genova02

L’inverno primaverile segna il fine settimana di Circuito Supermaster FIN! Il Report di Gallarate, Albaro e Flaminio.

L’inverno primaverile segna il fine settimana di Circuito Supermaster FIN!
Il Report di Gallarate, Albaro e Flaminio.

genova02di Paco Clienti
È stato senza dubbio un fine settimana di gare da ricordare a causa delle condizioni meteo anomale che hanno fatto rabbrividire dal freddo gli atleti che hanno preso parte alle competizioni del Circuito Supermaster, sette meeting dei quali sei in vasca scoperta, sotto pioggia, vento ed in balia soprattutto del freddo che a sorpresa ha investito l’Italia intera in questo ultimo week end di maggio!
Dopo lo speciale sull’International Meeting di Firenze (clicca qui per leggere l’articolo) ed i report dedicati sul Cattarinich di Palermo (clicca qui per leggere l’articolo), il Trofeo Terme di Giunone (clicca qui per leggere l’articolo) e quello di Piacenza (clicca qui per leggere l’articolo),completiamo dunque il report della settimana con i meeting di Gallarate, Genova ed il Flaminio di Roma.

gallarate_piscinaLa situazione maltempo non ha risparmiato nemmeno questi tre appuntamenti, disputati tutti sabato 25 maggio e che si sono vissuti in condizioni insolite, disagiate e sicuramente non positive.
La Piscina Comunale di Gallarate, olimpionica ad 8 corsie, ha ospitato il 21° Meeting Città di Gallarate, dove la situazione meteo è stata davvero stravolgente! Temperature assurde e pioggia non hanno fermato gli organizzatori che hanno fatto ciò che potevano per combattere la situazione avversa llla manifestazione! L’impianto coperto è stato messo a disposizione tutto il giorno per il riscaldamento ed è servito anche da riparo per tutti i presenti, solo 452 con ben 398 assenti sugli iscritti, ovvero il 47%! Gli organizzatori hanno modificato l’assetto degli spazi a disposizione portando all’interno anche la camera di pre-chiamata ed hanno fatto si che almeno la vasca potesse avere una temperatura accettabile. Indubbiamente non è stato facile, ma il meeting si è svolto senza troppi musi lunghi, offrendo perfino un nuovo Record Italiano!
Protagonista di questa impresa è stata Daniela Sabatini del Team Insubrika che ha messo a segno un’altra straordinaria prestazione di questa sua stagione al top, segnando 4’57″31 e 952,14 punti nei 400 stile libero con il quale fissa il nuovo limite M45, superando il precedente di Antonella Galloni con 4’57”90 del 2011!

Gallarate

Nei 100 farfalla si sono messe in mostra le due Daniela della NC Milano, la M45 De Ponti con 1’10″30 e 961,59 punti e la M50 Pedacchiola con 1’16″79 e 920,04 punti. Tra i maschi Andrea Toja, M45 della ASA Cinisello che però non è andato oltre l’1’02″05 e 952,94 punti, battuto sul tempo da Giacomo Borroni, M25 della Rari Nantes Legnano con 1’00″91 e 910,69 punti che ha dominato anche i 50 dorso in 29″70 e 902,02 punti, insieme ad Alessandro Corsini, M45 della Canottieri Baldesio con 31″47 e 912,30 punti.
Nei 50 stile libero protagonista assoluta ancora Daniela De Ponti con 28″79 e 962,49 punti, con Fabio Monolo, M45 della Nuotatori Milanesi che è rimasto staccato a 938,19 punti con il suo 26″21.

Il freddo e la pioggia ha sfiancato anche i velocisti dei 100 stile libero nei quali i migliori risultati sono stati di Patrizia Borio, M35 della Rari Nantes Saronno con 1’03″08 e 939,76 punti ed ancora Alessandro Corsini con 58″53 e 935,25 punti.
Nei 100 rana è venuta fuori Serena Rigamonti, M25 del Team Insubrika con 1’19″32 e 928,39 punti, insieme a Simone Battiston, M35 della Rari Nantes Legnano con 1’09″83 e 938,28 punti.
Nei 200 misti segnaliamo la miglior gara con Fabrizio Piciocchi, M35 della Equipe Italia con 2’28″73 e 896,39 punti.
La Rari Nantes Legnano trionfa con 56.687,94 punti, davanti ai rivali storici della Rari Nantes Saronno con 50.345,09 punti ed il Team Insubrika con 32.239,03 punti.

Clicca qui per i risultati completi del 21° Meeting Città  di Gallarate

genova03Condizioni climatiche sfavorevoli anche a Genova dove al Complesso Piscine di Albaro si è tenuto il 1° Trofeo Piscine di Albaro, anche qui con un numero elevato di atleti che hanno dato forfait, ben 152! Tuoni, pioggia e freddo non ha però sconfortato i 242 presenti che hanno dato anima e corpo nella vasca olimpionica a 10 corsie dove, dopo momenti di incertezza per il regolare svolgimento, si sono disputate le gare in stile follia! Nessun record qui, con pochi risultati eclatanti il che sta a sottolineare come le condizioni climatiche abbiano influito sulle prestazioni.

Gare aperte con gli 800 stile libero in cui Alessandro Borgialli, M40 della Aquatica Torino ha dominato in assoluto con 9’09″20 e 963,16 punti.
Nei 50 farfalla un ottimo Stefano Dieterich, M60 della DLF Livorno ha chiuso in 30″81 e 941,90 punti, segnando la migliore prestazione della specialità.
Nei 50 rana i più veloci sono stati Anna Pasero, M25 della Sisport Fiat che ha chiuso in 36″07 e 922,65 punti e Nicola Di Giusto (che ha fornito gentilmente anche le foto), M40 della Nuotopiù Academy con 33″74 e 892,41 punti.
Nei 200 misti femminili si dividono la posta Claudia Radice, M45 della Andrea Doria con 2’46″56 e 924,83 punti che segna il miglior punteggio e Diletta Lugano, M25 della Derthona Nuoto con 2’38″14 e 908,31 punti che segna il miglior crono. Tra gli uomini invece domina Paolo Palazzo, M55 della Andrea Doria con 2’38″97 e 930,18 punti.
genova01Nella pura velocità dei 50 stie libero è Olesya Bourova, M30 della Rari Nantes Sori che segna il miglior crono rosa in 27″80 e 952,88 punti, a soli tre decimi dal record italiano della Irace del 2009! Tra i maschi domina Mauro Rodella, M50 della Aquatica Torino con 27″28 e 915,32 punti
I 50 dorso chiudono la prima sessione con Emiliano Assandri, M40 della Derthona Nuoto che segna la miglior gara in 32″51 e 866,20 punti.
Si riprende con i 100 farfalla in cui segnaliamo Eleonora Ferrando, M40 della Nuotatori Genovesi che chiude in 1’15″95 e 869,26 punti.
Si prosegue con i 200 stile nei quali è Andrea Ferrari, M25 della Derthona Nuoto a segnare la miglior gara in 2’06″11 e 903,26 punti.
Nei 100 rana i protagonisti sono ancora Anna Pasero per le donne con 1’18″19 e 941,81 e Nicola Di Giusto con 1’15″41 e 888,48 punti per gli uomini.
Chiudono le gare i 100 stile libero con Grazia Gavoglio, M60 della Nuotatori Rivarolesi, unica gara oltre i 900 punti con 1’16″21 e 909,59 punti.
La vittoria finale va alla Nuotatori Genovesi con 81.004,89 punti, davanti alla Pol. Pontecarrega e l’Andrea Doria ben staccate dietro.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Clicca qui per i risultati completi del 1° Trofeo Piscine Di Albaro

Difficoltà e condizioni pessime anche a Roma dove il 13° Meeting Flaminio SC (foto di Giacomo Iacomino), svolto presso l’olimpionica a 10 corsie del Centro Federale Pietralata, si è disputato con non pochi problemi, causando anche qui un assenteismo elevato, con 769 atleti presenti sugli oltre 1.000 iscritti! Il timido sole della mattina, coperto completamente da nuvole grigie e pioggia, non sono stati gli unici fattori negativi dell’evento, caratterizzato anche da alcune difficoltà di gestione legate a diversi fattori. La concomitanza con le gare dei ragazzini nella piscina coperta, ha causato di conseguenza l’impossibilità di utilizzare gli spazi interni, con il riscaldamento che si è dovuto fare al gelo e sotto la pioggia!

Le gare si sono aperte con i 50 farfalla in cui Luca Belfiore, M40 della Zero9 che si è fermato a 26″89 e 960,21 punti, seguito da Vincenzo Ragno, M25 del Circ. Tennis Foro Italico con 27″30 e 912,09 punti e Ronald Hernandez Perez, M35 del Latina Aquateam con 27″59 e 917,00 punti.
Nei 100 stile Arianna Alfano, M25 dello SC Tuscolano segna il miglior crono rosa in 1’03″75 e 915,61 punti, con Franco Mei, M25 del Forvm SC che domina invece la velocità maschile con 55″82 e 926,37 punti, davanti a Filippo Tenneriello, M30 dell’Empire Roma con 56″29 e 917,57 punti ed ancora Ronald Hernandez Perez con 56″70 e 922,93 punti, tutti superati in punteggio da Andrea Cabiddu, M45 del Flaminio SC con 57″69 e 948,86 punti.
Nei 50 dorso Barbara Ciotti, M40 del Flaminio SC domina al femminile in 34″25 e 933,43 punti, mentre invece uno scampolo di disputa lo regala la cat. M50 con Francesco Pettini dell’Empire Roma che deve faticare in 31″73 e 936,02 punti per tenere a bada l’avversario Alessandro Bonanni della Vis Nova con 31″86 e 932,20 punti.
Nei 100 rana buona la gara in chiave di preparazione per il 200 rana di Elena Piccardo, M25 del Salaria Nuoto che chiude in 1’21″00 e 909,14 punti, ma la scena è tutta per 
Liana Corniani, M55 del Forvm SC che chiude in 1’29″12 e 981,15 punti, riuscendo a migliorare di quasi due secondi il Record Italiano da lei stessa detenuto dagli Italiani di Ostia 2011!

Flaminio_Roma

La prima sessione termina con i 400 misti ben interpretati da  Marco Tenderini, M45 del Flaminio SC che segna 5’05″60 e 972,77 punti e Massimo Giardino, M50 della Canottieri Aniene con 5’29″13 e 933,07 punti.
Si riparte sotto la pioggia con i 200 misti in cui Susanna Sordelli, M55 del Forvm SC regola la categoria femminile in 2’55″61 e 978,36 punti, mentre Paolo De Laurentiis, M45 della Nuotopiù Academy con 2’22″04 e 973,95 punti ed Alessandro Tiberti, M50 della Canottieri Aniene con 2’24″49 e 987,33 punti, si rendono protagonisti assoluti al maschile. I risultati dei 50 stile sono condizionati molto dal maltempo, con nessun crono sotto i 26” ed Andrea Cabiddu che segna il migliore tabellare in 26″37 e 932,50 punti. Nei 200 dorso c’è ancora la Sordelli a farsi largo tra le donne con 2’56″73 e 971,48 punti, mentre tra gli uomini superano la pioggia Mirko Beghin, M35 della Larus Nuoto con 2’25″18 e 907,84 punti e Gianni Zaottini, M70 del Flaminio SC con 3’18″26 e 911,08 punti che segna anche il nuovo Record Italiano detenuto dal 2012 da Giuseppe Bove con 3’25”03!
Nei 50 rana dominio di Daniela Petracchi, M50 del Salaria Nuoto con 39″85 e 939,02 punti, mentre tra gli uomini si dividono la posta Gavino Meloni, M25 del Gruppo Pesce con 31″38 e 920,01 punti e Fabio Mazzocchi, M40 del Forvm SC con 32″66 e 921,92 punti.
Chiudono la grigia giornata i 100 farfalla in cui sono due atleti della Canottieri Aniene in particolare che combattono contro il clima e segnano le migliori prestazioni, Laura Palasciano, M40 con 1’14″05 e 891,56 punti e Massimo Giardino, M50 con 1’08″63 e 887,22 punti.
Il trofeo va ai padroni di casa del Flaminio SC, nettamente davanti al Forvm SC ed Empire Roma che torna sul podio società dopo tempo immemore!

Clicca qui per i risultati completi del 13° Meeting Flaminio SC

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights