Fabio_Scozzoli_-_Ilaria_Bianchi_-_World_Cup_FINA_Arena_Berlin

A Berlino si conferma una bella Italia! Ancora Scozzoli e Bianchi protagonisti.

A Berlino si conferma una bella Italia!
Ancora Scozzoli e Bianchi protagonisti.

Fabio_Scozzoli_-_Ilaria_Bianchi_-_World_Cup_FINA_Arena_Berlindi Paco Clienti.
Dopo la buona tappa disputata a Mosca, l’Italia fa ancora una bella figura anche a Berlino dove guadagna ben quattro medaglie d’oro con Ilaria Bianchi e Fabio Scozzoli ed un argento con la mi-staffetta 4×50 misti!

Ilaria Bianchi ha vinto nuovamente i 100 farfalla, migliorando ancora il record italiano che aveva ritoccato a Mosca, portandolo in questa occasione a 56″86! Argento per la svedese Louise Hansson con 57″55 e bronzo per l’olandese Inge Dekker con 57″65. Un altro oro la Bianchi lo vince nei 50 farfalla che chiude in 25”96, ancora davanti alla Dekker con 25”98 e la Hansson con 26”55.

Fabio Scozzoli si conferma in forma smagliante, vincendo i 50 rana in 26″31, tempo molto vicino a quello da Record Europeo di 26”11 che registrò ai Campionati Italiani Estivi del 2011.
Scozzoli si conferma poi anche nei 100 rana che vince in 57”61 davanti al neo zelandese Snyders con 57”89 ed al brasiliano Barbosa con 58”50.

George_Bovell_World_Cup_FINA_BerlinIl forlivese arriva poi 5° nei 100 misti con 53″14, gara vinta dall’atleta che sta dando prestigio al marchio Head Swimming, George Bovell (Tri) che chiude in 51″20, a 5 decimi circa dal Record del Mondo! Bovell conquista anche un argento nei 50 stile libero che chiude in 20”97, dietro lo statunitense Anthony Ervin con 20”85 e davanti all’australiano Matthew Targett con 21”12.
Il redivivo Anthony Ervin vince anche i 100 stile libero con il crono di  46″71, davanti all’australiano Tommaso D’Orsogna con 46″99 ed al sudafricano Darian Townsend con 47″02.
Nella stessa gara l’Azzurro Luca Dotto non va oltre il 5° posto pur segnando un sufficiente crono di 47″93. Fuori dal podio anche il francese Yannick Agnel che chiude in 47″04 al 4° posto. Il francese si rifà però nei 200 stile libero che vince in 1’42”10, davanti al tedesco Biedermann con 1’42”71 ed al russo Townsend con 1’42”79.
Anche Biedermann si rifà successivamente vincendo i 400 stile libero con 3’42”21, davanti a Brandl con 3’45”28 e Backhaus con 3’46”88.

L’Italia sfodera finalmente un bel quartetto della mi-staffetta della 4×50 misti conquistando un argento con il crono di 1’41″64 (Arianna Barbieri 27″46, Fabio Scozzoli 26″48, Ilaria Bianchi 26″07 e Luca Dotto 21″63). Ancora una volta gli USA al 1° posto con il crono di 1’40″24 (Kylie Stewart 27”70, Jessica Hardy 29″82, Tom Shields 22″47 ed Anthony Ervin 20″50), davanti alla Cina con 1’43″51 (Shimin Chen 27″53, Biaorong Gu 26″79, Rongrong Zheng 27″54 e Xuewu Liu 21″65).
L’Italia non va oltre il 5° posto invece nella mi-staffeta 4×50 stile libero con 1’35”66 (Luca Dotto 22”05, Michele Santucci 22”16, Alice Mizzau 25”88 e Diletta Carli 25”57). Gara vinta ancora dagli USA con 1’31”16 (Anthony Ervin 20”92, Tom Shields 21”58, Jessica Hardy 23”81 e Kylie Stewart 24”85).

Camille_Muffat_World_Cup_FINANei 200 stile libero femminile primeggia la francese Camille Muffat che chiude in 1’52″28, appena un centesimo meglio di quanto fece ai Mondiali di Dubai nel 2010, davanti alla compagna Charlotte Bonnet con 1’55″14 ed all’ungherese Katinka Hosszu con 1’55″14.
Ancora più esaltante per la francese è la gara dei 400 stile libero nei quali tocca la piastra a 3’54”93, segnando il nuovo Record del Campionato, superato il precedente dell’altra francese Coralie Balmy con 3’56”24 fatto nel 2008!
L’Azzurra Diletta Carli chiude al 7° posto nei 200 stile con 1’59″17 ed al 5° nei 400 con 4’07”49.
Poco da raccogliere in termini di classifica anche per Arianna Barbieri, 8^ nei 200 dorso con 2’12″33 e 5^ nei 50 dorso che chiude in 27″83, gara vinta dall’australiana Rachel Goh con 26″80, davanti a alla cinese Shiming Chen con 27″11 ed alla brasiliana Fabiola Molina con 27″29. Matteo Rivolta chiude 8° nei 50 farfalla con 24″06.

Federica_PellegriniE mentre gli Azzurri continuano il tour della Coppa del Mondo FINA/Arena che li vedrà ora impegnati a Pechino il 2 e 3 Novembre, Federica Pellegrini affila le armi e prepara l’ennesima resurrezione della fenice, mentre cerca casa a Narbonne.
“Sarà un 2013 di transizione, che mi serve per alleggerire le pressioni e scaricare le tensioni – ha affermato la Pellegrini –  Non sarà certamente un anno di stop totale lontana dalle gare. Continuerò ad allenarmi fuori dall’acqua e a nuotare con Lucas, intervallando periodi a Verona con periodi di collegiale a Narbonne, nel sud della Francia. Quest’anno non farò i 400 metri stile libero, mi cimenterò nel dorso e nel delfino e farò la staffetta 4×200 sl ai Mondiali di Barcellona. Sicuramente mi vedo ancora atleta con ambizioni da primato. I prossimi 4 anni saranno programmati per arrivare ai Giochi Olimpici di Rio 2016 nelle migliori condizioni”

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Clicca qui per i risultati completi della World Cup FINA/Arena di Berlino.

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights