Monica_Cor_-_foto_di_M._Mastrorilli

Tutti in Corò: il Mondiale dei Record! Monica conquista tre titoli e tre Record del Mondo!

Tutti in Corò: il Mondiale dei Record!
Monica conquista tre titoli e tre Record del Mondo!

Monica_Cor_-_foto_di_M._Mastrorillidi Paco Clienti.
È vero, si annunciava già come una tra i grandi protagonisti che avrebbero potuto fare scintille in questo Mondiale Master appena concluso. Ci arrivava carica di aspettative e con pesanti record del mondo già sulle spalle, ma nonostante questo, per quanto ha fatto in acqua, è riuscita ugualmente a stupire tutti, perfino se stessa!

Ha vissuto una stagione indubbiamente da protagonista, con risultati che hanno fatto il giro del mondo e che hanno fatto stropicciare gli occhi a tutti.
È Monica Corò (foto a destra di M. Mastrorilli), atleta di cat. M50 della società Stilelibero SSD che a Riccione, in quel dei Mondiali Master, ha dominato in lungo e largo, riuscendo a stabilire primati incredibili che hanno battuto anche l’età biologica della campionessa veneta!
Basti pensare che i nuovi primati stabiliti dalla Corò in questi Mondiali master, sarebbero quasi “assoluti master” a livello italiano in quanto bruciano i record anche nelle categorie più giovani della sua M50!
Infatti, il crono di 1’15”50 realizzato nei 100 rana, batte i Record Italiani nelle categorie M25 detenuto da Sabrina Seminatore con 1’16”05, M30 detenuto da Lucia Bussotti con 1’16”80 ed M35 detenuto da Roberta Crescentini con 1’16”09, 8° tempo All-Time Mondiale M35!

Il 34”18 stabilito nei 50 rana supera invece il crono italiano M40 detenuto da Sabrina Seminatore ed M45 detenuto da Marzena Kulis!
E con questi crono, Monica Corò è attualmente al numero uno per la cat. M50 della speciale classifica All-Time FINA!
Insomma, la Corò è una M50 aliena!
medaglieDopo il 34”18 realizzato nei 50 rana con il quale ha frantumato il suo precedente, già Record Mondiale, il primo commento fatto a caldo dalla campionessa veneta quando gli abbiamo chiesto come fosse andata la gara, è stato “ho sbagliato tutto! Ho sbagliato la partenza e non mi è piaciuto l’arrivo, sarei voluta andare meglio!”
‘Ma Monica, hai fatto un altro Record del Mondo…volevi mica fare 33”?’ gli ho risposto.

e lei con il sorriso sulla bocca e divertita, “Si, era proprio quello che volevo fare, volevo un 33”.
Monica Corò aveva fatto già molto bene ai Mondiali svedesi del 2010 con altri e tanti titoli mondiali, ma il reso conto di questi Mondiali Master 2012 è per Monica Corò un bottino pieno pieno che nell’era del post costumone gommato ha un valore doppio!
Titolo e Record del Mondo M50 nei 50 rana con 34”18, superato il suo predente di 35”;
Titolo e Record del Mondo M50 nei 100 rana con 1’15”50, superato il suo predente di 1’17”84;
Titolo e Record del Mondo M50 nei 200 rana con 2’50”92, superato il suo predente di 2’55”15;
Bronzo nei 50 farfalla con 31”58 con nuovo Record Italiano, superato il suo predente di 31”99.

Ecco il video dei 50 rana mondiali, dalla galleria video Swim4lifeTV:

 

Monica_Cor_-_foto_di_A._TemponiUn mondiale ricco di record e di titoli, come lo commenti (foto a sinistra di A. Temponi)?
Stratosferico! Non pensavo di riuscire a ribattere i miei record fatti circa tre settimane fa. Pensavo di venire per vincere ma non pensavo di superare i miei limiti in questo modo.

Cos’è è stato che ti ha dato questa spinta per farti fare questi risultati incredibili?
Sicuramente il fatto di giocare in casa, un Mondiale a Riccione, in una bella atmosfera ed un bel clima e sicuramente questo aiuta ad essere ancora più positivi, avere più voglia di vincere. Sono cose che ti caricano sicuramente di più.
Qualcosa ho cambiato io nella nuotata in quanto sto lavorando per migliorare tecnicamente e qualcos’altro mi ha dato il costume nuovo che sicuramente mi ha aiutata. Insomma, un insieme di cose che ha fatto si che riuscissi a migliorare.

Qual è il segreto per trovare una seconda giovinezza così come l’hai trovata tu?
Il segreto credo sia la testa. Più passa il tempo e più si impara a conoscere se stessi, i propri limiti.
È importante saper capire i momenti durante la stagione in cui c’è bisogno di rallentare, perché capita di avere alcuni momenti di stanchezza.
È importante saper recuperare e poi riprendere ancora meglio.
Quindi conoscenza del proprio corpo e padronanza della propria testa perché è la testa che fa la differenza!

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Monica_Cor_e_Albena_PopovaDomanda fondamentale, dopo questi crono incredibili realizzati in questi Mondiali, come farai a trovare un obiettivo per andare ancora più forte adesso (foto a destra con Albena Popova)?
Ogni volta che faccio un tempo incredibile mi dico ‘adesso posso solo peggiorare’ però poi ogni volta vado in gara per fare sempre meglio, non mi adagio mai sui risultati e non vado a nuotare tanto per nuotare.
Io in gara vado sempre per fare il meglio possibile. A volte si riesce a volte no, ma lo spirito è quello.
Ci deve essere la volontà, se le cose le vuoi, alla fine le ottieni!

In un mondiale di grandissima partecipazione con tantissimi ex olimpionici e campioni del nuoto di professione, tu sei stata tra i più grandi protagonisti assoluti. Come ci si sente in questa veste?
È una cosa meravigliosa perché arrivare qui già con dei Record Mondiali sulle spalle, consolidare questi ultimi e migliorarli di tantissimo, oltre tutto conquistando i titoli, è il massimo e quindi io sono stracontenta e strafelice!
È andato tutto bene e non ho fatto nulla di particolare per arrivare ai Mondiali in questa forma. Ho semplicemente fatto quello che ho sempre fatto in termini di preparazione. Questo è un altro punto che mi ha stupita!
Forse ero tranquilla di testa e consapevole di potercela fare. È stato un anno buono.

monica_corCi sarai ai Campionati Italiani di Bari?
No, purtroppo no. La mia stagione finisce qui.

Quindi il titolo nazionale resta vacante?
Si, lo lasciamo a qualcun altro e sicuramente le mie avversarie saranno contente di non trovarmi in gara – risponde scherzando la Corò – A parte gli scherzi, grande rispetto per le mie avversarie ma nuotare un altro mese in preparazione dei Campionati Italiani, non avrebbe troppo senso per me.

Hai già raccolto tanto qui a Riccione.
Si dai ed anche psicologicamente diventerebbe difficile ora puntare agli italiani per fare meglio. Ormai ho ottenuto quello che volevo, è tempo di prendermi una bella vacanza, rilassarmi, fare altro e ricaricarmi per poi ripartire a settembre per una nuova stagione e verso nuove avventure!

Siamo in chiusura, vuoi aggiungere qualcosa?
Vorrei aggiungere che è stato un mondiale molto bello e ben organizzato, ambiente stupendo, bella gente, mi sono divertita e rilassata.
Essere master è molto bello e divertente!

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights