Mariapia Longobardi segna il nuovo limite M25 dei 200 misti.

A Cagliari trionfa la Acquasport nel 3° Memorial Kikko Montisci.

Il 18 e il 19 Aprile si è svolto il 6° Trofeo Paolo Pinto, manifestazione organizzata dal CUS Bari presso la piscina della società ospitante, una vasca olimpionica a 6 corsie che ha visto cimentarsi in gara 518 atleti in rappresentanza di 51 società. Nonostante il calo nelle iscrizioni rispetto alle precedenti edizioni, molti atleti si sono impegnati nella due giorni di gare che ha visto tuffarsi 518 atleti in rappresentanza di 51 squadre.

Ci sono stati diversi buoni risultati ma i più esaltanti sicuramente quelli di Mariapia Longobardi, M25 del CUS Bari che ha vinto i 200 misti con 2’29”43 e 956,03 punti, miglior prestazione assoluta femminile della manifestazione nonché nuovo Record Italiano e i 1500 stile con 18’33″22 e 941,40 punti e quelli di Luca Nitti, M25 della G.P. Modugno che si è imposto sia nei 50 farfalla con il tempo di 26’’96 e 913,95 punti sia nei 50 stile libero con il tempo di 24’’87 e 937,27 che gli è valso  come migliore prestazione maschile.

Tra i migliori riscontri troviamo anche quello nei 1500 stile libero di Francesco Guglielmi, M25 dell’Aironclub Biosport con 18’17’’ 06 e 906,27 punti, Terenzio Carrozzo, M30 della Muovi Lecce nei 200 stile libero con 2’07’’27 e 901,23 punti e Alessia Virgilio, M25 della G.P. Modugno che nei 200 rana ha portato a casa un ottimo 2’51’’72 e 931,52 punti.
Al termine delle gare si sono svolte le Staffette 4×100 misti che hanno segnato diversi nuovi record italiani.

Il trofeo Paolo Pinto conserva in sé un significato intrinseco che porta a vivere l’evento con più emozione e più trasporto rispetto a tanti altri, ma quest’anno l’atmosfera è stata un po’ rovinata da atteggiamenti discriminatori nei confronti degli atleti che volevano fotografare le fasi salienti della giornata e che si impegnano in ogni trofeo ad immortalare gli eventi, le prestazioni sportive e le premiazioni. Questo tipo di atteggiamento ha lasciato un po’ di amaro in bocca visto l’impegno e la passione messi in campo da chi vive questo settore senza aver assolutamente nulla in cambio ma per il semplice gusto di condividere con tutti i momenti più emozionanti di una manifestazione.

Clicca qui per i risultati completi

Concludiamo il Report Master di questa settimana con il 3° Memorial Kikko Montisci organizzato dalla Dolphin – Delfino presso la Piscina Comunale Terramaini di Cagliari, vasca corta ad 8 corsie che ha visto la partecipazione di 305 atleti in rappresentanza di 24 squadre.
L’ottima giornata di gare master sarda ha visto tra i maggiori protagonisti Carla De Gioannis, M45 della Rari Nantes Acquatica Nuoto che ha siglato la migliore prestazione assoluta femminile della manifestazione con 1’14”68 e 916,71 punti nei 100 misti nei quali si è distinto anche Massimiliano Pusceddu, M30 della Acquasport che ha segnato 1’00”20 e 939,04 punti. Lo stesso Pusceddu si è messo in evidenza anche nei 50 farfalla vincendo un bellissimo testa a testa con 26”09 e 935,61 punti davanti a William Careddu, M35 della Olbia Nuoto con 26”32 che gli vale 933,51 punti.
Careddu si è rifatto poi nei 50 stile libero realizzando la migliore prestazione assoluta maschile della manifestazione con 24”06 e 952,62 punti.

Tra i migliori risultati della manifestazione segnaliamo anche Cesare Floris, M30 della Rari Nantes Cagliari con 30”28 e 926,35 punti nei 50 rana e Cristina Cesaraccio, M40 della Atlantide con 31”19 e 858,29 punti nei 50 stile libero.

In classifica finale è stata la Acquasport a spuntarla su tutte con 60.430,67 punti, seguita sul podio da Frog Swimming con 33.728,75 punti e Promogest con 32.848,17 punti.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Clicca qui per i risultati completi

Swim4Life – All rights reserved

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Alessandra Ferrara

Laureata in Medicina Veterinaria e Giornalista presso la rivista sportiva “SUPTIME” che tratta di surf.
Shares