Start_European_Swimming_Championship_Berlin_2014

Europei Assoluti Berlino 2014, non proprio tutto perfetto.

Europei Assoluti Berlino 2014, non proprio tutto perfetto.
Emozioni e grande partecipazione, forse troppa e non prevista dai tedeschi.

Start_European_Swimming_Championship_Berlin_2014

di Paco Clienti da Berlino
Entrare nel Velodromo dell’Europa-Sportpark di Berlino dove si sta disputando la 32esima edizione dei Campionati Europei di Nuoto Assoluti, toglie il fiato dal punto di vista dello spettatore e questo è innegabile. Accedere alla platea di forma ovale illuminata come se ci fosse il sole sulla vasca olimpionica tedesca ed essere consapevoli che in quella vasca ci nuoterà l’idolo per il quale si tiferà a perdifiato, è sicuramente emozionante. Su questo l’organizzazione di Berlino 2014 ha lavorato bene, ma non è tutto ciò che basta per poter dire che questi Europei sono favolosi.
Iniziamo proprio dalla vasca, ma dal punto di vista degli atleti. Tanto si è discusso del soffitto che sovrasta il luogo di competizione che proprio non è andato giù ai dorsisti. Sbandamenti e disorientamenti si sono visti in diversi atleti che hanno trovato non poche difficoltà a trovare un riferimento che gli consentisse di tenere una rotta regolare durante la gara.

Start_Backstroke_European_Swimming_Championship_Berlin_2014E i blocchi di partenza? Non li abbiamo provati di persona, ma non sembrano eccezionali e sicuramente il colore nero non è meglio del classico blue. Ma forse manca qualcosa anche dal punto di vista degli spettatori. La pista del Velodromo fa effetto, ma probabilmente sarebbe stata più bella se ricoperta da un tappeto colorato per l’occasione dei Campionati Europei, mentre i posti a sedere sembrano scarseggiare! Se è vero che le batterie di eliminazione delle sessioni del mattino sono poco frequentate, le sessioni pomeridiane con semifinali e finali, sono piene a tappo! Probabilmente i tedeschi non si aspettavano così tanta partecipazione del pubblico e lo si percepisce anche dal modo in cui è stato pensato ed organizzato il Merchandising di questi Europei. La famosa goccia Drops, ovvero la mascotte disegnata per i Campionati, è stata riprodotta in pupazzi di peluche solo in 400 pezzi circa che sono andati terminati in soli due giorni. Anche il personale dei volontari addetti pare essere sorpreso di questa mancanza, confessando che probabilmente si sono riprodotti pochi pezzi e che non ci si aspettava di andare in sold out così presto.
Marco_Koch_European_Swimming_Championship_Berlin_2014A parte queste osservazioni, c’è da dire anche che c’è massima attenzione nel gestire questa settimana di Campionati Europei, con un numero impressionante di volontari messi in ogni angolo dell’impianto sportivo che stanno dando l’anima perché tutto funzioni in maniera regolare e le emozioni non mancano. Anche oggi c’era una bella fila per farsi una foto ed ottenere un autografo da Marco Koch, l’atleta di casa che sta facendo impazzire i tedeschi e che ieri si è aggiudicato i 200 rana. Dopo aver raccontato quelle vissute nelle finali della giornata di ieri (clicca qui per leggere il report), con la prestazione da cardiopalma delle nostre “Italia Wonder Women” che sono riuscite a far esplodere il tifo italiano vincendo l’oro nella Staffetta 4×200 stile libero, tiriamo le somme anche sulle semifinali disputate. Prima su tutte quella dei 100 stile libero nei quali gli Azzurri hanno ben figurano con Luca Leonardi che ha fatto registrare il 3° tempo, 48”67 e Luca Dotto che ha chiuso al 4° posto con 48”68 accedendo entrambi alla finale che si terrà oggi pomeriggio. Fuori dalla semifinale Marco Orsi che pur avendo ottenuto il 4° tempo assoluto non ottiene il pass per la finale essendo il terzo atleta Italiano dopo Leonardi e Dotto (passano solo due atleti per nazione). Stessa sorte era toccata a Filippo Magnini che pur nuotando il 13esimo tempo, non ha potuto giocarsi la semifinale.
4x200_freestyyle_Italy_European_Swimming_Championship_Berlin_2014Le semifinali sono state dominate dal francese Florent Manaudou con 48”61, seguito dal connazionale Fabien Gilot con 48”67. Nei 100 farfalla donne è la solita Sarah Sjoestroem a piazzarsi davanti a tutte con 57”39, subito prima della danese Jeanette Ottesen con 57”45 e dall’olandese Inge Dekker con 57”83. Accendo alla finale entrambe le italiane Elena Di Liddo con 58”04 e Ilaria Bianchi con 58”28 rispettivamente con il 4° e il 5° tempo. L’ultima semifinale della giornata è stata quella dei 200 rana donne, dove la danese Rikke Moeller Pedersen ottiene il 1° crono con 2’22″32, seguita dalla russa Vitalina Simonova con 2’23″35 e dalla spagnola Jessica Vall Montero con 2’24″78. Con l’ultimo tempo utile, fa il suo ingresso in finale anche Giulia De Ascentis con 2’26″34, mentre non supera il turno Elisa Celli che chiude in 2’26″87 che le vale il 9° posto.

Clicca qui per i risultati completi dei Campionati Europei di Nuoto di Berlino 2014

Clicca qui per la galleria foto dei Campionati Europei Assoluti Berlino 2014

Clicca qui per il report di approfondimento sugli atleti italiani

Clicca qui per il programma gare Campionati Europei Assoluti Berlino 2014

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Clicca qui per la diretta streaming dei Campionati Europei Assoluti Berlino 2014

Commenta i nostri articoli sui Social Network.

Swim4life è anche su:

Facebook, diventa fan: www.facebook.com/Swim4life.it
Twitter, diventa follower: www.twitter.com/Swim4life_it

Swim4life – All rights reserved

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights