in grande spolvero anche Martina Rabbolini, classe SB11 della Non Vedenti Milano che ha migliorato il suo vecchio Record Italiano fatto la scorsa stagione ai Campionati Italiani estivi con 1’37″29, fermando il crono a 1’36″34 nella Finale Open che le è valso l’argento.

efrem-morelliA fare la voce grossa in campo maschile nell’evento organizzato dalla Federazione Italiana Nuoto Paralimpico insieme alla Delegazione Regione Lombardia e con la collaborazione di UNITALSI Lombardia, è stato invece Efrem Morelli che ha dato ancora una lezione di nuoto nei suoi 50 rana chiusi in 48″24 con il quale ha realizzato la migliore prestazione maschile dei Campionati totalizzando 1.0020,94 punti, fermandosi tra l’altro a 36 centesimi dal crono da Record Europeo classe SB03 nuotato la settimana scorsa a Berlino. Un biglietto da visita sempre più corposo per l’atleta della Pol. Bresciana No Frontiere che ha dimostrato una eccellente forma fisica anche nei 150 misti nuotati in 2’41″20, a poco più di mezzo secondo dal suo Record Italiano nuotato un anno fa.

Tra i maschi è da segnalare anche Francesco Bocciardo, S6 del G.S Fiamme Oro / Nuotatori Genovesi, con il buon 5’03″06 nei 400 stile libero (986,34 punti) e 1’09″54 nei 100 stile libero, Francesco Bettella, S1 del G.S Fiamme Oro / ASPEA Padova, con 2’34″88 nei 100 dorso (965,26 punti) e Riccardo Menciotti, S10 del Circolo Canottieri Aniene, con 1’02″22 nei 100 dorso (971,23 punti), a 18 centesimi dal crono nuotato la scorsa settimana a Berlino che gli è valso il Record Italiano.

antonio-fantinBuoni, anzi in alcuni casi ottimi anche i segnali arrivati dalla categoria giovanile che sarà impegnata agli European Paralympics Youth Games in programma a Genova dal 9 al 15 ottobre, che ha visto protagonista assoluto Antonio Fantin (nella foto a destra), neo classe  S6 dopo la riclassificazione fatta la scorsa settimana a Berlino, che ha regalato un 100 stile libero da 1’09″70 che potrebbe aprirgli porte anche più grandi della nazionale giovanile! Oltre a prendersi il Record Italiano di Categoria, l’atleta della ASPEA Padova ha siglato anche la quinta prestazione mondiale dell’anno, confermandosi in grande spolvero anche nei 50 stile libero nuotati in 32″26 che gli sono valsi un altro Record Italiano ,ma stavolta Assoluto, con il quale ha migliorato il 32″72 di Bocciardo del 2015.

“Ero in parte preoccupato dopo il ritorno dell’impegnativa Rio de Janeiro per studiare il miglior modo per recuperare gli atleti in vista della nuova stagione e invece mi sono ritrovato grandi campioni grazie al lavoro fatto dai tecnici – ha dichiarato il Presidente della FINP Roberto Valori – Stiamo assistendo ad un vero e proprio ricambio fisiologico, ma non per questo i vecchi campioni posso tirare i remi in barca. Arrivano prestazioni interessanti sia dai vecchi che dai nuovi”

roberto-valori“Sul ritardo di preparazione di alcuni big non bisogna preoccuparsi – prosegue Roberto Valori – Penso sia normalissimo vederli in leggero ritardo di preparazione dopo l’impegno dei Giochi di Rio che li ha prosciugati anche mentalmente. Non bisogna comunque cantar vittoria per le nuove leve che abbiamo scoperto da poco perché potrebbero arrivare nuovi atleti forti anche da altre nazioni”

“Se le classificazioni a Città del Messico prima del Mondiale sono giuste? – risponde Valori – Diciamo che le aspettative di un atleta dovrebbero essere chiare a distanza ravvicinata da un Mondiale, per dare anche possibilità agli stessi atleti di farsi una ragione della propria classe e giocarsi il Mondiale con gli avversari che già si avere. Cambiare le regole del gioco mentre si mischiano le carte non mi sembra una cosa correttissima ma per il momento è così. Noi andremo in Messico sicuramente carichi e con un bel numero di atleti, sicuramente superiore a quello che avevamo preventivato e sono curioso di quello che faranno i nuovi, così come sono curioso di vedere cosa faranno i vecchi”

Clicca qui per i risultati completi

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Swim4Life – All rights reserved

Paco Clienti

Paco Clienti
Responsabile Redazione Swim4Life Magazine

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>