1_dotto_2

L’Italia è un sogno fatto d’acqua! I Mondiali si chiudono con l’Argento di Dotto e l’Oro della Pallanuoto! Mondiali agli USA di Lochte. Miracolo di Sun che infrange il record dei 1500 SL!

L’Italia è un sogno fatto d’acqua!
I Mondiali si chiudono con l’Argento di Dotto e l’Oro della Pallanuoto! Mondiali agli USA di Lochte.
Miracolo di Sun che infrange dopo 10 anni il Record del Mondo dei 1500 SL!

1_dotto_2L’epilogo di questi Mondiali cinesi dice chiaramente che la nostra nazionale è una squadra da sogno! Venerdì un incredibile Luca Dotto aveva centrato la finale dei 50 Stile Libero con il tempo di 21”97, valevole per il 4° posto di accesso alla finale insieme agli altri campioni della velocità pura. Le premesse facevano sognare per un podio azzurro, forse inaspettato anche per lo stesso Dotto. A volte succede che i sogni si materializzano se si inseguono con assiduità ed è quello che è successo sabato quando quel sogno si è realizzato al tocco della piastra di un Luca Dotto fuori dal comune! Partenza fulminea di tutti gli 8 finalisti con il brasiliano Cielo che inizia a staccare il gruppo di poco negli ultimi 10 metri. La cuffietta di Dotto spunta negli ultimi due metri e la zampata è vincente, vale un argento, conquistato in 21”90, a soli 8 centesimi dal Record Italiano di Marco Orsi fatto con il costumone! Dotto

2_dotto_4incredulo è davanti ad Alain Bernard e a soli 4 decimi dal confermato campione del mondo Cielo con tanti altri campioni fuori dal podio! E’ un’impresa indescrivibile così come è indescrivibile l’emozione, tanto che il ragazzo veneto non riesce nemmeno ad esprimersi davanti alle telecamere dei giornalisti italiani!
Evidentemente sabato era una giornata propizia per l’Italia, nella quale sognare era lecito e provare a realizzare il sogno era qualcosa di possibile!
A poche ore di distanza dall’esultanza dell’Argento di Luca Dotto, si gioca la finale di Pallanuoto del Settebello che sfida in una partita bellissima la Serbia, nella quale fino alla fine restiamo con il fiato sospeso. Un urlo di gioia spezza la tensione al fischio finale e lo spettacolo che si manifesta davanti al pubblico vede la nostra nazionale festeggiare con tutti in acqua, la vittoria dei Mondiali di Shanghai! Il Settebello sognava un podio ma vincere i Mondiali era davvero un sogno che però si è materializzato!

2_dotto_argento3_podio_50_SLCon le imprese di Dotto e del Settebello della Pallanuoto, arriviamo a quota 9 medaglie e ci piazziamo con onore al 5° posto, davanti a Gran Bretagna, Australia e Francia. È stato un Mondiale bellissimo a dispetto dei pochissimi Record infranti, solo due in tutto il Mondiale del nuoto, che ha regalato emozioni e sorprese. Gli USA fanno il salto proprio all’ultima giornata, scavalcando i padroni di casa della Cina in testa alla classifica del Medagliere, portando a casa ben 32 medaglie di cui 17 sono d’Oro!

La Cina però può vantare di aver avuto il rappresentante che cercava in questi Mondiali grazie all’impresa storica di Yang Sun che spezza il Record del Mondo dei 1500 Stile Libero dopo ben 10 anni, fissando il nuovo limite a 14’34”14 che cancella il nome dell’Australiano Hackett che aveva fatto l’impresa in occasione di un altro Mondiale Orientale, quello di Fukuoka 2001! Altro particolare del caso è che l’allenatore del Cinese è lo stesso che allenava l’Australiano ai tempi del record…

4_palla5_pallanuoto_2L’ultima giornata di Nuoto è utile allo statunitense Lochte per prendersi un altro Oro, quello dei 400 Misti che vince in 4’07”13, confermandosi protagonista assoluto di questi Mondiali con 4 Ori individuali su 4 gare. Domina su tutti ed inarrestabile stacca gli avversari con scioltezza e disinvoltura dimostrando di avere la caratura del vero campione!

La staffetta 4×100 Misti uomini chiude i mondiali regalando ancora spettacolo al pubblico: il Giappone parte fortissimo e tiene la testa della finale davanti a Germania e USA. Al cambio dei 200 metri sale in cattedra l’Australia che mette momentaneamente fuori podio gli USA che scendono al 4° posto. Al cambio dei 300 metri gli USA risalgono e si riportano davanti all’Australia con il Giappone che guida sempre la finale davanti alla Germania. Gli ultimi 100 metri sono però fatali: per gli USA entra in acqua Adrian che come un fulmine già ai primi 50 metri della sua frazione, brucia gli avversari risalendo la cima e portandosi davanti dopo un bel testa a testa con l’australiano Magnussen. Gli USA chiudono in 3’32”06; crolla il Giappone davanti alla delusione dei suoi tifosi, perde posizioni e scivola al 4° posto con 3’32”89, dietro all’Australia, 3’32”26 e la Germania, 3’32”60!

È un finale incandescente che segna la fine di un Mondiale scintillante!

Noi italiani torniamo a casa consapevoli di essere ormai tra le stelle del nuoto mondiale!

Ecco il medagliere finale:

PelleScozzolimedagliere

Per i risultati completi dei Mondiali di Shanghai 2011 clicca qui! 

Clicca qui per il sito ufficiale dei Mondiali di Shanghai 2011!

Paco Clienti

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights