sansonettisultrampolino

Super Sansonetti in gara! A 93 anni è un miracolo sportivo vivente.

Super Sansonetti in gara!
A 93 anni è un miracolo sportivo vivente.

sansonettisultrampolinodi Paco Clienti.
È fatta, Ugo Sansonetti ha compiuto una specie di miracolo sportivo! Il romano classe 1919 di cui abbiamo parlato nel nostro articolo di venerdì (clicca qui per leggerlo), ha gareggiato per la disciplina dei Tuffi, superando il grave infortunio subito a febbraio con la rottura del femore che aveva compromesso la sua presenza a Riccione!
Dieci record mondiali di Atletica Leggera e tra le sue varie imprese di una vita gloriosa, è stato anche ambasciatore della Coca Cola ed ha partecipato al progetto “SpaceLand” nel 2005, dove si testava l’assenza di gravità, all’età di 86 anni! 
Al suo arrivo a Riccione, presso lo Stadio del Nuoto, tutto si è fermato, solo per lui!
Ugo Sansonetti (nella foto a destra) ha realizzato il punteggio finale di 118,50 punti, dopo ben 4 tuffi eseguiti dal trampolino di 1 metro!

“Non smettere mai!” È il motto di Sansonetti che nel corso della sua carriera ha raccolto 10 record mondiali in pista con l’atletica leggera (200, 400 e 800 metri), prima di lanciarsi nel mondo dei Tuffi!
AliciaCarretero013Non solo sport nella vita di questo incredibile uomo! Dieci figli, 25 nipoti e cinque pronipoti,  certificano la vitalità di una persona che non si è mai fermata davanti a nessuna difficoltà, arrivando a tuffarsi per una competizione mondiale alla tenera età di 93 anni!
Un vero esempio e simbolo dello sport, del Master e della vita in generale!

Intanto, secondo giorno di gare per Alicia Carretero (nella foto a destra) e seconda medaglia per l’italospagnola della Polisportiva Comunale Riccione che dal trampolino da tre metri ha conquistato un argento con 255.60 punti dietro la russa Natalya Krasniuk (270.95). Una gara in cui le due sono state sempre vicine nei punteggi. Alicia ha però sbagliato l’ultimo tuffo e lì la russa, che è stata perfetta, accumulando il vantaggio di soli 15 punti. “La mia avversaria ha gareggiato molto bene – è stato il commento a caldo della Carretero – ed è allenata da un autentico mito dei tuffi come Dimitri Sautin, presente a bordo vasca. Io non sono stata brava quanto lei e forse i giudici, sapendo che sono una ex professionista, hanno valutato i miei tuffi con punteggi un po’ troppo severi. Ma va bene così. Comunque non sono soddisfatta: voglio l’oro nella piattaforma”.
Vittoria per il tedesco Alexej Schulz (343,20) nella categoria M40, davanti al francese Alain Lobet, autentico personaggio nel mondo dei tuffi dalle Grandi Altezze, con partecipazioni al World Tour Mondiale che comprende salti da 20-30 metri da promontori particolari come quelli di Acapulco, Portovenere e Montecarlo. Lobet, che è anche un “tuffatore acrobata”, si esibirà durante la cerimonia d’apertura dell’8 giugno.
In grande fermento anche le partite di Pallanuoto che incessanti proseguono vedendo in particolare gli USA e l’Italia protagonisti di grandi gare.

Clicca qui per i risultati completi del Nuoto Sincronizzato

Clicca qui per i risultati completi della Pallanuoto

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Clicca qui per i risultati completi dei Tuffi

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights