Centro_Federale_Verona

Gyertyanffy prende casa a Verona e si avvicina alla Pellegrini! Dal 1° ottobre seguirà i nazionali presso il Centro Federale Castagnetti.

Gyertyanffy prende casa a Verona e si avvicina alla Pellegrini!
Dal 1° ottobre seguirà i nazionali presso il Centro Federale Castagnetti.

Centro_Federale_Veronadi Paco Clienti.
Sarà il tecnico federale Tamas Gyertyanffy, il grande artefice dei clamorosi risultati dell’Imolanuoto, il nuovo responsabile della preparazione degli atleti d’interesse nazionale che si alleneranno presso il Centro Federale di alta specializzazione di Verona “Alberto Castagnetti”. Lo ha stabilito la Federazione Italiana Nuoto in un comunicato ufficiale con assegnazione dell’incarico a Gyertyanffy che prenderà servizio a Verona dal 1° ottobre.
Come da accordi presi con le società di interesse, Gyertyanffy seguirà Alessia Polieri dell’Imolanuoto, Carlotta Zofkova dell’ Imolanuoto e gruppo Forestale, Lisa Fissnaider della Bolzano Nuoto e Luca Pizzini della Fondazione Bentegodi e gruppo Carabinieri.

Altri atleti dovrebbero unirsi a questo primo gruppo di partenza, dopo che saranno analizzati e valutati i singoli casi.

Gyertyanffy proseguirà comunque la collaborazione iniziata nel 2002 con la società Imolanuoto in qualità di Direttore Tecnico, presenziando in impianto per due volte a settimane, anche in virtù del contratto che lo vede legato alla società ancora fino al 2014. In questo modo continuerà a seguire anche la pianificazione della preparazione tecnica di Fabio Scozzoli che allena personalmente da circa 7 anni.

Tamas_GyertyanffyFabio_Scozzoli_foto_Swim4lifeNon l’ha presa benissimo Scozzoli che ha deciso di non seguire il suo allenatore a Verona per restare ad Imola dove si trova bene. Ripartirà in questa stagione con un altro tecnico che già collaborava con Gyertyanffy, Cesare Casella.
La programmazione della stagione invernale di Fabio Scozzoli prevede una serie di collegiali al centro federale di Verona per finalizzare la preparazione alle tappe del circuito europeo della coppa del mondo di Stoccolma (13-14 ottobre), Mosca (17-18 ottobre) e Berlino (20-21 ottobre), ai Campionati Europei di Chartres (22-25 novembre) ed ai Campionati Mondiali di Istanbul (12-16 dicembre).

Gyertyanffy aveva già affermato in passato di avere un ottimo rapporto con la FIN con la quale dice di avere sinergia. “Tra noi e la FIN c’è dialogo continuo. Sono loro i primi a riconoscere la bontà del lavoro che, pur in ristrettezze economiche, portiamo avanti – aveva dichiarato Gyertyanffy – Il problema è che in Italia si sta sempre troppo a pensare prima di fare qualunque passo! È per questo che altri Paesi sono più avanti di noi nel nuoto. Sarò scontato e ripetitivo, ma se il nuoto avesse a sua disposizione anche solo una minima parte delle risorse messe a disposizione del calcio, primeggeremmo a livello mondiale.”

Philippe_Lucas_foto_Swim4lifeNell’ambito dei programmi di ripresa stagionale, il Presidente Paolo Barelli, unitamente al Presidente del Comitato Regionale Veneto Roberto Cognonato, ha incontrato il Sindaco della Città di Verona Flavio Tosi e gli ha illustrato il progetto di potenziamento ed ulteriore valorizzazione del Centro Federale Alberto Castagnetti, quale luogo di preparazione per l’alto livello, fonte di aggregazione e sviluppo delle discipline acquatiche sul territorio e sede potenziale di future manifestazioni.

A questo punto prende forma anche la possibilità che Gyertyanffy diventi l’allenatore di Federica Pellegrini!

Infatti il nome del tecnico magiaro si era già fatto nelle papabili alternative che la veneziana stava vagliando prima di puntare su Lucas. E’ un tecnico di valore e grandi capacità e conoscenze del nuoto. Non a caso ha portato ad alti livelli atleti come Scozzoli ed altri che seguiva ad Imola. Ecco perchè l’ungherese era per Federica pellegrini un’ottima alternativa al ritorno di fiamma di Lucas. 

Ma la strada che porta al francese sembra ormai sbarrata. Lo stravagante tecnico originario di Melun, 49 anni compiuti ad aprile, fautore dei successi di Laure Manaudou, ex Direttore Tecnico del Centro Europe del Canet-en.Roussillon, non ha infatti trovato un accordo dopo l’incontro con la Federazione Italiana Nuoto e pochi giorni dopo ha firmato un accordo triennale con il Narbonne che prevede un ingaggio di appena 150mila euro annui! Lucas sarà un vero e proprio biglietto da visita, un uomo immagine per Narbonne, dove avrà la possibilità di allenare giovani talenti presso lo spettacolare impianto olimpionico dell’Espace de Liberté dove il francese lascia una porta aperta alla coppia Pellegrini – Magnini: “Da qui bisogna partire, Federica e Filippo sono atleti top level con cui vorrei lavorare ancora”.
Federica_PellegriniMa la probabilità di trasferirsi è stata già scartata in partenza dalla Pellegrini che aveva affermato con decisione che sarebbe rimasta a Verona e lì si sarebbe allenata. “Io mi allenerò a Verona, punto” aveva dichiarato Federica pochi giorni fa durante la trattativa con Lucas.

Viste dunque le numerose difficoltà ed impedimenti incontrati sul percorso che la Pellegrini avrebbe voluto intraprendere portando il tecnico francese Philippe Lucas all’interno della Federazione Italiana Nuoto ed al Centro Federale di Verona e visto che Gyertyanffy inizierà la sua nuova avventura proprio presso il Centro Federale dove si sarebbe voluta allenare la Pellegrini, è facile prevedere il risultato di 2+2…a meno dell’ennesimo colpo di scena!

Di sicuro ora la Pellegrini dovrà fare una scelta: seguire Lucas a Narbonne o restare a Verona con Filippo Magnini? 

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights