Vincenzo_Boni_Campionati_Italiani_Paralimpici_invernali_2015

Superlativi i Campionati Italiani Paralimpici invernali disputati a Napoli!

Superlativi i Campionati Italiani Paralimpici invernali disputati a Napoli!
Ben 15 Record Italiani e tanto spettacolo nella prima prova della stagione.

Vincenzo_Boni_Campionati_Italiani_Paralimpici_invernali_2015

di Paco Clienti
Si sono conclusi ieri i Campionati Italiani Assoluti Paralimpici invernali che si sono disputati nella piscina Scandone di Napoli dove si sono segnati 15 nuovi Record Italiani Assoluti. Allestita con il suo miglior vestito, la Scandone ha offerta una due giorni di grande spettacolo offerto dagli atleti paralimpici che con quest’appuntamento hanno ufficialmente iniziato la corsa alle qualificazioni per i Mondiali che si terranno dal 18 al 25 luglio a Glasgow. Sono stati i Campionati delle donne e dei nuovi nomi, quest’ultimo segnale molto positivo per un settore paralimpico costantemente in evoluzione e crescita. Organizzazione impeccabile della Nuotatori Campani, società che ha affiancato a livello locale la Federazione Italiana Nuoto Paralimpico nella gestione di questo evento. Il picco più alto che meglio ha rappresentato la cura dei dettagli di questi Campionati, è stata la fanfara dei Carabinieri di Napoli che ha suonato l’inno nazionale ad apertura gare. Molto soddisfatto il Presidente Roberto Valori (nella foto a destra con Vincenzo Allocco, Tecnico Azzurro e responsabile della Nuotatori Campani) che ha aperto la disputa ai titoli italiani invernali sottolineando l’importanza dell’evento in proiezione Mondiali, evento al quale purtroppo alcuni dei quasi 200 atleti iscritti, numero importantissimo per il movimento paralimpico, non hanno potuto partecipare bloccati dalle condizioni meteo che nelle ultime 72 ore stanno mettendo l’Italia in ginocchio. Ad aumentare il tasso di spettacolo di questo primo appuntamento paralimpico del 2015, la presenza di ben 18 atleti stranieri in rappresentanza di Croazia, Ungheria, Russia e Grecia.

Enzo_Allocco-Roberto_Valori_Federazione_Italiana_Nuoto_ParalimpicoAndando adesso alla cronaca delle gare, si parte con i 50 dorso nei quali si è messo particolarmente in evidenza Vincenzo Boni (foto principale), S3 del Caravaggio Sporting Village che con una prova grintosa ha fermato il crono a 58″92 e 750,85 punti registrando il nuovo Record Italiano ed il quarto crono della ranking mondiale! Un giovane molto interessante Boni che con la classificazione internazionale passata proprio a Napoli e con i riscontri ottenuti in questi Campionati, adesso ha la licenza di sognare la nazionale Azzurra. Tra i migliori risultati di questa specialità segnaliamo anche Angela Procida, S3 della Nuotatori Campani con il Record Italiano siglato prima in 1’25″29 nelle batterie e poi in 1’23″41 nella Finale Open che si è aggiudicata con 704,59 punti, Gloria Boccanera, S2 della Accademia del Nuoto Marino con 1’36″22 e 687,49 punti e Francesco Bettella, S2 della ASPEA Padova Onlus con 1’15″62 e 809,57 punti, migliorato in 1’15″14 e 814,75 punti nella Finale Open vinta.
Capolavoro nei 100 Rana di Ivan Perfetto, SB9 della Nuotatori Campani che segna 1’17″56 e 854,69 punti con il quale sigla il nuovo Record Italiano Assoluto. Gara eccellente anche per Federico Bassani, SB11 del Circolo Canottieri Aniene che chiude in 1’28″62 e 817,31 punti e Giuseppe Romele, SB6 della Disabili Valcamonica con 1’37″20 e 851,34 punti, entrambi nuovi Record Italiani Assoluti. Tra gli altri risultati maschili segnaliamo inoltre Francesco Bocciardo, SB5 della Nuotatori Genovesi con 1’56″80 e 801,28 punti con il quale lima il Record di Categoria, Efrem Morelli, SB4 della Pol. Bresciana No Frontiere con 1’49″86 e 862,46 punti e Marco Dolfin, SB5 della Diversamente-Abili Briantea ’84 con 1’45″54 e 886,77 punti, 57 centesimi meglio del personale stagionale del 2014 che gli ha consentito di aggiudicarsi la Finale Open davanti a Fabrizio Sottile, SB12 del Circolo Canottieri Aniene con 1’19″32 e 861,07 punti.
Fanfara_Carabinieri_Napoli_Campionati_Italiani_Paralimpici_invernali_2015Tra le donne si mette in evidenza Giulia Ghiretti, SB4 della Ego Nuoto che nella Finale Open nuota in 2’01″99 e 894,99 punti, risultato leggermente peggiorato rispetto al crono fatto a Brescia in dicembre, ma che consente alla Ghiretti di attestarsi comunque tra le prime quattro al mondo. Buona la prova di Martina Rabbolini, SB11 della GS Dil. Non Vedenti Milano con 1’41″86 e 896,92 punti, migliorato poi in Finale Open con 1’41″55 e 899,66 punti e di Xenia Francesca Palazzo, SB14 della Team Sport Isola con 1’28″67 e 885,19 punti.

Positivi i 100 Farfalla di Alessia Berra, S13 della Polha Varese che segna 1’12”16 e 921,15 punti siglando il nuovo Record Italiano Assoluto. Buona anche la prova di Francesca Secci, S9 della Sardegna Sport che segna 1’14″21 e 921,84 punti migliorando di 15 centesimi il personale del 2014. Ancora in fase di rodaggio Federico Morlacchi, S9 della Polha Varese che chiude in 1’00″90 e 982,59 punti, risultato che comunque lo conferma nella top five mondiale, Yuri Prezzi, S9 del Circolo Canottieri Aniene con 1’09″42 e 862,00 punti e Simone Ciulli, S10 del Circolo Canottieri Aniene con 1’02″22 e 914,18 punti.
Ottima prova nei 150 Misti per Arjola Trimi, SM4 della Bresciana No Frontiere che ferma il crono a 3’25″59 e 857,19 punti con il quale oltre a limare il Record di Categoria, registra il quarto crono mondiale.
Nei 200 Stile Libero che chiudono la prima sessione gare si fanno notare su tutti Xenia Francesca Palazzo, S14 della Team Sport Isola con 2’22″26 e 924,57 punti e Francesco Bettella, S2 della ASPEA Padova Onlus con 5’21″35 e 891,46 punti.

Giulia_Ghiretti_Campionati_Italiani_Paralimpici_invernali_2015Nel pomeriggio si riattacca con i 100 Stile Libero che vedono tra i principali protagonisti ancora Ivan Perfetto che segna 1’03″26 e 820,11 punti migliorando il Record di Categoria, Fabrizio Sottile, S12 del Circolo Canottieri Aniene che si aggiudica la Finale Open con 59″02 e 892,24 punti e Roberto Pasquini, S10 del Santa Lucia Roma con 1’02″78 e 826,38 punti. Tra le donne spunta Arianna Talamona, S7 della Polha Varese che segna 1’19″16 e 885,17 punti in Finale Open, a 16 centesimi dal crono fatto agli Europei di Eindhoven.
Nei 50 Rana si rivede una super Arjola Trimi, SB3 della Bresciana No Frontiere che chiude in 1’08″20 e 834,60 punti con il quale segna il nuovo Record Italiano che vale anche come quarto crono mondiale.
Passano pochi minuti e sono ancora le donne che mettono un punto esclamativo su queste gare con Giulia Ghiretti che nei 200 Misti migliora di oltre 10 secondi il crono fatto ai Campionati Italiani invernali della scorsa stagione fermando il crono a 3’59″35 e 848,55 punti con il quale straccia il Record Italiano Assoluto e segna il sesto crono mondiale! Record Italiano Assoluto anche per Marco Dolfin, SM6 della Diversamente-Abili Briantea ’84 con 3’16″12 e 823,48 punti.
Fuori Gara ma comunque notevole la prestazione di Valerio Taras, SM7 del Santa Lucia Roma con 2’49″78 e 914,30 punti con il quale segna anche lui il Record Italiano Assoluto migliorando di oltre tre secondi il personale.
Ivan_Perfetto_Campionati_Italiani_Paralimpici_invernali_2015Tra i migliori riscontri femminili ci sono anche Martina Rabbolini, SM11 della GS Dil. Non Vedenti Milano con 3’21″04 e 858,24 punti e Xenia Francesca Palazzo, SM14 della Team Sport Isola con 2’47″87 e 901,65 punti.
Tra i maschi c’è il solito Morlacchi che si aggiudica la Finale Open di questa gara segnando 2’20″46 e 967,39 punti, anche in questa occasione un risultato che lo vede ancora in fase di rodaggio ma che comunque lo lascia tra i primi tre al mondo.

Nella Mistaffetta 4×50 Stile Libero 20 punti emerge tra tutte la Pol. Bresciana No Frontiere con 3’11″02 e 802,17 punti.

L’ultima sessione gare si disputa domenica mattina aprendo con i 100 Dorso nei quali la protagonista assoluta è Camilla Luscri’, S13 della AICS Pavia Nuoto che nuota in 1’37″08 e 721,05 punti registrando il nuovo Record Italiano Assoluto. Molto positiva anche la prova di Emanuela Romano, S6 della Nuotatori Campani che stampa 1’37″62 e 875,54 punti che le vale come sesto crono mondiale, Martina Rabbolini, S11 della GS Dil. Non Vedenti Milano con 1’29″59 e 883,69 punti, peggiorato poi in Finale Open con 1’31″99 e 860,64 punti, Xenia Francesca Palazzo, S14 della Team Sport Isola con 1’21″11 e 835,90 punti, Vincenzo Micunco, S9 del Circolo Canottieri Aniene con 1’12″47 e 864,77 punti e Simone Ciulli, S10 del Circolo Canottieri Aniene, anche lui come Morlacchi in fase di rodaggio con 1’07″31 e 897,79 punti della Finale Open.
Arjola_Trimi_Campionati_Italiani_Paralimpici_invernali_2015Nei 50 Farfalla ancora Giulia Ghiretti sugli scudi con 52″42 e 806,18 punti, seguita sul palco dei protagonisti della specialità da Andrea Castagneto, S5 della Fratellanza Nuoto Pontedecitiamo con 42″13 e 850,94 punti e Valerio Taras, S7 del Santa Lucia Roma con 35″61 e 851,17 punti migliorato poi in Finale Open con 35″20 e 861,08 punti.
Tra le migliori dei 50 Stile Libero troviamo Arjola Trimi che segna 45″80 e 956,33 punti aggiudicandosi anche la Classifica Open S1-S6, Emanuela Romano con 38″45 e 920,68 punti, Alessia Berra, S13 della Polha Varese con 31″00 e 891,94 punti ed Immacolata Cerasuolo, S8 del Circolo Canottieri Aniene che vince la Finale Open S7-S13 con 38″68 e 794,98 punti. Tra i maschi emerge Valerio Taras che vince la Finale Open con 30″65 e 910,60 punti davanti a Simone Ciulli, S10 del Circolo Canottieri Aniene con 26″17 e 899,12 punti e Yuri Prezzi, S9 del Circolo Canottieri Aniene con 28″73 e 886,18 punti. Fuori gara la sfida internazionale tra Federico Morlacchi che segna 27″48 e 926,49 punti e Tamas Toth, S9 ungherese che segna 27″58 e 923,13 punti, così come la prova di Fabrizio Sottile con 27″29 e 873,58 punti.
I Campionati Italiani Assoluti Paralimpici versione invernale terminano con i 400 Stile Libero che vedono uno straordinario Francesco Bocciardo, S6 della Nuotatori Genovesi che segna 5’31″40 e 901,99 punti, terzo crono mondiale con il quale va a registrare il Record Italiano Assoluto aggiudicandosi inoltre la classifica open.
cuffiette_Swim4Life_Campionati_Italiani_Paralimpici_invernali_2015Si conferma il gran forma Francesca Secci che chiude in 5’08″08 e 887,04 punti, sei secondi e mezzo meglio del suo personale ed ottavo crono mondiale ed Arianna Talamona, S7 della Polha Varese con 5’47″37 e 889,48 punti con il quale si aggiudica la Classifica Open.

Le cuffiette personalizzate dei Campionati Italiani Paralimpici messe in palio da Swim4Life sono andate al Circolo Canottieri Aniene e Nuotatori Campani quali società con più atleti.

Seguiranno le interviste.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Clicca qui per i risultati Campionati Italiani Assoluti Paralimpici invernali 2015

Clicca qui per le foto sessione 1 Campionati Italiani Assoluti Paralimpici invernali 2015

Clicca qui per le foto sessione 2 Campionati Italiani Assoluti Paralimpici invernali 2015

Clicca qui per le foto sessione 3 Campionati Italiani Assoluti Paralimpici invernali 2015

Clicca qui per le foto premiazioni sessione 1 Campionati Italiani Assoluti Paralimpici invernali 2015

Clicca qui per le foto premiazioni sessione 2 Campionati Italiani Assoluti Paralimpici invernali 2015

Clicca qui per le foto premiazioni sessione 3 Campionati Italiani Assoluti Paralimpici invernali 2015

Commenta i nostri articoli, Swim4life è anche su:

Facebook, diventa fan: www.facebook.com/Swim4life.it

Twitter, diventa follower: www.twitter.com/Swim4life_it

YouTube, seguici: youtube.com/c/swim4lifeTV

Google, seguici: google.com/+swim4lifeTV

Swim4life – All rights reserved

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine