WADA_antidoping

WADA mette la nuova armatura per combattere il doping!

Pubblicata la lista dei metodi e sostanze proibite 2013.

Dopo l’approvazione da parte del Comitato esecutivo del WADA avvenuta il 10 settembre, è stata finalmente pubblicata la nuova Lista delle sostanze e metodi proibiti che entrerà in vigore dal 1° gennaio 2013.
Diverse ed importanti sono le modifiche e le novità della nuova lista delel sostanze e metodi proibiti, evidentemente alla luce del veloce progresso in atto del doping. 
Le novità più rilevanti rispetto alla lista 2012 sono relativa alla riformulazione della sezione sui metodi proibiti, i beta-bloccanti, i chiarimenti sugli stimolanti, il programma di Monitoraggio ed i modelli mobile-friendly.

Riformulazione della sezione sui metodi proibiti
Al fine di rendere la sezione M1 più completa ed ampia, includendo anche tutti i metodi di manipolazione del sangue e delle componenti del sangue, emersi negli ultimissimi casi di doping, il titolo ed il corpo della sezione M1 è stato modificato. Ora la sezione M1 si intitola  “Manipolazione del sangue e delle sue emocomponenti”.

La sezione M2.3 è stata invece incorporata nella sezione M1.3 che ora si intitola “Forme di manipolazione intravascolare del sangue o di emocomponenti con mezzi fisici o chimici”.
Anche la sezione M3 che tratta dell’argomento “doping genetico” è stata aggiornata per fornire una definizione più precisa e dettagliata di questo metodo proibito.

I beta-bloccanti
Su richiesta della Confédération Mondiale des Sports de Boules (CMSB), Fédération Internationale des Quilleurs (FIQ), e la Union Internationale Motonautique (UIM), i beta-bloccanti non saranno più vietati nelle competizioni di bocce, bowling e motonautica.

Programma di monitoraggio
Al fine di scovare potenziali modelli di abuso, il Tapentadol è stato aggiunto al programma di monitoraggio per il 2013, relativamente alla parte dedicata agli stupefacenti.
Il Programma di Monitoraggio 2013 sarà inoltre ampliato con il controllo delle seguenti sostanze:

  • Stimolanti da verificare solo in occasione di competizioni: bupropione, caffeina, nicotina, fenilefrina, fenilpropanolamina, Pipradrolum, pseudoefedrina (<150 microgrammi per millilitro) e sinefrina;
  • Stupefacenti da verificare solo in occasione di competizioni: Hydrocodone, morfina/ rapporto codeina, Tapentadol e tramadolo;
  • Glucocorticosteroidi, da verificare solo fuori dalle competizioni.

AntidopingA riguardo del monitoraggio delle sostanze sopra elencate, il World Anti-Doping Code afferma all’articolo 4.5 che “La WADA, in accordo con i firmatari e governi, predispone un programma di monitoraggio per quanto riguarda le sostanze che non sono sulla lista delle sostanze proibite, ma che la WADA desidera monitorare al fine di individuare modelli di uso improprio nello sport.”

Stimolanti
Per dare maggiore chiarezza alla sezione 6 relativa agli stimolanti, è stato confermato che tutti gli isomeri ottici del caso sono proibiti.

Modelli Mobile-friendly
Nel tentativo di fornire ai soggetti competenti sempre più strumenti per supportare l’attività dell’antidoping, dopo l’introduzione avvenuta con successo dell’applicazione per iPhone nel 2011, la Lista delle Sostanze Proibite del 2013 sarà disponibile anche su tutti gli altri dispositivi mobili smartphone.

Oltre alle versioni della lista in inglese, francese e spagnolo, sarà possibile tradurre l’elenco anche in altre lingue. Infatti, gli organi competenti interessati alla traduzione della lista, possono fare richiesta entro il 1° novembre 2012 al WADA che renderà disponibile la versione nella lingua sulle piattaforme mobile-friendly a costi irrisori.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

doping-freeL’attività dell’antidoping deve quindi per forza di cose aggiornarsi continuamente e forse, visto l’avanzamento velocissimo del progresso del doping, la cadenza annuale con la quale il WADA emana l’elenco aggiornato delle sostanze e metodi proibiti, è anche insufficiente per stare al passo.
Sicuramente oltre all’intensificazione dei controlli antidoping e l’ampliamento delle sostanze e metodi proibiti che emerge dagli studi fatti su casi specifici, andrebbero probabilmente sensibilizzati maggiormente gli atleti e gli allenatori sulle cause e gli effetti del doping.
In Italia si sta tenendo proprio in questi giorni il congresso mondiale di medicina dello sport, esattamente dal 27 al 30 settembre a Roma ed oggi ci sarà una sessione dedicata allo sport paralimpico.

Clicca qui per visualizzare la lista delle sostanze proibite per il 2013

Swim4life – All rights reserved

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine