p011_1_04

Il Nuoto Master del sud Italia ritorna protagonista con il trofeo siciliano S. Agata! Dopo nord e centro Italia che hanno aperto il nuovo anno, si riparte anche al sud.

Il Nuoto Master del sud Italia ritorna protagonista con il trofeo siciliano S. Agata!
Dopo nord e centro Italia che hanno aperto il nuovo anno, si riparte anche al sud.

p011_1_04di Paco Clienti.
Superata la prima metà di gennaio che vede un calendario Super Master proporre esclusivamente gare in zona nord e centro della penisola italica, arriva finalmente l’occasione per ritornare in acqua anche per il sud e soprattutto le isole! Oltre al 2° trofeo di Buonconvento che si svolgerà nell’omonima provincia di Siena il 21 e 22 gennaio, ci saranno infatti il 2° Trofeo Shardana e Abba di Cagliari e l’appuntamento siciliano del Trofeo S. Agata che da 8 edizioni ormai si ripete nella splendida ed affascinante Catania, grazie all’organizzazione dello Sporting Club Catania, con la collaborazione di Marco Mattia Conti e la grinta del Presidente della società, Davide Arena.
Il rinomato complesso comunale “Piscine Olimpioniche di Nesima” di Catania, garantisce un impianto imponente con vasca da 50 metri e 8 corsie, con annessa vasca da tuffi, una rarità  per le piscine italiane, che sarà messa a disposizione per il riscaldamento degli atleti durante la manifestazione. Infine, le spaziose tribune riservate ad atleti e pubblico, offrono la possibilità di seguire l’evento con vista direttamente sulla vasca a circa 1.700 persone!

piscinanesimaLa giornata inizierà alle ore 9.00 con la sessione di riscaldamento atleti che con originalità sarà disposta in due fasi, la prima, dalle 9.00 alle 9.25, riservata alle Società della Sicilia Orientale e la seconda, dalle 9.25 alle 10.00, riservata alle Società della Sicilia Occidentale, questo per agevolare coloro che arrivano da sedi distanti da Catania, appunto la parte Occidentale dell’estesa Sicilia.

Ma come ricorda la prima edizione del trofeo uno dei maggiori collaboratori alla realizzazione dell’evento?
Sicuramente con grande emozione e trepidazione prima di partire, – risponde Marco Conti – con grande gioia al termine per le continue manifestazioni di apprezzamento da parte di tutte le Società intervenute.

Cos’è cambiato nel mondo master in tutti questi anni?
Negli ultimi anni poco. Rispetto a venti anni fa, quando iniziai io, sono cambiati il numero e la qualità delle prestazioni tecniche, ma non lo spirito che anima il movimento che a mio avviso, per fortuna, rimane profondamente dilettantistico e di evasione.

Che significa per voi il mondo del nuoto master?

Per noi organizzatori è la fortunata possibilità di continuare a propagandare uno sport meraviglioso come il nuoto anche in età non agonistica, nel senso anche ‘latino’ del termine, cioè di maestri del settore, utili esempi per le giovani generazioni.

vascaE cosa fareste per migliorarlo, laddove ci sia secondo voi il bisogno di rendervi parte attiva in tal senso?

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Per noi sembra già tutto al massimo, l’organizzazione, sia centrale che periferica, è straordinaria, basta come sempre affrontare le cose in maniera professionale ed imparziale. Escluderci dalla classifica finale tanto per fare un esempio, è un dovere fortemente sentito e fare in modo che tutti stiano bene e si trovino a loro agio, è un ‘must’ imprescindibile e assolutamente da ricercare.

Parliamo ora nello specifico dell’evento trofeo S. Agata. Come si riesce ad organizzarlo sempre con la voglia di fare bene così come nella prima edizione?

La squadra organizzativa è rimasta sempre la stessa fin dalla prima edizione ed ognuno ricopre e assolve un compito ben preciso. Ci si riunisce più volte ad un mese prima l’evento e dopo ci si incontra ancora per fare un bilancio tecnico cercando di evitare gli eventuali inconvenienti incorsi per l’anno successivo.

Oggi il Trofeo S. Agata è diventato ormai un appuntamento “classico” della scena master siciliana. Come siete riusciti secondo voi a realizzare questa conseguenza?
Noi, purtroppo per colpa sia della crisi che della localizzazione specifica del Trofeo, non riceviamo molte iscrizioni extra-regionali, ma per fortuna il Movimento Master in Sicilia è molto sentito e frequentato, in particolare nella parte Occidentale dell’Isola.

DSCN1818Quali sono quindi le motivazioni che portano sempre la stessa squadra ad organizzare da ben 8 edizioni e che vi ha dato successo negli anni?
Sempre lo stesso! Lo spirito Master e la volontà di portare su Catania una Manifestazione, legata alla Festività della Patrona S. Agata, con forte connotazione Nazionale e da quest’anno anche Internazionale, evitando sterili provincialismi, ma sentendoci intimamente ‘open’, cioè aperti al Mondo.

Da quest’anno internazionale ed open…stiamo parlando di novità per l’ottava edizione di quest’anno?
Esatto! L’ufficialità da parte della FIN dell’Internazionalità del trofeo e l’apertura ad iscrizioni che da quest’anno perverranno da Svezia, Russia, Lettonia e Lussemburgo, è sicuramente la novità più importante. Inoltre, i premi son sempre più ricchi, con orologi di grande marche offerti dalle migliori gioiellerie catanesi, oltre ad un premio speciale alla memoria di Ezio Felici, recentemente scomparso in giovane età per una malattia incurabile, messo in palio da questa edizione.

Parliamo nel dettaglio dei premi a questo punto. Che valore hanno e quale significato portano gli altri premi speciali messi in palio quest’anno? 
Il premio “Memorial Gigi Pili”, destinato alla miglior prestazione tabellare nei 200 stile libero, è stato dedicato a Gigi Pili che negli anni ’80 fu il promotore del movimento master siciliano. Da Segretario di una storica Società catanese, si adoperò per la diffusione del Movimento Master, portandolo ai massimi traguardi.
Inoltre abbiamo ritenuto giusto premiare  la meno o il meno giovane del trofeo, visto che in Sicilia, terra di M85 ed M90, questi atleti sono testimonial dell’intero settore.
Infine, abbiamo pensato di riservare un premio alla squadra più lontana visto che la Sicilia è lontana da tutti e per tutti e chi ci onora della sua presenza, merita un giusto riconoscimento!

Una mentalità come questa che dimostra grinta e determinazione, non può che riscontrare un sempre maggiore successo di anno in anno, con la conseguenza di rendere un’occasione importante di vivere un evento particolare a chi ama il nuoto!

L’entusiasmo che si può notare nelle foto sotto allegate, relative all’ultimo Trofeo vinto dalla Waterpolo Palermo, lo dimostrano chiaramente.
Il 200 stile libero, la gara più sentita del trofeo, per la quale è stato messo in palio il premio speciale “memorial Gigi Pili”, è stato consegnato anche nella scorsa edizione da un testimonial d’eccellenza, il campione in carica tra gli assoluti dei 200 stile libero, Gianluca Maglia, che presenzia al trofeo da due edizioni.

                      DSCN1922  DSCN1891

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares