Campionati_Italiani_Master_FIN_2014_IMG_3289

La pioggia non mette in ginocchio i Master!

La pioggia non mette in ginocchio i Master!
Acqua, dal cielo, e fulmini non fermano lo spettacolo dei Campionati Italiani.

Campionati_Italiani_Master_FIN_2014_IMG_3289

di Paco Clienti
Uno staff eccellente e preparato, un’organizzazione impeccabile ed un movimento master emozionante per il livello di impegno e dedizione profuso, non si lasciano fermare dal cielo livido che non lascia scampo ai dorsisti maschi, costretti alla resa sulla vasca esterna. Nonostante tutto, il sunto del day 3 dei Campionati Italiani Master FIN di Riccione 2014 è di 8 Record Italiani!
La giornata di ieri si è aperta con i 400 stile libero che hanno offerto un bellissimo testa a testa costante che ha  impreziosito l’ultima serie dei 400 stile M25 comandati da Martina Benetton della Natatorium Treviso che ha fermato il crono a 4’39”13 e 946.37 punti, controllando e tenendo leggermente distante l’agguerrita Mariapia Longobardi del CU Bari che ha chiuso in 4’40”07 e 943.19 punti.

Campionati_Italiani_Master_FIN_2014_IMG_2696Tra gli atleti che si sono messi più in evidenza segnaliamo Roberta Maggioni, M35 della Canottieri Lecco con 4’43”34 e 962.24 punti, Cristina Tarantino, M55 del Circolo Canottieri Aniene con 5’27”25 e 952.39 punti ed Eleonora Ferrando della Nuotatori Genovesi che agguanta il titolo italiano segnando 5’04”28 e 930.33 punti ai danni della siciliana Giulia Noera della Waterpolo Palermo che chiude in 5’04”57 e 929.44 punti.
Accesa sfida anche tra gli uomini nella serie finale M45 nella quale un elegante Dino Schorn de Il Gabbiano Napoli ha dettato i ritmi ed imposto la gara segnando il crono di 4’28”08 e 959.00 punti davanti a Marco Tenderini del Flaminio Sporting Club che ha tentato in tutti i modi di tenergli testa, fermandosi però a 4’29”05 e 955.55 punti. Tra i risultati più rilevanti dei 400 stile maschile segnaliamo Marco Alessandro Bravi, M55 della Esseci Nuoto con 4’45”55 e 966.84 punti, Claudio Berrini, M60 del Centro Nuoto Bastia con 5’08”19 e 951.49 punti, Pietro Bozzelli, M35 della Mille Sport San Salvo con 4’25”42 e 943.34 punti, all’esordio ai Campionati Italiani Master e già al suo secondo oro su due, Marco Urbani, M25 della Sportiva Nuoto Grosseto con 4’17”81 e 952.29 punti e Yuri Gotti, M30 della Master Aics Brescia con 4’15”79 e 955.16 punti, il crono più veloce della giornata.
Campionati_Italiani_Master_FIN_2014_IMG_3082La sessione del mattino si completa con i 50 Farfalla nei quali la sfida più accesa tra le donne si consuma nella categoria M45 conquistata da Daniela De Ponti della Nuoto Club Milano con 30”53 e 971.50 punti davanti a Ilaria Tocchini della Nuotopiù Academy con 30”54 e 971.19 punti e Vlada Bourova della Rari Nantes Sori con 31”54 e 940.39 punti. Roberta Crescentini, M35 della Larus Nuoto segna il crono più veloce ed il miglior tabellare della specialità con 28”49 e 1.010,1 punti. Tra le migliori prestazioni rosa segnaliamo inoltre Chiara Mazzoni, M30 della 01 Zerouno Firenze con 29”36 e 967.30 punti e Giulia Cecchinello della Riviera Nuoto – Dolo che si aggiudica il titolo italiano M25 con 29”90 e 946.49 punti davanti a Sara Papini della Firenze Nuota Master con 30”22 e 936.47 punti e Giulia Fucini della Chimera Nuoto con 30”41 e 930.61 punti.
Tra gli uomini segnaliamo la bella vittoria di Eros Losa della Bergamo Swim Team che con 27”68 e 950.14 punti soffia il titolo italiano M45 ad Andrea Toja della ASA Cinisello Balsamo con 27”83 e 945.02 punti. Particolarmente avvincente anche la categoria M25 vinta da Rudy Lazzaro della Riviera Nuoto – Dolo con 26”16 e 950.69 punti davanti a Simone Corbò della 01 Zerouno Firenze con 26”16 e 950.69 punti e Luca Corazzi del Forum Sport Center con 26”19 e 949.60 punti. Tra i migliori riscontri segnaliamo infine Luca Belfiore, M40m 1973 Zero9 Roma con 27”12 e 947.27 punti , Michele Galvagno, M35 della Derthona Nuoto con 26”66 e 944.49 punti e Yojan Fidel Garcia Viel, M30 della Sisport Fiat con 25”90 e 965.64 punti.
La sessione pomeridiana si apre con un sottofondo di fragori inquietante, con i tuoni che annunciano il temporale imminente. I 50 dorso maschili che si svolgevano nella vasca esterna, ne pagano le conseguenza e dopo essere andati ancora avanti nonostante le condizioni meteo avverse, si è stati costretti a sospendere la sessione e portarsi al riparo quando il cielo e la pioggia proprio non ne hanno voluto sapere. Ma serve ben altro per mettere in ginocchio i master, sia gli atleti che con grande vigore a passione superano ogni ostacolo o barriera, sia gli organizzatori, con il gruppo della Polisportiva Comunale di Riccione che ancora una volta si conferma essere all’altezza della situazione! Molti altri al loro posto sarebbero andati in palla con l’acqua ed il vento che consumavano una vera e propria tempesta che sembrava essersi abbattuta soltanto sullo Stadio del Nuoto. Non un momento di incertezza e solo sangue freddo nel prende le migliori decisioni di gestione opportune al momento che hanno fatto si che le gare potessero proseguire tutte all’interno, riorganizzando la camera di pre-chiamata e schiacciando il piede sull’acceleratore per non soccombere alle 25 serie delle mi-staffette 4×50 stile libero, ottenendo un risultato straordinario che merita un super plauso.
Campionati_Italiani_Master_FIN_2014_IMG_3414Due Record Italiani tra gli uomini, con Giuseppe Avellone, M70 della Disc. Sport. Belle Arti che ferma il crono a 39”62 e 921.50 punti migliorando il suo già record di 39”72 fatto a maggio e Gianni Stefano Bertoli, M55 della Nuoto Club Milano che ha segnato 31”53 e 977.48 punti, migliorando si il suo stesso Record Italiano scritto con 31”60 a marzo, ma ad un passo dal Record Europeo detenuto dallo spagnolo Mario Lloret con 31”42 del 2012! Bellissimo confronto nella M45 vinta da Giuseppe Tiano del Malaspina Sport Club con 30”04 e 953.73 punti davanti ad Andrea Toja con 30”16 e 949.93 punti e Luca Vigneri della Sportiva Sturla con 30”33 e 944.61 punti. Altro e tanto interessante quello in M40 vinta da Gianluca Lapucci della Larus Nuoto conquista il titolo italiano in 29”57 e 946.23 punti davanti a Raffaele Lococciolo della Nuotopiù Academy con 29”74 e 940.82 punti. Tra i migliori riscontri segnaliamo inoltre Francesco Pettini, M50 della Empire Roma con 31”12 e 952.76 punti ed Entoni Cantello, M25 della Master Aics Brescia che segna il crono più veloce con 27”74 e 962.87 punti.
Tra le donne segnaliamo il Record Italiano siglato da Simona Corrado, M25 del Club L’Aquila Nuoto che segna 31”98 e 956.54 punti, strappando il primato ed il titolo italiano. Tra i migliori riscontri segnaliamo anche Desiree Cappa del Villaggio Sport. Eschilo vince la M30 con 31”90 e 946.39 punti davanti a Diletta Lugano della Derthona Nuoto con 32”10 e 940.50 punti e Maria Alwine Eder, M50 della Pol. Nadir – Palermo che chiude in 35”52 e 944.54 punti.
Nei 100 Rana che seguono si realizzano altri due Record Italiani, uno con Gwendolen Kaspar, M85 del Flaminio Sporting Club con 2’49”16 e 902.81 e l’altro con Lorenzo Merli, M55 del Centro Nuoto Bastia con 1’18”76 e 935.88 punti con il quale cancella lo storico Franco Araldi con 1’18”80 del 2007. Molti i risultati over 950 punti delle donne, tra i quali segnaliamo Liana Corniani, M55 del Forum Sport Center con 1’28”96 e 975.38 punti, Daniela Petracchi, M50 della Roma Nuoto Master con 1’26”93 e 952.03 punti ed Elena Piccardo, M25 della Roma Nuoto Master con 1’16”71 e 954.63 punti.
Campionati_Italiani_Master_FIN_2014_IMG_3491Tra gli uomini come non citare Mario De Giampietro, M90 classe 1923 della Pol. Garden Rimini che vince il titolo con 2’41”81 e 934.55 punti. La categoria più combattuta si rivela la M30 conquistata dal favorito Andrea Cavalletti del Team Marche Master con 1’07”23 e 962.37 punti davanti a Matteo Panciroli della Villa Bonelli Nuoto con 1’08”55 e 943.84 punti ed Alfonso Donadio della Alba Oriens – Casandrino con 1’10”81 e 913.71 punti. Tra i migliori risultati segnaliamo inoltre Fabio Servadio, M50 del Centro Nuoto Bastia con 1’12”52 e 978.49 punti, Andrea Cabiddu, M45 del Flaminio Sporting Club con 1’10”23 e 974.09 punti e Simone Battiston, M35 della Rari Nantes Legnano che stavolta salvo da squalifiche dubbie, vince in 1’08”74 e 951.56 punti.
L’intensa, dura, ma ancora spettacolare terza giornata dei Campionati Italiani Master si conclude con le mi-staffette 4×50 Misti che divertono il pubblico con tre Record Italiani, siglati dalla M240 del Forum Sport Center con 2’23”45 cancellando il Malaspina S.C. con 2’28”29, la M200 della Waterpolo Palermo con 2’06”38 con il quale migliora di 4 decimi circa il suo già record siglato in questo finale di stagione e la M100 della Master Aics Brescia con 1’58”32 con il quale abbatte quello della Rari Nantes Aprilia con 2’00”21 del 2012.

Campionati_Italiani_Master_FIN_2014_IMG_3711Ricordiamo che lo staff di Swim4Life è presente nello Stadio del Nuoto di Riccione con uno stand ufficiale. Passate a trovarci e partecipate al concorso Sorridi e vinci Swim4Life ai Campionati Italiani Master di Riccione 2014!

Ricordiamo inoltre che Casa Nuoto Extremo, negozio temporaneo di Nuoto Extremo a Riccione, premia gli atleti maschio e femmina della giornata che si avvicinano di più agli 800 punti tondi e le migliori prestazioni di ogni specialità di gara. Il negozio è in via Emilia, 21, a pochi passi dallo Stadio del Nuoto.

Galleria foto dei Campionati Italiani Master 2014

Concorso Sorridi e vinci Swim4Life ai Campionati Italiani Master di Riccione 2014

Clicca qui per i risultati in tempo reale

Start-List Campionati Italiani Nuoto Master 2014

Start-List 800 stile libero Campionati Italiani Nuoto Master 2014

Programma Gare Campionati Italiani Master Riccione 2014

Regolamento

Moduli iscrizione staffette

Commenta i nostri articoli sui Social Network.
Swim4life è anche su:

Facebook, diventa fan: www.facebook.com/Swim4life.it
Twitter, diventa follower: www.twitter.com/Swim4life_it

Swim4life – All rights reserved

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights