Camille_Muffat

La Muffat domina Milano, ma la Pellegrini c’è!

La Muffat domina Milano, ma la Pellegrini c’è!
Spettacolari anche i paralimpici con tre Record Italiani.

Camille_Muffat

di Paco Clienti
Si è definitivamente conclusa ieri, con le gare dei giovani, la IV edizione del Trofeo Città di Milano, manifestazione sempre più interessante, organizzata in maniera eccellente dalla società Nuotatori Milanesi che si è disputata nel week end presso la piscina olimpionica “D. Samuele” che ha regalato i primi sprazzi di spettacolo in attesa degli imminenti Campionati Italiani Primaverili che si disputeranno a Riccione dall’8 al 12 aprile. Nonostante si tratti di un periodo nel quale gli atleti sono sotto carico di lavoro proprio in preparazione del crocevia principale riccionese per arrivare ai Campionati Europei di Berlino, non sono mancati i buoni risultati.
Sempre davanti a tutte la transalpina Camille Muffat (nella foto a destra) che a Milano ha fatto suoi i 200 stile libero che hanno aperto la competizione nella giornata di venerdì, chiudendo in 1’58”27 davanti ad Alice Mizzau che ha toccato la piastra a 1’58”53, i 100 stile libero dominati 55”44 ancora davanti ad Alice Mizzau con 56”18 ed i 400 stile libero con 4’08”35 davanti ad Aurora Ponselè con 4’10”53. Soddisfatta la Muffat che ritiene molto validi i riscontri ottenuti a Milano in ottica del percorso stagionale in preparazione per i Campionati Francesi ed i Campionati Europei. Nei 200 stile uomini ha vinto Filippo Magnini con 1’49”64, risultato del quale il pesarese si ritiene soddisfatto. Nonostante il forte carico di lavoro che si portava sulle spalle, Federica Pellegrini si è aggiudicata i 200 dorso con il bel crono di 2’09”56, molto meglio dei Campionati Italiani invernali (2’10”19) e a un secondo e mezzo dal crono fatto ai Campionati Italiani primaverili della scorsa stagione con i quali sfiorò il Record Italiano di Alessia Filippi.

Federica_PellegriniDavanti a tutti tra gli uomini Damiano Lestingi con 2’01”45. Buona prova nei 200 farfalla, per Stefania Pirozzi che ha chiuso in 2’10”15, in linea con il lavoro svolto nella prima parte della stagione, poco meglio del crono fatto ai Campionati Italiani invernali (2’10”42). Tra gli uomini si è imposto Matteo Pellizzari con 1’59”32. Francesca Fangio con 2’30”39 e Luca Pizzini con 2’13”42 si sono aggiudicati i 200 rana. Sembra essere un accenno di forma smagliante quello di Martina Rita Caramignoli che nei 1500 stile libero ha chiuso in 8’35”45, molto meglio del crono fatto a dicembre agli italiani e vicina alla prestazione fatta agli italiani primaverili della scorsa stagione (8’35”16). Imprendibile tra gli uomini, in questa occasione, Gergo Kis che nei 1500 stile libero chiude davanti a tutti in 15’01”71, seguito da Gregorio Paltrineri con 15’10”87. Il magiaro farà poi suoi anche i 400 stile libero con 3’48”43 davanti a Gabriele Detti con 3’51”11.
Nei 50 farfalla che hanno aperto la seconda giornata hanno vinto Elena Gemo con 26”66 davanti ad una affaticata Ilaria Bianchi in 27”37 ed Andrey Govorov con 23”76 davanti a Piero Codia con 24”15. Niccolò Bonacchi (55”90) e Federica Pellegrini con 1’01”03 si sono aggiudicati i 100 dorso, mentre Andrea Toniato (27”87) e Martina Carraro (31”83) hanno messo la mano davanti nei 50 rana. Sempre spettacolari i 100 stile libero uomini che hanno visto sul gradino più alto Filippo Magnini con 49”58, vicino al 49”20 con il quale arrivò al 4° posto ai primaverili 2013. Dominio netto di Stefania Pirozzi e Federico Turrini nei 200 e 400 misti, rispettivamente 2’16”39 e 4’42”82, ottimo soprattutto quest’ultimo per la Pirozzi e 2’02”93 e 4’23”05 per il livornese. I 100 farfalla sono andati a Piero Codia con 53”23 per gli uomini ed Ilaria Bianchi con 59”05 per le donne. Vittoria e risultato interessante di Arianna Barbieri nei 50 dorso chiusi in 28”80, a 2 decimi e 4 dal crono fatto ad aprile dello scorso anno. Per gli uomini ha vinto Niccolò Bonacchi con 25”75. Nei 100 rana il gradino più alto del podio è stato occupato da Arianna Castiglioni con 1’09”33 e Andrea Toniato con 1’02”60. Bella vittoria anche per Giorgia Biondani che fa sua la velocità pura dei 50 stile libero segnando 26”16, guadagnandosi ulteriore rispetto in vista degli italiani di aprile. Tra gli uomini è ancora l’ucraino Andrey Govorov a toccare la piastra per primo in 22”66 davanti a Marco Orsi con 22”73.
Federico_MorlacchiIl 4° Trofeo Città di Milano è stato arricchito addirittura da alcuni Record Italiani, impresa che è riuscita agli atleti paralimpici in gara per la FINP nelle giornate di venerdì per le donne e sabato per gli uomini. Giulia Ghiretti, classe SB4 (Ego Nuoto Parma) e la quindicenne Martina Rabbolini, classe SB12 (GS Non Vedenti Milano) sono state le protagoniste che hanno infranto il Record Italiano nelle rispettive classi di disabilità, la prima, tra l’altro vincente nella finale open a punti, nei 100 rana SB4 con il crono di 2’05″40 (precedente 2’07″31) e la seconda nei 100 rana SB12 con 1’42″04 (precedente 1’44″72). Nel giorno seguente ha dato una seconda passata Federico Morlacchi (PolHa Varese – nella foto a destra) che nei 100 stile libero ha ulteriormente abbassato il primato italiano classe S9 portandolo a 57″43 (precedente 57″78) ed aggiudicandosi la finale con 973,01 punti davanti a Fabrizio Sottile con 55”66 (946,10 punti) ed un ottimo Simone Ciulli con 57”17 (907,47 punti).

Clicca qui per i risultati completi del IV Trofeo Città di Milano

Clicca qui per i risultati completi degli atleti FINP al IV Trofeo Città di Milano

Commenta i nostri articoli sui Social Network.
Swim4life è anche su:

Facebook, diventa fan: www.facebook.com/Swim4life.it
Twitter, diventa follower: www.twitter.com/Swim4life_it

Swim4life – All rights reserved

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights