Torino_2013_0

World Master Games Torino 2013, le Olimpiadi che non esistono. Arrivano ulteriori chiarimenti.

World Master Games Torino 2013, le Olimpiadi che non esistono.
Arrivano ulteriori chiarimenti.

Torino_2013_0di Paco Clienti
Due mesi fa abbiamo pubblicato un articolo che tratta l’argomento dei World Master Games, analizzando i dettagli dell’organizzazione al fine di dare una corretta informazione sull’evento in conseguenza alla strana corrente pubblicitaria che si è messa in moto, la quale definisce l’appuntamento come “Olimpiadi Master”.
Clicca qui per visualizzare l’articolo.

Ebbene, con la pubblicazione di questo articolo si è alzato un polverone!
Moltissimi i commenti dei lettori su tutta la rete web, dai social network ai vari forum che trattano di nuoto master, fino ad altri siti web tra cui Triathlonmania.it  che tra l’altro ha ritenuto opportuno pubblicare una “rettifica” di risposta, se così si può chiamare, del Comitato Organizzatore, sulla base di nessuna reale informazione in merito ad un confronto diretto, poi avvenuto in seguito con noi che abbiamo in effetti trattato la notizia.
Le reazioni dei lettori sono state diverse, alcuni sono stati sconvolti dalla notizia prendendo coscienza della realtà dei fatti, altri sono stati molto “insistenti” nell’affermare che quanto riportato nel nostro articolo raccontava solo fandonie, falsità ed inesattezze.

Alcuni personaggi in particolare, magari con interessi diretti, visto che hanno preso la situazione “a cuore” e si sono prodigati a fare un “copia ed incolla” del proprio commento su vari forum e pagine di social network, hanno definito i contenuti dell’articolo errati, insultando l’autore, “elogiando” l’evento ed andando “oltre” l’argomento, affermando addirittura che se le Olimpiadi le fanno anche i disabili, non c’era motivo per il quale anche i master non potessero farle! La cosa si commenta da sola…

Le insistenze sono diventate davvero forti e su alcuni forum che trattano di nuoto master, qualcuno ha addirittura affermato di aver contattato gli organizzatori e la Federazione Italiana Nuoto per trovare conferme in merito all’argomento, sostenendo che in conseguenza alla situazione, fosse partita una diffida al nostro portale web di informazioni, cosa assolutamente non vera.

Ma perché abbiamo voluto approfondire in modo così dettagliato sui World Master Games? E soprattutto perché si è alzato questo grande polverone sulla vicenda venuta fuori con il nostro articolo?

IWGA_logo

In primo luogo si tratta di un evento che si svolgerà in Italia, cosa per cui siamo ulteriormente interessati a saperne di più.
In secondo luogo la definizione di “Olimpiadi Master” ci sembrava strana, in quanto in merito alla nostra esperienza e conoscenza del settore Master, non avevamo mai sentito parlare di Olimpiadi.
Terzo ed ultimo elemento che ha fatto scattare la molla della curiosità in maniera definitiva tanto da approfondire, è stata la tassa di iscrizione all’evento! Sul sito ufficiale di “Torino 2013” si legge infatti che l’iscrizione atleti varia tra i 115,00 ed i 170,00 euro, in base al periodo in cui essa viene eseguita! Altra cosa che stupisce è che pagano una bella cifra anche gli accompagnatori, ovvero dai 60,00 agli 80,00 euro!
Ci siamo chiesti a cosa fossero dovuti questi costi così importanti visto che nemmeno i Mondiali di Nuoto Master indetti dalla FINA fossero costati così tanto. Dobbiamo confessare che “Ecco perche le fanno passare come Olimpiadi Master” è stato il primo pensiero che ci è passato per la testa.
Dopo aver avuto un breve confronto con gli organi della FIN, dopo aver appreso la posizione di Andrea Prayer, Consigliere Federale con delega al settore Master e Segretario dell’Organo Mondiale di Nuoto in Acque Libere che aveva già dichiarato ad altre fonti la posizione della FIN in merito e dopo aver appreso la posizione della FINA, abbiamo riscontrato che effettivamente l’evento dei World Master Games non fosse riconosciuto dalle federazioni nazionali ed internazionali di nuoto!
Abbiamo poi fatto una ricerca sui siti istituzionali della Federnuoto, della LEN e della FINA che diversamente da Campionati Italiani, Europei e Mondiali per i quali questi ultimi riportano notizie e risultati in evidenza in una sezione dedicata al settore Master, nulla si dice in merito all’evento di Torino.
A quel punto abbiamo fatto un “giro” sul sito ufficiale dell’International World Games Association (IWGA) per capire se l’organismo in questione avesse un settore Master e se in qualche modo accennasse all’evento dei World Master Games. Ebbene, sul sito ufficiale della IWGA non si parla né dei World Master Games, né tanto meno dell’edizione di Torino 2013 e le precedenti. Unica notizia di cui si legge in merito agli eventi ufficiali in programma, è relativa ai World Games di Cali 2013!
A quel punto abbiamo proseguito l’inchiesta ed abbiamo analizzato i contenuti del sito ufficiale di Torino 2013.
Nonostante quanto riscontrato in merito all’eventuale presunto coinvolgimento della FIN e della FINA, sul sito di Torino 2013, alla sezione dedicata alle discipline, cliccando nella sezione Nuoto, si legge: “La Federazione Italiana Nuoto condurrà la manifestazione sotto la supervisione, le regole e le norme della Fédération Internationale de Natation (FINA) o come specificato nel presente regolamento. La manifestazione sarà, inoltre, conforme ai dettami dell’International Masters Games Association (IMGA).”
Ma chi è l’organismo dei World Master Games? A chi fa capo? Sotto quali Federazioni agisce? Nella sezione “Torino 2013” si apprende che il Comitato Organizzatore non è altro che Un’Associazione senza fini di lucro denominata “Comitato Organizzatore dei World Master Games del 2013” nata e costituita regolarmente esclusivamente per curare l’organizzazione e lo svolgimento dei World Masters Games del 2013 in Piemonte, appoggiata dalla Regione Piemonte e dal CONI oltre che dal CIO.

Sulla pagina ufficiale Facebook di “Torino 2013” leggiamo di un intervento fatto dall’amministratore della pagina che con giri di parole ed affermazioni non esatte in merito ai contenuti del nostro articolo, afferma in sintesi che ci siamo sbagliati e che i World Master Games sono un evento ufficialmente riconosciuto dalla FINA e dalla FIN. Stranamente però in quest’intervento si ammette che è vero che la FINA non è un membro della IMGA così come da noi specificato…
Quindi se è così, perché sul sito ufficiale di Torino 2013 scrivono altro?
Il problema è che oltre il Comitato Organizzatore e la stessa World Master Games, fine a se stessa, l’evento non è riconosciuto da nessuna Federazione Internazionale, tanto meno dall’International World Games Association, per cui, l’intero evento ha la stessa validità di una competizione internazionale organizzata da una società nata per un tal fine ed è quindi un appuntamento non ufficiale per le federazioni nazionali ed internazionali!
Tanto è vero che nella sezione dedicata all’iscrizione, non si chiede nessun tipo di tesserino federale agli atleti che intendono iscriversi, per il nuoto così come per gli altri sport!
veritSiamo stati contattati dal Comitato Organizzatore dei World Master Games di Torino 2013 che ci ha invitati a pubblicare la loro rettifica, poi utilizzata da Triathlonmania.it  in quanto inviata anche a loro, che avevano condiviso la nostra notizia sul loro sito web, in merito a quanto trattato nel nostro articolo. La rettifica elaborata dal Comitato Organizzatore di Torino 2013, inviata da uno dei consiglieri del CO, il sig. Bernardino Chiavola, non fa altro che cercare di offuscare la realtà dei fatti con altri giri di parole, senza affrontare direttamente la questione.

Visto che la rettifica non chiariva in effetti l’argomento, ci siamo resi ovviamente disponibili al Comitato Organizzatore ed al sig. Chiavola per un’intervista da realizzare a tale scopo.
Ci preme chiarire che non è nostra intenzione utilizzare nessun “mezzo” per raccontare una storia o un’altra e fare “notizia” in quanto di argomenti importanti da trattare sul nostro portale, ne abbiamo già in buon numero.
Non abbiamo nessun interesse a screditare l’evento, ma abbiamo il solo interesse di evidenziare ciò che realmente sarà realizzato e quindi raccontare una notizia sulla base di fatti reali, senza inventarci nulla, principio che perseguiamo da sempre con questo portale.
Il giudizio della vicenda resta ai lettori ed a chi eventualmente prenderà parte all’evento, sulla base di fatti e dati reali.

Nei prossimi giorni quindi pubblicheremo l’intervista della verità, dalla quale ognuno potrà trarre le sue personali conclusioni sulla base di informazioni finalmente chiare e dettagliate!

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights