Pellegrini_in_crisi

Euro Italia stupefacente! Crolla con la Pellegrini ma ci rialziamo con Scozzoli. Domani ci giochiamo le ultime medaglie nell’ultimo giorno degli Europei di Stettino 2011.

Euro Italia stupefacente! Crolla con la Pellegrini ma ci rialziamo con Scozzoli.
Domani ci giochiamo le ultime medaglie nell’ultimo giorno degli Europei di Stettino 2011.

Pellegrini_in_crisidi Paco Clienti.
La terza giornata di Europei è ricca di sorprese, positive e negative per i nostri azzurri.
La più rilevante è di sicuro la debacle della Fede nazionale. La Pellegrini arranca nei 400 stile libero nella quale è campionessa incontrastata in vasca lunga dopo i successi dei mondiali di Roma e Shanghai, apparendo terribilmente stanca e demotivata, condizione che non le permette di salire a podio! Una gara stentata nella quale cerca di risalire ai 250 metri, provando a recuperare il terreno perduto, ma ormai è tardi, non ce la fa più, non ha la solita forza da leonessa e cade, cedendo anche il 3° posto, soffiato dalla spagnola Costa Schmid nelle ultime bracciate! Con il tempo di 4’00”46 si classifica 4^, fuori dal podio che guarda da lontano e sul quale sale sul gradino più alto ancora la Belmonte (nella foto a in basso a destra) con il crono di 3’56”39, magnifica conferma per il nuoto spagnolo. La danese Friis è 2^ con 3’58”02 davanti alla Costa Schmid che conquista un bronzo inaspettato. Ultima la De Memme con 4’07”65.

BelmonteÈ una grossa delusione la sconfitta di Federica Pellegrini, assolutamente inaspettato che potesse andare fuori dal podio. Visibilmente non pronta per affrontare le alte competizioni, forse avverte lo smarrimento di chi non ha un allenatore.

Scozzoli_1È tripudio invece nella finale dei 50 rana, nella quale Fabio Scozzoli (nelle foto a sinistra e in basso a destra) sale in cattedra e conquista un favoloso oro che conferma le potenzialità mostrate dal giovane ranista azzurro negli ultimi anni, sempre alla ribalta e tra i protagonisti dei grandi appuntamenti internazionali. Scozzoli abbatte il muretto toccando la piastra a 26”25, 1 decimo circa dal suo migliore in corta con il quale ai campionati Italiani Assoluti estivi di Ostia ha fissato ad agosto l’attuale record europeo. Assolutamente il più veloce di tutti, anche alla reazione alla partenza, staccando per primo dal blocco. Argento per Dugonjic in 26”34 e sorprendentemente negativo il bronzo per il campione del mondo in lunga, il norvegese Dale Oen con 26”49. scozzoli_3Tanto di cappello a Scozzoli quindi che con il duro lavoro è riuscito a portarsi in vetta all’Europa con questa esaltante vittoria! Ottavo posto per Mattia Pesce con 26”85.

Luca Dotto (nella foto sotto a sinistra) migliora leggermente il suo crono nei 100 stile libero, il migliore assoluto in semifinale, scendendo a 46”89, ma non basta ad afferrare l’oro nella finale, vinta dal russo Fesikov che con il crono di 46”56 la fa franca in corsia laterale. Bronzo per l’ungherese Takacs e 5° posto per l’atro italiano Rolla con 47”62.

Buona gara della giovane promessa Barbieri che arriva 5^ nella finale dei 50 dorso con 27”09.

dottoCadiamo nella finale della 4×50 misti dove le donne azzurre non vanno oltre il 5° posto. È la Barbieri che apre la staffetta con la sua frazione a dorso nuotata in 27”15. Cambio con la Fissneider che risale la batteria di una posizione con la sua frazione a rana in 31”23. Da quel momento in poi non riusciamo ad avanzare oltre il 5° posto, nonostante la buona prova della Bianchi a delfino in 26.31 e della Ferraioli a stile libero in 24”31. Vincono le danesi in 1’46”48, davanti a Russia, 1’47”08 e Polonia, 1’48”70.

Fuori dalla finale dei 100 misti Federico Turrini che segna il 14° tempo.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

È la tedesca Michalak che conquista il titolo di Campione d’Europa dei 100 misti con il crono di 59”05. Argento per la Jakabos alla quale non basta migliorare leggermente il suo tempo di qualificazione che era stato il migliore assoluto e con 59”72 si piazza comunque davanti alla danese Nielsen, 1’00”10. Quinto posto per la Letrari, 1’00”23 e ottavo per la Buratto, 1’00”86.

Si esaltano i padroni di casa che vedono piovere ancora oro conquistato dai loro beniamini. Laszlo Cseh vince i 200 farfalla con 1’50”87, davanti al russo Skvortsov, 1’51”21 ed il britannico Roebuck, 1’51”62, finale non raggiunta da Nicco Beni che aveva segnato il 17° tempo alle qualificazioni.

Peccato per Rocco Potenza che pur facendo una gran gara e confermandosi tra le promesse del fondo italiano, non va oltre il 4° posto nei 1500 stile libero mancando il podio per 1” circa, gara vinta dal polacco Sawrymowicz.

Grande attesa per domani, ultimo giorno di Europei, nel quale avremo diverse finali da giocarci. Ai 100 farfalla prenderà parte Ilaria Bianchi, qualificata con il 6° tempo utile per la finale alla quale non parteciperà la Polieri che segna il 13° tempo. I 100 rana vedranno impegnate Chiara Boggiatto, qualificata con il 6° tempo e Lisa Fissneider, qualificata con l’ultimo tempo. I 100 dorso troveranno tra i finalisti Mirco Di Tora con l’8° tempo e Matteo Milli con il 9°. Pippo Magnini si giocherà tutto nei 200 stile libero per i quali punterà ovviamente a centrare la finale e un podio. Dubbio Pellegrini invece per la partecipazione ai 200 stile libero.
Vedremo un insolito Scozzoli partecipare ai 200 rana, distanza per lui nuova, nella quale gareggerà insieme a Mattia Pesce. Ultima possibilità per conquistare una medaglia per la Polieri che si batterà nei 400 misti ed attesa anche per Facchinelli nei 50 farfalla.

Gli Europei si chiuderanno con le staffette della 4×50 stile libero, per la quale tutti ci auguriamo di rivivere le belle emozioni regalate dagli azzurri un anno fa, agli Europei di Eindhoven.

3Nella foto a destra di Giorgio Scala/WateringPhoto, le medaglie di Stettino.


Ecco dove poter seguire tutte le gare, attraverso il canale streaming LEN

Clicca qui per seguire le gare trasmesse invece da Rai Sport 

Clicca qui per i risultati ufficiali

Clicca qui per il sito ufficiale di Stettino 2011

Clicca qui per il programma gare dettagliato

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine