olimpo

Londra e l’Olimpo degli Dei! Tutto sulle Olimpiadi di Londra 2012.

Londra e l’Olimpo degli Dei!
Tutto sulle Olimpiadi di Londra 2012.

olimpodi Paco Clienti.
Oggi il calcio femminile romperà il ghiaccio dell’evento sportivo per eccellenza, le Olimpiadi! L’emozione è grandissima, dei partecipanti, degli spettatori e degli addetti ai lavori che sono in fibrillazione per l’evento che vedrà la cerimonia d’inaugurazione fissata per il 27 luglio, per la quale ancora si discute per l’investitura dell’ultimo teodoforo, ovvero colui che accenderà il braciere con la fiamma olimpica! In queste ultime ore è data per favorita la principessa Anna, seconda figlia della Regina Elisabetta, che ha gareggiato alle Olimpiadi di Montreal del 1976 con la squadra di equitazione e per questo motivo preferita al calciatore David Beckham che invece non ha mai preso parte ai Giochi a cinque cerchi.

Londra sarà la sede dei Giochi Olimpici per la terza volta nella storia, dopo le edizioni del 1908 e del 1948 e sarà inoltre sede delle XIV Paraolimpiadi che avranno luogo dal 29 agosto al 9 settembre.
Il villaggio olimpico comprenderà il Parco Olimpico, sede degli eventi principali dei Giochi, come la cerimonia di apertura e di chiusura.
Il nuovissimo Aquatic Centre sarà il teatro del Nuoto, Nuoto Sincronizzato e Tuffi.

La città britannica diventerà un vero e proprio Olimpo, dove gli Dei saranno gli atleti di tutte le discipline sportive, mentre i diversi impianti sportivi, nuovi o messi a nuovo per l’occasione, saranno i sacri templi che vedranno gli scontri più accesi per conquistare l’ambita medaglia!
La Capitale inglese è una delle metropoli più organizzate ed efficienti del mondo in termini di trasporti metropolitani, ma stavolta potrebbe non bastare ai visitatori la celebre mappa della metropolitana, la “Tube Map”, per raggiungere gli impianti olimpici.
Ecco allora una preziosa guida che spiega come muoversi per spostarsi da uno stadio olimpico all’altro:

 

Lo scontro degli Dei ed alcuni pronostici.
ryan_lochte_Vs_Michael_PhelpsLa battaglia che sembra essere tra quelle più accanite ed interessanti da seguire alle Olimpiadi di Londra 2012, è quella che vedrà impegnati i due statunitensi Phelps e Lochte.

I 200 e 400 misti hanno già entusiasmato i recenti Trials USA di Omaha ed è Lochte che viene dato per favorito. Ma ci sono molti buoni motivi per i quali possiamo credere che in realtà Phelps non sarà facilmente superabile a Londra. Non dimentichiamo infatti che Michaelone ha vinto otto volte l’oro a Pechino 2008, stabilendo inoltre ben sette record del mondo, spazzando via così il predominio storico dell’altro americano, Mark Spitz che vinse ben sette ori ai Giochi! Sarà inoltre l’ultima Olimpiade per Phelps che ha deciso di ritirarsi ufficialmente e per sempre dal nuoto dopo questo evento, per cui, non pare che ci siano i presupposti per i quali lo squalo di Baltimora possa avere grossa voglia di abdicare a favore dell’altro fenomeno connazionale.

Pellegrini_Federica

Tra i due litiganti ci sarà un ultimo posto da assegnare per completare il podio dei 400 misti in particolare. Il favorito è l’ungherese Lazlo Cseh, ma non è da mettere da parte il nostrano Luca Marin che sembra essere rinato negli ultimi tempi e pare abbia la giusta testa per poter arrivare almeno in finale. Una volta lì, sarà tutto da vedere al momento.
“Il mio obiettivo è quello di centrare la finale e servirà almeno un 4’09” o 4’10” per il podio, non di meno. Al Sette Colli era andata bene ma il test più importante è stato quello di Parigi, venivo dalla montagna, avevo un lungo carico di lavoro e 4’16” arrivato il giorno dopo che siamo scesi secondo me è meglio del 4’12” del Sette Colli” – ha affermato Marin in un’intervista recente.

4._magnussen

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Sarà sicuramente entusiasmante assistere alla sfida femminile dei 400 stile libero nei quali è la francese Muffat ad essere favorita, anche davanti alla Pellegrini, campionessa e primatista mondiale in carica! Ma la battaglia vede diversi altri nomi interessanti che potrebbero insediarsi tranquillamente sul podio: la britannica Rebecca Adlington e l’americana Allison Schmitt sono già su di giri ma non è da sottovalutare Kylie Palmer.
La sfida si ripeterà anche sui 200 stile nei quali la Pellegrini parte con una bracciata avanti e con il peso sulle spalle del titolo olimpico conquistato a Pechino 2008. Attenzione però all’astro nascente Missy Franklin che potrebbe diventare tra gli atleti più medagliati di Londra! 

Altra sfida interessante sarà quella per il dominio della velocità dei 100 stile libero che vedrà l’australiano James Magnussen impegnato nella sfida che sembra impossibile, abbattere il 46’’91 mondiale “gommato” del brasiliano Cesar Cielo! Questo obiettivo realizza la conseguenza che la sfida sarà tra questi due ragazzoni, senza escludere l’asso Yannick Agnel che ha deciso di abbandonare i 400 stile per concentrarsi proprio sui 100 e 200! L’Azzurro Luca Dotto ha tutte le carte in regola per arrivare in finale.

staffetta_olandesi

Yang_SunHa preparato le Olimpiadi per tutta una stagione, approfittando del fatto di esservi già qualificato grazie all’argento conquistato ai Mondiali di Shanghai ed ha la giusta maturità per poter diventare la mina vagante! Difficile che il redivivo Magnini che si è visto in grande spolvero nelle ultime competizioni, possa reggere i ritmi degli altri.
Grande attesa anche per i 400 Stile Libero uomini con il cinese Yang Sun favorito su tutti gli altri. Tra gli inseguitori più quotati ci sono il koreano Tae Hwan Park ed il tedesco Paul Biedermann. Il coreano Park e il cinese Sun daranno sicuramente spettacolo anche nei 1500 SL, gara quest’ultima che potrebbe trovare una sorpresa non quotata che si chiama Gregorio Paltrinieri!
Per i 400 misti donne è la statunitense Elisabeth Beisel ad essere data favorita, davanti all’australiana Stephanie Rice, già oro a Pechino 2008 sia nei 400 che nei 200 misti.

Kitajima

Grande attesa per la staffetta 4×100 SL donne che potrebbe consacrare definitivamente il team dell’Olanda, favorito assoluto davanti agli Usa ed Australia.
Sicuramente da vedere anche come finirà la 4×100 SL uomini con il team dell’Australia che promette scintille. A dare battaglia ai canguri ci saranno tra le più quotate gli USA e la Francia, ma non è da escludere l’Italia, data tra le favorite al podio anche dai bookmaker inglesi.
Sarà chiamato a realizzare un’impresa senza precedenti il nipponico Kitajima che nei 100 e 200 rana potrebbe realizzare una tripletta storica, dopo l’oro vinto sia ad Atene 2004 che a Pechino 2008! Tra gli avversari più ostili che troverà sulla sua strada per i 100 rana, ci sono l’Azzurro Fabio Scozzoli, 16 medaglie d’oro ai campionati italiani, tre volte campione Europeo, 3 volte campione europeo in vasca corta e 3 medaglie d’argento ai mondiali (di cui una in vasca corta). Scozzoli avrà un bel tifo a sostenerlo.

Scozzoli

Il Comune di Forlì infatti si sta preparando per installare un maxi schermo in zona piazza Saffi per la finale dei 100 rana. Le batterie sono fissate per il 3 agosto, quando Scozzoli compirà 24 anni. Finale il giorno dopo…in ogni caso, non sono da mettere da parte l’altro nipponico Ryo Tateishi, il sud africano Van Der Burgh ed il brasiliano Felipe Silva.
Per i 200 rana invece, Kitajima dovrà stare attento in particolar modo all’ungherese Gyurta, pronto a togliere il dominio dei 200 rana al nipponico, come già accaduto agli ultimi mondiali di Shanghai ed in quelli di Roma 2009!
Londra potrebbe essere terra di conquista anche per l’olandese volante Ranomi Kromowidjojo. Superati ormai i problemi legati alle meningite che l’aveva colpita alla vigilia degli Europei nel 2010, l’olandese va a caccia di una storica tripletta della velocità per queste olimpiadi: 50, 100 e 4×100 SL!
Sarà curioso vedere cosa riusciranno a fare la francese Laure Manaudou e l’Azzurra Alessia Filippi, entrambe tornate al nuoto dopo un lungo stop che le ha viste diventare mamme!

GrimaldiLe Acque Libere con la gara di Fondo di 10 Km, alla seconda uscita ai Giochi dopo Pechino 2008, si terranno il 9 e 10 agosto presso il lago Serpentine di Hyde Park, nel cuore verde della capitale inglese e saranno impegnati solo un uomo ed una donna per nazione, per un totale di 50 atleti. La battaglia si annuncia davvero dura e tra gli uomini più quotati per la vittoria ci sono Thomas Lurz, il greco Gianniotis ed il giovane canadese Richard Weinsberger che si è messo in luce a Setubal nelle qualificazioni olimpiche dove ha trovato il pass londinese anche l’Azzurro Cleri. Tra i favoriti al podio c’è anche il tunisino Oussama Mellouli, oro olimpico a Pechino 2008 nei 1500 SL che a Londra sarà impegnato sia in vasca che in Open Water!
Tra le donne aspiranti al podio ci sono la tedesca Angela Maurer che compirà 37 anni il giorno della cerimonia inaugurale e l’Azzurra Martina Grimaldi su tutte!

fioravantiL’Italia del Nuoto alle Olimpiadi  
Novella Calligaris fu la prima italiana a vincere una medaglia olimpica nella sua categoria. Da allora a Pechino 2008, l’Italia del Nuoto è salita sul podio 17 volte con 4 ori, 4 argenti e 9 bronzi.

Domenico Fioravanti è stato il primo campione olimpico della storia italiana con l’oro vinto nei 100 e 200 rana a Sydney 2000. Massimiliano Rosolino nei 200 misti a Sydney 2000 e Federica Pellegrini nei 200 SL a Pechino 2008, sono stati gli altri campioni olimpici della storia Azzurra.

L’ Italia è quotata dai bookmaker tra le prime 10 nel medagliere olimpico, con un posto nelle ultime posizioni, tra l’8° ed il 9°.                                           

Le Olimpiadi delle TV.

sky-sport-olimpiadi-LogoSKY seguirà le Olimpiadi di Londra 2012 con 12 canali HD dedicati, 1.600 ore di diretta e 2.200 ore complessive di programmazione, inclusa la premiazione di tutte le medaglie in palio in diretta.
La RAI invece avrà a disposizione solo 200 ore complessive.
I commentatori italiani per il Nuoto saranno Fabio Caressa, Cristina Chiuso e Massimiliano Rosolino per SKY e Luca Sacchi per RAI.
Oltre SKY e RAI, Eurosport HD trasmetterà la sua 12esima edizione dei Giochi Olimpici ed ancora una volta il palinsesto sarà dedicato 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, con 420 ore complessive, di cui 250 in diretta.
Non scherza nemmeno la BBC, broadcast dell’evento, che annuncia riprese mozzafiato con le nuove telecamere ad alta tecnologia.
Le statistiche dicono che queste Olimpiadi saranno seguite molto di più in streaming che attraverso la classica TV!

wenlock_e_mandeville_-mascotte_Londra_Olimpiadi_2012Ecco dunque la lista dei canali streaming più accreditati per seguire l’evento:

TV Dream 

TVG Coolstreaming

YT Olympic live

Rai Sport

5._start

Il canale ufficiale delle Olimpiadi, YT Olympic live, permetterà di vedere le gare in streaming, dalla mattina fino alle 23:00, in 64 paesi sia da PC che da dispositivi mobile. Per accedere al canale basta avere una connessione Internet, Wi-fi o 3G. Sarà possibile selezionare lo sport che si desidera seguire e rivedere la registrazione degli eventi più esaltanti.
Attualmente il canale offre diversi video storici delle precedenti edizioni, tra cui l’accensione del braciere olimpico a Montreal 1976 durante la Cerimonia di inaugurazione dei Giochi!

I numeri dei Giochi.
Sarà la 30esima edizione delle Olimpiadi, con 302 medaglie d’oro in palio, 205 nazioni partecipanti e 10.500 atleti coinvolti. Numeri incredibili se si pensa che nella prima edizione del 1896 erano 245 i partecipanti e per di più dilettanti.

London_2012_logoOltre 10 milioni di biglietti si sono esauriti in sole 2 settimane dall’apertura delle vendite.
Ci sono voluti più di 9 miliardi di sterline, sforando il budget previsto, per realizzare l’evento delle Olimpiadi di Londra 2012.
Gli inglesi sono riusciti a finire in tempo quasi tutti i lavori e questo ha permesso di rispettare i costi preventivati e di mettere da parte circa 500 milioni di sterline per fronteggiare eventuali emergenze. Secondo i calcoli della Bank of England, le Olimpiadi porteranno un incasso di circa 10 miliardi di sterline, praticamente, un punto di PIL.
Oltre 70 mila saranno i volontari impegnati nella gestione dell’evento.
Più di 5mila i test antidoping che saranno eseguiti, circa il 10% in più di Pechino 2008, dove erano stati 4.770 ed avevano prodotto 14 positività, ovvero il 3% sulle prove! Considerato che il fenomeno del doping è cresciuto negli ultimi 4 anni, potrebbero essere circa 20 gli atleti positivi in questa edizione!
La media sarà di circa 400 controlli al giorno, alla ricerca di oltre 240 prodotti dopanti.

I siti web di riferimento:

Clicca qui per accedere al sito web ufficiale della manifestazione dove sarà possibile visualizzare anche i risultati in tempo reale.

Clicca qui per lo streaming del sito ufficiale Rai.

Clicca qui per la pagina ufficiale delle Olimpiadi di Londra 2012 di Facebook.

Cerchi_Olimpici_Londra 

Clicca qui per leggere l’articolo sulla Cerimonia di Apertura dei Giochi, con tutte le informazioni sugli orari e sulle dirette televisive. Scopri nell’articolo anche il valore ed il significato delle medaglie, i vincitori Azzurri di Pechino 2008, simpatiche App messe in funzione dal Comitato Organizzatore di Londra e curiosità sull’evento a poche ore dall’accensione del Braciere olimpico!

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine