Bolzano1

Corò e Calmasini mondiali sulle Dolomiti! Spettacolo anche al Framaros di Bitonto.

Corò e Calmasini mondiali sulle Dolomiti!
Spettacolo anche al Framaros di Bitonto.

Bolzano1Foto e Servizio del Trofeo delle Dolomiti di Monica Corò
Foto e Servizio del Trofeo Framaros di Alessandra Ferrara
Il 15° Trofeo delle Dolomiti, avvolto in un soffice manto di neve fresca che è caduta per tutto il giorno, si è rivelato come trofeo dei record! Due Record del Mondo messi a segno da Monica Corò e Fabio Calmasini e due Record Italiani siglati da Valeria Vergani ed ancora Calmasini, hanno infatti dato grande lustro e valore aggiunto a questo evento organizzato presso la piscina “Albert Pircher” di Bolzano (vasca corta ad 8 corsie), consumato in tempi “record” grazie anche ad alcune assenze che si sono verificate causa maltempo che ha scoraggiato i meno temerari ad avventurarsi nel cuore delle dolomiti!
Presenti poco più di 400 atleti in gara sul fronte degli oltre 500 iscritti, tra cui anche due rappresentative austriache, la SC Innsbruck e la SU Citynet Hall.
La mattinata di gare si apre con i 400 SL donne con il Record Italiano M40 della bravissima Valeria Vergani della Pratogrande Sport che migliora di oltre 2 secondi e stampa un bel 4’28″84 che le vale ben 1.014,47 punti! Bene anche Bianca Colle, M25 dell’Acquaviva 2001 che segna 4’55″63 per 898,72 punti e Florentina Ciocilteu, M35 della Sport Management SR con 5’06″12 e 877,53 punti.

miglior_prest_masch

Lo spettacolo continua con i 400 stile libero uomini dove uno strepitoso Fabio Calmasini (foto a destra), M45 della Masternuoto Fidenza (nella foto a destra), con 4’05″10 e 1.033,41 punti, strappa il Record del Mondo a Kai Ditzel (GER) che reggeva dal 2008 con 4’05″90! Si difendono bene anche Andrea Maniero, M25 dell’Acquaviva 2001 con 4’13″43 per 942,07 punti ed Alessio Morellato, M30 della Montenuoto SSD con 4’29″48 per 895,17 punti.
Nei 50 rana donne bella gara per Christa Huber, M60 della SSV Brixen che segna 47″98 per 842,23 punti, migliore tabellare femminile della specialità! Fra gli uomini buone prestazioni sopra i 900 punti per Stefan Opatril, M45 dello SC Innsbruck che segna 32″51 per 929,87 punti, Daniele Dissegna, M25 della Nuotatori Trentini con 31″08 per 907,66 punti e Marco Borriello, M50 della Master Aics Brescia con 34″55 per 902,46 punti. Diversi gli altri buoni risultati con Lorenzo Decchino, M30 della Schio Nuoto con 31″59 per 887,94 punti e soprattutto Franco Corradini, M80 della Nuotatori Trentini con 53″27 per 840,44 punti.
Nei 100 dorso il tempo femminile più veloce lo registra una ragazza di categoria U25, classe 1989, Giulia Cecchinello della Riviera Nuoto Veneto con 1’11″31. Non male anche i crono di Valeria Bonetti, M25 della Coopernuoto che segna 1’15″19 per 843,60 punti e Doris Mattivi, M40 della SSV Bozen con 1’17″76 per 854,30 punti. Tra gli uomini è Marco Cavallo, M30 della Civaturs De Akker con 1’04″16 per 873,60 punti, ad essere il più veloce oltre che il miglior punteggio.


Bolzano2La prima sessione di gare si chiude con i 50 stile che trovano tra le donne un bel podio M25 combattuto ed interessante per i risultati con Casa Giulia della Schio Nuoto con 29″70 per 878,11 punti, Sara Carradore della Team Euganeo con 29″93 per 871,37 punti e Laura Minuto della 2001 Team con 30″15 per 865,01 punti. Da segnalare anche Doris Mattivi con 29″93 per 897,09 punti. Si assiste poi al rientro alle competizioni da parte del “famoso” Renè Gusperti, finalista olimpionico dei 50 stile libero sia a Barcellona 1992 che ad Atlanta 1996, quindici volte campione italiano della specialità! Oggi è atleta M40 della Nuotatori Trentini e con 24″76 per 956,79 punti, tempi che faceva a 16 anni, sbaraglia facilmente la concorrenza più giovane! Si lascia infatti alle spalle i pur bravi Vittorio Veroni, M25 della Coopernuoto con 25″77 per 874,66 punti, Simone Zulian, M35 della Centro Nuoto Tezze con 25″62 per 895,39 punti, Alessandro Corsini, M45 della Can Baldesio con 25″79 per 934,08 punti e Marco Borriello, M50 della Master Aics Brescia con 26″94 per 915,74 punti.
Nella sessione del pomeriggio si riparte ancora forte con Fabio Calmasini che si riconferma in grande spolvero anche nei 200 misti dove segna il nuovo Record Italiano con 2’13″67 e 996,41 punti, battendo quindi il precedente ormai storico di 2’15″31 di Marco Colombo del 2007! Record forse strappato anche grazie al ritmo imposto alla gara da Andrea Maniero, M25 dell’Acquaviva 2001 che vince la batteria con 2’10″80 e 945,34 punti. Un bravo Alexander Placheta, M45 dello SC Innsbruck ottiene ben 939,28 punti con il suo 2’21″80, argento alle spalle del record man della giornata Calmasini!
Bolzano3Per le donne è ancora la Vergani protagonista, con un buon 2’29″80 e 973,36 punti, miglior crono e punteggio della gara, davanti a Giulia Cecchinello, U25 della Riviera Nuoto Veneto con 2’37″86 e Bianca Colle, M25 dell’Acquaviva 2001 con 2’41″90 per 874,24 punti.
Nei 50 farfalla donne vince in termini cronometrici Sabina Mussi dei Nuotatori Trentini (M25) con un buon 30″92 e 907,50 punti, seguita da Monica Corò dello Stilelibero (M50) con 32″47 e 948,57 punti e Giulia Casa – Schio Nuoto (M25) con 32″54 per 862,32 punti.
Gara avvincente nei 50 farfalla uomini giocata sul filo dei centesimi, con il veterano Alexander Placheta che si prende una bella rivincita e la spunta su tutti con 27″74 per 940,16 punti! Alle sue spalle si piazzano Simone Zulian, M35 della Centro Nuoto Tezze con 27″71 per 888,13 punti, Davide Borga, M25 della Schio Nuoto con 27″77 per 873,60 punti,
Lorenzo Idi, M40 dell’Ondablu con 28″35 per 903,00 punti che batte anche i rivali di categoria Renè Gusperti che segna 28″38 per 902,04 punti ed Andrea Bettin dei Nuotatori Padovani che segna 28″43 per 900,46 punti!
Poco tempo dopo, nei 100 rana donne, arriva il momento del 2° Record del Mondo della manifestazione ad opera della “solita nota” Monica Corò (foto a destra), M50 dello Stilelibero che con 1’15″22 per 1.081,49 punti ritocca il suo precedente 1’15″76 ottenuto nel marzo 2012 a Trento! Con questo risultato Monica rischia di segnare il miglior crono della specialità anche sui maschi, vinta dal solo Daniele Dissegna, M25 della Nuotatori Trentini che segna 1’08″99 per 898,54 punti!
Nuotatori_TrentiniNei 50 dorso uomini gara emozionante vinta al tocco da Opatril Stefan dello SC Innsbruck (M45) che segna 30″06 e 919,49 punti davanti ad un ottimo Lorenzo Idi dell’Ondablu SC (M40) con 30″44 per 888,30 punti. stessa suspense al femminile con Sabina Mussi dei Nuotatori Trentini che con 33″54 per 889,39 punti vince anche la cat. M25 davanti alla rivale Valeria Bonetti della Coopernuoto con 33″89 per 880,20 punti.
La gara regina dei 100 stile uomini vede vincitore Gianluca Ermeti, M30 della Duemila con 52″85 per 949,67 punti, su Andrea Zanolli, M30 della Amici Nuoto Riva con 56″03 per 895,77 punti e Fabio Piovesan, M35 della Rari Nantes U.O.E.I con 56″57 per 902,95 punti.
Avvincente anche la sfida per il podio M45 vinto da Alessandro Corsini della Can Baldesio con 57″16 per 932,82 punti, davanti a Riccardo Tarricone della Nuotatori Trentini con 58″98 per 904,04 punti e Giorgio Cadin della Nuotatori Trentini con 58″99 per 903,88 punti.
Su 53 Società partecipanti, vince nettamente il duello tra le squadre di casa la Nuotatori Trentini con ben 16mila punti di distacco sulla 2^ classificata, la Buonconsiglio Nuoto! Sale sul podio anche la Rari Nantes Trento con 25.276,52.

2_Meeting_Framaros_DSC_5589Ci spostiamo a Bitonto dove domenica 20 Gennaio 2013 si è svolto il 2° Meeting Framaros presso la piscina Comunale. L’evento organizzato dalla Framaros Sport ha avuto un’ottima risposta dal nuoto master vista la presenza di società provenienti da diverse regioni: Campania, Puglia, Abruzzo, Emilia Romagna. Con quasi 500 atleti in rappresentanza di 41 società partecipanti, il meeting è stato un successo di pubblico, di sport e di sana competizione! Ben 947 le batterie disputate e grazie all’impegno dell’organizzatore Francesco Piccininni e di tutto lo staff, lo spettacolo è stato garantito.
La struttura, una piscina con vasca corta a 6 corsie, ha ospitato i partecipanti garantendo un buon servizio di ristorazione, spogliatoi e spazi a disposizione degli atleti. Spalti risultati un po’ ristretti visto il buon numero di presenti ma che hanno comunque garantito a tutti un’ottima visuale per le gare. La camera di chiamata, ampia e ben organizzata, ha permesso un regolare svolgimento della manifestazione senza ritardi ed inconvenienti.
Il programma gare è stato rispettato perfettamente grazie alla precisione ed al rispetto dei tempi e quindi si è partiti con i 100 misti con la bella prestazione di Maria Mastandrea, cat. M25 della Piscina 90 che ha chiuso in 1’13”69. A seguire i 100 dorso con 56 iscritti, tra i quali spicca il risultato di Andrea Perulli, M25 della Icos Sporting Club con 1’09”78. Lo stesso Perulli si è distinto anche nei 50 rana con un tempo di 33”59. Non male anche la prestazione di Silvia Mazzilli, M25 della Piscina 90 che nei 50 rana ha chiuso in 40”40. Buoni anche i tempi di Francesco Sette, M35 della Murgia Sport con 33”40 e Flavio Guadalupi, M40 del Sottosopra con 34”27. La vittoria tra gli M50 spetta a Gianfranco Cioce della Gestione Polivalente Modugno con 38”37.
2_Meeting_Framaros_DSC_5789I 400 stile libero hanno richiamato l’attenzione di molti atleti tanto da costringere l’organizzazione a chiudere le iscrizioni limitando la partecipazione a 54 iscritti! Ottimo il risultato di Pietro Bozzelli, M30 della M. Sport San Salvo che con 4’20”84 e 924,82 punti si aggiudica la migliore prestazione della giornata (premiazione nella foto a destra)! Degni di nota anche i risultati di Francesco Guglielmi, M25 dell’Aironclub con 4’29”40 e di Antonio Marcianò, M55 della Nuoto Master Terra Ionica con 5’29”39 per gli uomini e Stefania De Bari, M25 della Netium con 5’27″06 per 812,36 punti per le donne.
Con i 400 stile si è chiusa la trance mattiniera e dopo una breve pausa pranzo la competizione è ripartita nel pomeriggio con i 50 farfalla che hanno visto una buona prestazione di Raffaella Perrotta, M40 della Nuoto Master Terra Ionica che con 32”69 risulta la migliore delfinista della giornata. Tra gli uomini si sono distinti Fabrizio Addamiano dell’Aquarius che ha vinto tra gli M25 con 28”07, Luigi Cagnetta, M50 della Gestione Polivalente Modugno che ha concluso con il tempo di 30”88 ed ancora Arcangelo Marcianò, M60 della Nuoto Master Terra Ionica con 35”64.
Nei 100 stile libero buone le prestazioni di Francesco Guglielmi con 57”33 e di Dario Pezzuto, M30 della Icos Sporting Club con 57”62 per gli uomini e Raffaella Perrotta, M40 della Nuoto Master Terra Ionica con 1’06″84 per 887,19 punti per le donne.
2_Meeting_Framaros_DSC_5642La giornata di gare è andata avanti con i 50 dorso in cui si sono distinti i risultati di Maria Mastandrea, M25 della Piscina 90 con 33”39 e di Giuseppe Giordano, M35 con 31”11. Nei 100 rana da sottolineare il risultato di Pietro Bozzelli con 1’09”34 e di Virgilio Panarese, M50 del Sottosopra che ha chiuso in 1’15”98. Ultima gara della giornata sono stati i 50 stile libero con 208 iscritti e tante buone prestazioni. Tra le donne quella di Silvia Mazzilli, M25 della Piscina 90 con 29”62 per ben 880,92 punti e di Maria Pia Argentieri, M35 della Gestione Polivalente Modugno con 30”69 per 861,19 punti. Sfide vinte al centesimo di secondo per i podi M25 ed M30 con Fabrizio Addamiano dell’Aquarius Piscina che con 25″30 per 890,91 punti vince la M25 davanti a Luigi Altamura della Piscina 90 con 25″76 per 875,00 punti e Domenico Petrara del Pianeta Benessere con 25″92 per 869,60 punti e Dario Pezzuto dell’Icos Sporting Club che con 26″39 per 853,35 punti vince la M30 davanti a Stefano Romanazzi della Flipper Nuoto con 26″72 per 842,81 e Davide Cavallo della Sottosopra con 26″72 per 842,81 punti. Da annotare anche Alberto Abbadessa, M40 con 27”53, Giovanni Perugino, M45 dell’Archimede con 26”91 per 895,21 punti e Virgilio Panarese, M50 della Sottosopra con 27″61 per 893,52 punti.
La manifestazione si è chiusa con la mi-staffetta 4×25 stile libero che ha coinvolto pubblico ed atleti che si sono sfidati per vincere non solo il premio per la staffetta più veloce ma anche quello per la staffetta più lenta! Entrambi i premi sono andati alla società Piscina 90.
2_Meeting_Framaros_DSC_5796Come nella scorsa edizione, anche quest’anno l’organizzazione ha consegnato diversi premi, quelli individuali, premiando la migliore prestazione maschile e femminile con un buono di acquisto del valore di 50 euro da spendere presso Media World vinti rispettivamente da Pietro Bozzelli e a Maria Mastandrea, quello per il punteggio tabellare più basso maschile e femminile con un barattolo di Nutella da 5 kg vinto da Geremia Partipilo M30 della Framaros Ssport con 316,54 punti nei 50 dorso ed Annamiria Rinaldi, M25dell’ Aquatika con 469,57 punti nei 50 SL, il premio al più giovane ed al meno giovane femminile e maschile con un orologio ed ancora due barilotti di birra da 5 litri!
La classifica di società ha visto vincere la Gestione Polivalente Modugno a cui è stato assegnato il trofeo “Città di Bitonto” che ha distaccato di circa 20mila punti la 2^ classificata, la Sottosopra che ha preceduto sul podio la Piscina 90. Nuoto Master Terra Ionica, Aironclub Bio-sport, Netium SSD, Ranidae CSSD e Planet Andria SSD sono state premiate con una targa ricordo.
2_Meeting_Framaros_DSC_5812L’organizzatore, Francesco Piccininni ed il suo staff, merita un ringraziamento particolare, non solo per la perfetta riuscita del meeting, ma perché sono riusciti ad emozionare tutti consentendo la partecipazione di due ragazzi disabili, Geremia Partipilo e Mariano Recchia, entrambi tesserati FIN e FINP, che hanno sfidato con tanto coraggio i loro rivali dimostrando di essere dei grandi campioni nello sport e nella vita!
L’appuntamento è per il prossimo anno per il 3° meeting Framaros e sicuramente non mancheranno tante altre sorprese e tante grandi iniziative.

Clicca qui per i risultati completi del 15° Trofeo delle Dolomiti

Clicca qui per i risultati completi del 2° Meeting Framaros

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Clicca qui per la galleria fotografica completa del 2° Meeting Framaros

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine