tucci_gabriella

Migliorare a 76 anni? Si può! La Tucci fissa due Record Italiani a Gallarate.

Migliorare a 76 anni? Si può! La Tucci fissa due Record Italiani a Gallarate.
Vince ancora la Rari Nantes Legnano, ma da ora la testa è a Riccione.

tucci_gabrielladi Paco Clienti
A meno 3 dall’ultimo meeting della stagione, in attesa dei verdetti che daranno i Campionati Italiani che quest’anno saranno la “finalissima” del Circuito Supermaster FIN, iniziamo questo penultimo tour di report master della settimana dal 22° Meeting Città di Gallarate, organizzato dalla società NC Gallarate presso la vasca olimpionica ad 8 corsie della città di Gallarate che sabato 31 maggio ha visto la partecipazione di 621 atleti (733 iscritti) in rappresentanza di 74 società.

Protagonista della giornata di Gallarate è stata Gabriella Tucci, M75 del Malaspina SC che ha confezionato due Record Italiani, uno nei 100 rana fermando il crono a 1’56”73, con il quale è riuscita a migliorare l’1’56”82 da lei stessa stabilito nella scorsa stagione ed il secondo nei 50 stile libero, chiudendo in 42”29, migliorando il personale fatto nelle ultime due stagioni, con il quale ha cancellato il primato di 46”02 detenuto da Franca Parodi dal 2009.
Fuori programma, al termine della sessione del mattino, arriva anche un Record Europeo nella 4×200 stile libero siglato dalla formazione Mi-Staffetta M120-159 della Gestisport con il crono di 8’49″74!


Presente all’evento anche lo stand ufficiale Boneswimmer, ormai il marchio più cool del nuoto italiano, ma adesso andando per ordine di cronaca, la giornata è iniziata con i 400 stile libero segnati al femminile da Roberta Maggioni, M35 della Canottieri Lecco che realizza il miglior crono e punteggio rosa con 4’47”17 e 949,40 punti. Da segnalare tra le migliori donne anche Samuela Marinetti, M35 della Rari Nantes Legnano, argento con 4’50”98 e 936,97 punti e Cesira Piera Martin, M55 della Rari Nantes Legnano con 5’54”60 e 878,93 punti. Dominio netto anche tra gli uomini con Igor Piovesan, M40 della Rari Nantes Novara che segna 4’26”34 e 955,70 punti, molto distante da quel 4’12”99 di febbraio con il quale ha registrato il limite italiano, ma probabilmente appesantito dalla preparazione finale per i Campionati Italiani. Tra i migliori maschi si distinguono anche Stefano Perego, M25 del Team Insubrika con 4’38”91 e 880,25 punti e Filippo Negri, M55 della Nuotatori Milanesi con 5’16”37 e 872,65 punti.
Boneswimmer_stand_GallartaeNei 100 farfalla bella gara di Daniela De Ponti, M45 della NC Milano che segna 1’09”74 e 968,31 punti, miglior crono e migliore prestazione assoluta della manifestazione. Da segnalare anche Daniela Pedacchiola, M50 della NC Milano con 1’15”50 e 930,60 punti e Lucilla Corio, M45 della Rari Nantes Saronno con 1’18”69 e 858,18 punti. Tra i maschi si mette i evidenza Andrea Toja, M45 della ASA Cinisello che chiude in 1’01”45 e 960,78 punti, miglior punteggio assoluto maschile della manifestazione. In termini cronometrici gli arrivano davanti l’U25 Oscar Bottini della Rari Nantes Legnano che segna 58”84 e Stefano Folle, M25 della Rari Nantes Saronno con 59”82 e 924,27 punti. Da notare anche Gianni Stefano Bertoli, M55 della NC Milano con 1’08”43 e 925,62 punti e Leonardo Federici , M30 della Rari Nantes Legnano con 1’00″51 e 920,18 punti. La mattinata prosegue con i 50 dorso dominati al femminile da Margherita Pozzi, M25 della Gestisport con 32”97 e 927,81 punti, un secondo sopra al Record Italiano della Lugano, mentre tra gli uomini si dividono la posta Angelo Pellegatta, M35 della Caronno Pordenone Nuoto con 30”33 e 907,35 punti, miglior crono e Daniele Lupi, M45 della Il Cigno con 31”26 e 916,51 punti, miglior punteggio. Sfiora i 900 Andrea Toja con 31”84 e 899,81 punti. I 50 stile libero che chiudono la prima sessione vedono ancora in prima Daniela De Ponti con 28”96 e 956,15 punti, mostrando uno stato di forma che incuriosisce in chiave italiani. Oltre al primato italiano della Tucci già segnalato, riportiamo tra le migliori prove rosa anche quelle di Alessandra Robbiati, M40 della Aqvasport Lario con 29”29 e 926,25 punti e Paola Masoero, M40 della Oasi Laura Vicuna con 29”86 e 908,57 punti. Stefano Garzonio, M30 della Robur Et Fides detta legge tra gli uomini mettendo la mano davanti a tutti in 24”85 e 934,00 punti che è anche il miglior tabellare della specialità, un solo centesimo di secondo davanti a Oscar Bottini con 24″86. Da notare anche le prestazioni di Andrea Maria Alberti, M45 della ASA Cinisello con 26”65 e 922,70 punti e Paolo Piscaglia, M40 della Geas con 26”51 e 912,86 punti.

Terminata la breve pausa, si riprende con la seconda sessione che inizia forte con i 100 stile libero segnati al femminile da Samuela Marinetti con 1’02”28 e 950,71 punti, miglior crono e punteggio ed al maschile da Davide Stell, M40 della Busto Nuoto con 56”47 e 940,85 punti che si laureano califfi della velocità della giornata. Tra i migliori riscontri femminili segnaliamo anche Sara Ballarini, M25 della Rari Nantes Legnano con 1’02”36 e 936,02 punti e Paola Masoero con 1’06”85 e 902,02 punti, mentre tra quelli maschili Ignazio Secci, M25 della Aics Pavia con 57”14 e 904,97 punti, Paolo Piscaglia con 58”75 e 904,34 punti e Stefano Drago, M30 della Milano Nuoto Master con 57″70 e 893,24 punti. Si passa ai 100 rana nei quali è Serena Rigamonti, M25 del Team Insubrika a mettere la mano davanti a tutte le donne segnando 1’18”88 e 928,37 punti, superata solo al tabellare da Gabriella Tucci che come già detto in apertura sigla il nuovo Record Italiano con 1’56”73 e 931,12 punti. Tra gli uomini è Emiliano Pablo Gallazzi, M40 della Rari Nantes Legnano a mettersi in evidenza segnando miglior crono e punteggio con 1’10”83 e 936,61 punti, crono metricamente alle spalle soltanto dell’U25 Edoardo Gatti della Rari Nantes Novara con 1’09”68. Tra i migliori riscontri anche Vittorio Federici, M35 della Rari Nantes Legnano con 1’13”45 e 890,54 punti e Walter D’Angelo, M50 della Milano Nuoto Master con 1’20”72 e 879,09 punti. Nei 200 misti che chiudono la giornata, bellissima batteria finale maschile che vede davanti a tutti Leonardo Federici con 2’17″80 e 930,41 punti, seguito a ruota da Simone Battiston, M35 Rari Nantes Legnano con 2’19″72 e 951,69 punti, miglior tabellare della specialità e Giacomo Borroni, M25 con Rari Nantes Legnano con 2’21″06 e 915,36 punti. Paola Brusadelli, M35 della Leccolimpica Nuoto segna il miglior crono e tabellare rosa con 2’48″26 e 879,35 punti, ma tra i migliori riscontri femminili segnaliamo anche Jane Ann Hoag, M45 della Rari Nantes Novara 2’54”91 e 877,99 punti.
È la Rari Nantes Legnano che bissando la vittoria della scorsa stagione, si aggiudica anche questa edizione del trofeo con 51.460,49 punti davanti al Team Insubrika con 32.997,09 punti e Asa Cinisello con 31.447,25 punti. Ai piedi del podio la Gestisport Coop con 30.846,30 punti.

Clicca qui per i risultati completi del 22° Meeting Città di Gallarate

Commenta i nostri articoli sui Social Network.
Swim4life è anche su:

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Facebook, diventa fan: www.facebook.com/Swim4life.it
Twitter, diventa follower: www.twitter.com/Swim4life_it

Swim4life – All rights reserved

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine