Simone_Ciuli_intervista_Swim4Life_00

Simone Ciulli rilancia e punta a Mondiali e Record del Mondo dei 100 dorso.

Simone Ciulli rilancia e punta a Mondiali e Record del Mondo dei 100 dorso.
Il campione paralimpico guarda avanti dopo aver sfiorato la medaglia agli Europei.

Simone_Ciuli_intervista_Swim4Life_00

di Paco Clienti
Nuotatore Paralimpico Azzurro, ma anche Avvocato ed attuale Responsabile del Settore Acqua della Società Klab di Marignolle per la quale è anche Allenatore della squadra Master. Classe di disabilità fisica S10, 29 anni il 9 maggio 2015, Simone Ciulli è un vero e proprio multitasking!
Il suo Palmares vanta tre medaglie d’oro nei 50 stile libero, 100 stile libero e 100 misti alla tappa di Eindohoven della World Cup 2013 ed una medaglia d’argento nei 100 stille libero ai Giochi del Mediterraneo di Mersin 2013. È stato per oltre dieci volte Campione Italiano Paralimpico ed è l’attuale primatista italiano di classe S10 nei 50 e 100 stile, 100 farfalla e 200 misti in vasca corta e vasca lunga, primati che ha migliorato svariate volte nel corso della scorsa stagione.
Agli ultimi Campionati Europei IPC Swimming, prima esperienza importante Azzurra in un Campionato Internazionale dopo la World Cup ed i Giochi di Mersin, è rimasto a 14 centesimi dalla gloria arrivando 4° nei 50 stile libero nei quali ha segnato il suo personale di 25”18 con il quale ha abbassato il Record Italiano già suo di ben 38 centesimi. Sempre in finale arrivando 5° nei 100 stile libero e 100 farfalla, 6° nei 100 dorso con Record Italiano fissato a 1’05”75 migliorando di un secondo e un centesimo il precedente già da lui detenuto, mentre invece non gli è bastato migliorare il Record Italiano di un secondo e mezzo nei 200 misti (2’30”21) per accedere alla finale.

Ma l’esperienza olandese sembra abbia rinvigorito Simone Ciulli che ha le idee ben chiare sul suo futuro del quale abbiamo parlato in occasione di un incontro avvenuto con il campione paralimpico nella sua Firenze.

Simone_Ciuli_intervista_Swim4Life_01Partiamo subito dal nuoto recente e parliamo dei Campionati Europei di Eindhoven. Com’è stato vivere questa tua prima esperienza in nazionale ad un Campionato internazionale?
«L’aspettativa per gli Europei era davvero molto elevata. Avevo preparato gli Europei mesi e mesi prima e purtroppo arrivare due volte 4° mi ha lasciato un po’ di amaro in bocca. A parte quello è stata un’esperienza molto esaltante e molto bella anche per il fattore aggregazione del gruppo che non ha molte occasioni per stare insieme se non in questi grandi appuntamenti. Quindi al di là del prestigio dell’evento, è stato bello stare insieme alla squadra.»

Ti sei dedicato anima e corpo per arrivare in nazionale e poi per far benissimo in Olanda e in effetti ci sei riuscito segnando dei tempi importanti ma purtroppo questo non è bastato per arrivare al podio, proprio come dicevi.
«La scorsa stagione è stata molto particolare perché ho fatto la bellezza di 15 Record Italiani e agli Europei sembra di averne fatti altri 5, quindi non mi posso rimproverare nulla. Nei 50 stile purtroppo c’è stato un Record Europeo e un exploit di un atleta. In ogni caso avevo avversari forti ma come dicevo non posso rimproverarmi nulla a livello personale. Sono solo stato sfortunato ad imbeccare una concorrenza davvero elevata. Per me sono state comunque ottime prove in vista del Mondiale 2015 e le Paralimpiadi del 2016 anche se resta l’amaro in bocca per non aver preso la medaglia, tra l’altro lontana solo pochi decimi.»

Simone_Ciuli_intervista_Swim4Life_02Cosa pensi di dover migliorare per limare quel poco che ti manca ancora per salire su un podio magari ai prossimi Mondiali di Glasgow?
«Ho ambizioni meno pretenziose, nel senso che la medaglia sarebbe bella ma so di avere davanti atleti fortissimi e non ritengo di essere già alla portata di una medaglia, ma da qui a Rio ci sto lavorando per avvicinarmi il più possibile a questo risultato. Per adesso l’obiettivo è arrivare in finale non solo nei 50 stile ma anche in altre gare ed avvicinarmi ai top 3 del mondo.»

Il Nuoto Paralimpico cresce giorno dopo giorno e di conseguenza diventa sempre più difficile competere in ambito internazionale. Tu hai iniziato la carriera nel settore Paralimpico solo nel 2012. Pensi che se avessi saputo prima di questa possibilità avresti potuto toglierti qualche soddisfazione in più ad oggi? 
«Beh ho visto i risultati di Pechino 2008 (Paralimpiadi n.d.r.) ed il livello era molto più basso e sicuramente rispetto ai risultati che ho visto avrei potuto ottenere molto ma molto di più, mentre agli Europei di quattro anni fa probabilmente avrei vinto, sempre in base ai risultati emersi. Il fatto che il livello si stia alzando è positivo perché è più stimolante, almeno per quanto mi riguarda. Sono contento di misurarmi con atleti che fanno tempi di alto livello e c’è solo da migliorarsi per arrivare tra i primi. I quarti posti di Eindhoven mi daranno la forza per fare meglio questa stagione.»

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Simone_Ciuli_intervista_Swim4Life_03Adesso ritorniamo al presente. Dopo tanti sacrifici ed impegno, finalmente hai raggiunto l’obiettivo di diventare Avvocato. Aver finalizzato questo traguardo ti ha dato più spazio da dedicare al nuoto o è tutto il contrario?
«Questa è una domanda cattiva – risponde sorridendo Ciulli – Il 24 settembre ho passato l’esame di Avvocato ed il giorno dopo sono stato assunto presso la società di nuoto Klab dove faccio il Responsabile del Settore Acqua. Prima di questo impiego immaginavo il mio futuro post esame più proiettato verso il nuoto, mentre invece oggi sostanzialmente non è cambiato nulla rispetto a prima, quando dividevo le mie giornate tra studio e lavoro e in mezzo ci mettevo il nuoto. Oggi lavoro a tempo pieno e quindi devo comunque conciliare in modo non semplice nuoto e lavoro. Sono ritmi molto pressanti, spesso finisco di lavorare molto tardi ma al momento riesco a gestire le due cose.»

Come organizzi la tua giornata tipo?
«Ci vuole tanta organizzazione a gestire le mie giornate. Il nuoto spesso è anche un una scuola di vita fondamentale perché ti insegna ad organizzarti la giornata al minuto. È stato sempre così fin da più giovane durante il percorso universitario e praticantato per avvocato, percorsi nei quali ho dovuto stringere i tempi per arrivare al traguardo. Basta solo organizzarsi, avere impegno e dedizione e si può far tutto.»

Klab_Nuoto_Master_campione_di_Italia_Master_UISPFino alla scorsa stagione allenavi anche la squadra Master della Klab di Marignolle, ma come dicevi quest’anno sono nati nuovi impegni. Cosa cambia?
«Visti i nuovi impegni, da quest’anno ho chiesto maggiore collaborazione da parte dei miei atleti Master per organizzare alcune parti della preparazione, tesseramenti, iscrizione gare e devo dire che mi sono venuti molto incontro. Continuo ad allenare la squadra che ha vinto ai recenti Campionati Italiani UISP di Livorno (foto a destra), perché quella è la mia passione e lavoro principiare oltre al lavoro di responsabile. Vorrei approfittare di questa domanda per ringraziare la società Klab la quale il giorno dopo che ho superato l’esame di Stato d’Avvocato, mi ha assunto presso il proprio Centro Sportivo di Firenze nel ruolo che ricopro attualmente. Dopo tanti anni di studio e di formazione, questa per me rappresenta una bellissima esperienza e ringrazio la Klab per aver creduto nelle mie qualità.»

Sfrutterai le gare Master anche in questa stagione per testare la tua preparazione?
«Non credo perché mi è sempre piaciuto poco il fatto che da allenatore della squadra facessi anche l’atleta. Già l’anno scorso evitavo di fare gare Master quando organizzavo gare per i miei atleti perché preferisco dare loro un servizio migliore ed essere sempre a disposizione di tutti durante la manifestazione. Quest’anno ho pensato di testare la mia preparazione con i normodotati e quindi molto probabilmente mi tessererò anche come atleta FIN per una Società di Assoluti.»

Simone_Ciuli_intervista_Swim4Life_04In ogni caso la tua preparazione sarà sicuramente mirata ai Mondiali Paralimpici, ma di mezzo ci sono anche i Campionati Italiani di Società che il Circolo Canottieri Aniene dove militi dalla scorsa stagione, insegue ormai da diversi anni e quest’anno è arrivato un altro acquisto importante con Fabrizio Sottile che rinforza la rosa. Pensi possa essere l’anno buono per battere il Santa Lucia?
«Premesso che il Santa Lucia è una grandissima Società con tantissimi atleti di grande qualità, è da dire che noi abbiamo sicuramente tanta qualità ma ci manca quantità. Aver trovato Fabrizio è sicuramente fonte di grande soddisfazione perché è un grandissimo atleta. Personalmente lo stimo ed ho molto piacere che sia in squadra con noi. Immagino che la sfida tra Santa Lucia e Canottieri Aniene si rinnoverà per anni e anni e sarà sempre molto accesa e quest’anno cercheremo sicuramente di mettergli i bastoni tra le ruote.»

Quali sono i tuoi obiettivi personali e lungo e breve termine?
«Per quanto riguarda il nuoto, a breve termine vorrei scendere sotto i 25 secondi nei 50 stile in lunga. L’anno scorso non riuscivo a scendere sotto i 26 ma adesso mi sta già stresso non stare sotto i 25. Tra gli obiettivi a lungo termine invece vorrei cercare di avvicinarmi al Record del Mondo nei 100 dorso per il quale e mi mancano 4 secondi. Non avendo mai nuotato e curato questa specialità, ritengo ci siano molte possibilità di migliorare e quindi di avvicinarmi al primato. Inoltre spero di arrivare all’apice della mia carriera per le Paralimpiadi 2016 e provare ad essere presente a Rio per giocarmela. Ciò che accadrà dopo, dipenderà proprio da Rio.»

Simone_Ciuli_intervista_Swim4Life_05«Vorrei concludere questa intervista ringraziando il Circolo Canottieri Aniene che mi sta dando grosse possibilità facendomi allenare a Bologna anche due volte a settimana, l’allenatore Daniele Naldi che mi sta seguendo a Bologna grazie al quale ho raggiunto risultati che non credevo possibili e infine Fabrizio Verniani, l’allenatore che mi segue a Firenze e che mi permette di nuotare in vasca da 50 metri.»

Commenta i nostri articoli sui Social Network.
Swim4life è anche su:

Facebook, diventa fan: www.facebook.com/Swim4life.it
Twitter, diventa follower: www.twitter.com/Swim4life_it

Swim4life – All rights reserved

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights