Trionfo colossale della Nuotatori Campani al Trofeo Gabbiano Napoli!

Alta la percentuale di assenti al meeting denominato impropriamente come internazionale.

Chiudiamo il Report Master della settimana per il Circuito Supermaster FIN con il 7° Trofeo Il Gabbiano disputata in doppia sede, tra la piscina Scandone, vasca da 50 metri e 8 corsie e la piscina del Gabbiano Sport Center, sede de Il Gabbiano Napoli dotata di una vasca da 25 metri e 8 corsie. Alla due giorni di gare hanno partecipato 492 atleti in rappresentanza di 57 società con una percentuale altissima di assenze, non giustificata da nessuna particolare condizione meteo visto che l’impianto è al chiuso, ma andando a guardare le statistiche si nota che dei 163 iscritti de Il Gabbiano Napoli, solo in 76 hanno preso parte alle gare, ovvero nemmeno la metà del totale iscritto, che va a gravare pesantemente sul numero totale di assenti al meeting, ovvero 87 su 138. La curiosità è che anche nella scorsa stagione si verificò la stessa anomalia con molte assenze provenienti in massa dagli atleti della squadra di casa.

Tra le stranezze di questo meeting notiamo inoltre il fatto che la manifestazione viene denominata impropriamente come “Internazionale” dalla società organizzatrice de Il Gabbiano Napoli, mentre invece sul calendario ufficiale LEN non compare tra quelle realmente internazionali come ad esempio è il Meeting di Firenze (clicca qui per il calendario manifestazioni di valore internazionale LEN). Sono particolari questi che fanno comprendere quanto sia bassa la cultura dello sport in Italia, in alcune zone più che in altre, che sicuramente non fa bene alla crescita del settore.

Passando alla cronaca delle gare, sono sei i record italiani conquistati in staffette (di cui la maggior parte sono stati validi come prime assegnazioni, essendo prima di quest’evento dei record vacanti) ai quali si sommano i tre record di gare individuali. Nei 200 misti è ancora Silvio Mangano, M85 della Circolo Nautico Posillipo a siglare l’ennesimo Record Italiano della stagione realizzando il crono di 4’32”47 migliorando quindi il primato di 5’10”30 che fu stabilito il 3 luglio 2001 dal mitico Aldo Caputi.

Record Italiano finalmente anche per Mariarosaria Vallone, M60 della Circolo Canottieri Napoli che inseguiva da tempo il massimo risultato nei 100 rana nei quali ferma il crono a 1’38”84 migliorando il primato di 1’41”54 che fu stabilito il 18 maggio 2014 da Mira Guglielmi.

Chiude tra i neo primatisti Massimo Giardino, M55 della Circolo Canottieri Aniene che nei 200 farfalla con il tempo di 2’41”36 migliora il Record Italiano di 2’42”63 appartenente a Giulio Teodori dal luglio del 2012.

Tra i classici premi in palio è stato assegnato anche la “Coppa Aldo Caputi” all’atleta che totalizzava il miglior punteggio della somma delle due gare individuali, riconoscimento che è andato all’atleta pugliese Mariapia Longobardi, M25 del CUS Bari con 1.881,19 punti.

Procedendo in ordine, la manifestazione ha inizio nella mattianata di sabato 23 maggio presso la Piscina Scandone con la gara degli 800 stile libero nei quali il miglior crono viene realizzato da Daniela Calvino, M45 della Nantes Club Master con 10’50”30 e 895,25 punti, battuta dal tabellare valido anche come migliore prestazione assoluta femminile da Susanna Sordelli, M55 della Forum Sport Center con 11’06”00 e 958,03 punti. Tra gli uomini il più veloce è Gianfranco Matuozzo, M25 della Sporting Club Nuoto Napoli con 9’57”40 e 859,73 punti mentre la migliore prestazione la conquista Giuseppe Maurizio Margarita, M50 della Sporting Club Flegreo con 10’28”40 e 874,95 punti.

Nei 200 stile libero dominio rosa segnato dalla prestazione di Manuela Le Grottaglie, M35 della San Mauro Nuoto con 2’25”84 e 883,85 punti, seguita da Maria Nunzia Lucariello, M40 della Forum SC con 2’37”26 che le vale 841,15 punti. Tra i maschi miglior crono e migliore prestazione assoluta maschile per Dino Schorn, M45 della Il Gabbiano Napoli con 2’06”20 e 950,48 punti. Da notare anche le prestazioni di Antonio Fusco, M50 della Nantes Club Master con 2’19”06 che gli vale 885,88 punti e Eduardo Colella, M25 della Rhyfel con 2’10”58 e 867,74 punti.

Nei 100 farfalla al maschile troviamo la migliore prestazione per Davide Sorrentino, M35 della Nantes Club Master con 1’07”17 e 841,30 punti mentre il miglior crono viene realizzato da Giorgio Borrelli, U25 della Sporting Club Nuoto Napoli con 1’01”65.

Nei 200 dorso Francesca Antonini, M25 della Blue Team Stabiae ruba la scena a tutte con 2’41”85 e 881,31 punti, seguita da Anita Esposito, M25 della Sintesi con 2’45”12 e 863,86 punti e da Lucia Galassi, M40 della Forum Sport Center con 2’55”11 e 845,98 punti. Tra gli uomini spicca Andrea Pantalei, M45 della Nantes Ostiensis con 2’36”76 e 870,95 punti, battuto nel tabellare da Michele Maresca, M80 della Sp. Nuoto Penisola Sorrentina con 3’50”92 e 923,22 punti.

Ultima gara individuale della mattinata è quella dei 200 rana nei quali il miglior crono e tabellare rosa vengono realizzati da Francesca Antonini con 3’08”66 e 847,87 punti. Tra i maschi il miglior crono viene realizzato da Mirko Minini, U25 della Rhyfel con 3’08”75 mentre la migliore prestazione per Gianluigi Romani, M55 della Nantes Ostiensis con 3’23”79 e 802,44 punti.

7° Trofeo Il Gabbiano Napoli - record italiano Nantes club masterA fine mattinata vanno in scena le Staffette 4×100 stile libero nelle quali spicca la formazione maschile della Nantes Club Master, M160-199, composta da Salvatore De Gregorio, Antonio Fusco, Mariano Materazzo e Davide Sorrentino che chiudono in 4’05″19 e 891,55 punti festeggiano il Record Italiano, inconsapevoli che intanto era stato già migliorato al Meeting Baldesio dalla CAN Baldesio con 3’54″72.

Al pomeriggio ci si sposta al Gabbiano Sport Center dove si inizia con le Staffette 4×50 misti dove al femminile domina la Blue Team Stabiae, M100-119 con 2’21″66 e 866,44 punti mentre al maschile la migliore prestazione è dei ragazzi dell’Aqavion, M160-199 con 2’12″96 e 820,10 punti. La palma della velocità viene conquistata dalla Blue Team Stabiae, M120-159 con 2’10″65 e 798,16 punti. A seguire ci sono le Staffette 4×50 stile libero nelle quali tra le donne è ancor una volta la stessa formazione della Blue Team Stabiae, M100-119 che va a piazzarsi avanti a tutte con 2’06″23 e 886,48 punti. Tra i maschi invece troviamo Il Gabbiano Napoli, M120-159 con 1’46″75 e 889,37 punti.

Nei 100 misti è dominio assoluto per Dino Schorn con 1’05”27 e 921,95 punti. A seguire si chiude la prima giornata con le MiStaffette 4×50 stile dove prima su tutte troviamo la formazione della Blue Team Stabiae, M100-119 con 1’57″99 e 870,75 punti. Anche tra le Mistaffette 4×50 misti segnaliamo la prova della Blue Team Stabiae, M100-119 con 2’14″00 e 837,16 punti.

La seconda giornata inizia con i 1500 stile libero nei quali “Freccia Rossa” Jennipher Moretti, U25 della Sintesi si aggiudica il miglior crono rosa in 19’11”20 mentre il migliore punteggio tabellare è di Daniela Calvino con 20’54”10 e 898,36 punti. Tra i maschi Gianfranco Matuozzo è il protagonista indiscusso della distanza con 19’00”40 e 871,83 punti.

Nei 100 stile libero in campo femminile sia dal punto di vista del crono che per il punteggio la dominatrice è Maria Pia Argentieri, M35 della New Olimpic con 1’11”03 e 833,59 punti. Tra i maschi nessuno riesce a tenere il passo del raggiante Salvatore De Gregorio, M30 della Nantes Club Master che con 56”27 e 915,94 punti si aggiudica il miglior crono e la migliore prestazione della specialità. Da notare anche le prestazioni di Raimondo Ascione, M50 della Acquachiara Ati 2000 con 1’01”15 e 905,48 punti e Maurizio Mastrorilli, M45 della Fritz Dennerlein con 1’00”74 e 896,61 punti.

Nei 100 rana migliore prestazione per la record woman Mariarosaria Vallone che totalizza 919,06 punti, seguita da Anna Corbino, M55 della Circolo Nautico Posillipo con 1’37”01 e 889,19 punti. Tra i maschi il miglior crono e tabellare vengono realizzati da Lorenzo Sessa, M25 della Rhyfel con 1’14”03 e 858,03 punti. Da notare anche le prestazioni di Dario Cecere, M50 della Nuotatori Campani con 1’24”77 che gli vale 837,09 punti.

Nei 400 misti dominio femminile segnato da Mariapia Longobardi, M25 della CUS Bari che chiude in 5’25”60 e 950,49 punti. A seguire troviamo Giordana Liverini, M50 della Flaminio Sporting Club con 6’11”47 e 919,43 punti. Tra i maschi il miglior crono viene realizzato da Luigi Petti, M30 della Cus Salerno con 5’34”42 e 830,24 punti, battuto in punteggio dal solo dal russo Sergey Lapshenkov, M55 della All Stars Moscow con 6’10”20 e 874,18 punti.

7° Trofeo Il Gabbiano Napoli - record italiano nuotatori campaniSuccessivamente si fa un “break” con le MiStaffette 4×100 stile libero nelle quali prima su tutte al crono è la Fritz Dennerlein, M120-159 con 5’09″99 e 762,44 punti, ma la migliore in gara è sicuramente la formazione da Record Italiano (prima vacante) M240-279 de Il Gabbiano Napoli con Elena Ariano, Anna Costanzo, Alberto Mazzaro e Raffaele Cirella con il tempo di 7’02’’89. Altri tre primati conquistati anche nelle MiStaffette 4×100 misti che in vasca lunga presentavano tanti record non assegnati. La Sintesi, M100-119 è la più veloce con 5’28″60 e 804,26 punti, mentre la migliore prestazione è il Record Italiano realizzato dal Circolo Canottieri Napoli, M200-239 composto da Mosè Castellano, Roberta Murano, Francesco Galassi e Claudia Ciardulli con 5’38″53 e 849,32 punti. Primato anche per i Nuotatori Campani, M160-199 composta da Paolo Ranieri, Marina Garipoli, Giacomo “Santiago” Iacomino e Margherita Carcarino che chiudono in 6’53″25. Chiude il valzer di Record Italiani la prestazione de Il Gabbiano Napoli, M240-279, con Elena Ariano, Anna Costanzo, Alberto Mazzaro e Raffaele Cirella che terminano in 7’52″80.

Si riprende con le gare individuali partendo dai 50 dorso nei quali il miglior crono e tabellare rosa vengono realizzati da Giordana Liverini con 35”57 e 940,40 punti. A seguire, troviamo le buone prestazioni di Anna Corbino con 40”64 che le vale 879,68 punti e Erika De Meo, M40 della Caravaggio Sporting Village con 37”95 e 835,84 punti. Tra i maschi il miglior crono e la migliore prestazione vengono realizzati da Alfredo Cappellini, M35 della Partenope Nuoto con 33”57 e 816,50 punti.

La mattinata termina con i 50 farfalla nei quali si aggiudica la migliore prestazione rosa Simona Messuri, M40 della Sporting Club Flegreo con 33”23 e 877,82 punti battuta in crono dalla sola U25 Simona Esposito con 30”89. Tra i maschi il più veloce tra i master è Gerardo Manzo, M25 della Blue Team Stabiae con 29”04 e 848,48 punti, battuto dal solo propaganda Giorgio Borrelli con 26”51, mentre la migliore prestazione spetta a Maurizio Mastrorilli con 29”80 e 881,88 punti.

Nel pomeriggio si riprende subito con la pura velocità dei 50 stile libero nei quali tra le donne troviamo la più veloce Feliciana Fontanella, M25 della Blue Team Stabiae con 31”85 e 833,59 punti, mentre tra i maschi ammiriamo Salvatore De Gregorio con 25”91 e 891,16 punti battuto in crono, per soli 9 centesimi, dall’U25 Alessio Sessa della Rhyfel con 25”82. Il migliore punteggio tabellare spetta invece a Raimondo Ascione con 27”11 e 920,69 punti. Da notare anche le prestazioni di e Cristiano Maria Nunziata, M25 della Sp. Nuoto Penisola Sorrentina con 26”46 e 880,95 punti.

Nei 50 rana femminili migliore prestazione per Mariarosaria Vallone che sfiora un altro Record Italiano segnando 45”93 e 881,56 punti mentre tra i maschi il miglior crono e la migliore prestazione vengono realizzati da Alfonso Donadio, M30 della Alba Oriens con 31”80 e 916,04 punti. Da notare anche le prestazioni di Lorenzo Sessa con 32”16 che gli vale 891,17 punti e Gerardo Manzo con 32”57 e 879,95 punti.

Torniamo con gare lunge e quindi con i 400 stile libero nei quali Mariapia Longobardi ruba la scena a tutti con il miglior crono di 4’43”83 e la migliore prestazione di 930,70 punti. A seguire troviamo Barbara Lang, M65 della Sp. Nuoto Penisola Sorrentina con 6’49”95 e 867,69 punti. Tra gli uomini il miglior crono viene realizzato da Luigi Petti con 4’46”70 e 852,18 punti. Migliore prestazione per Giuseppe Maurizio Margarita con 4’59”10 e 880,91 punti. Successivamente troviamo Maurizio Ridolfi, M45 della Nautilus con 4’54”66 che gli vale 870,39 punti.

Nei 200 misti è ancora una volta Manuela Le Grottaglie a dettare i tempi al femminile con con 2’46”74 e 886,05 punti, seguita da Anita Esposito con 2’47”26 e 854,12 punti e Simona Messuri con 2’57”37 e 846,37 punti. Tra i maschi il miglior crono viene realizzato da Alfonso Donadio con 2’25”15 e 883,29 punti. Migliore prestazione per il record man Silvio Mangano che totalizza 931,19 punti. Successivamente troviamo Antonio Fusco con 2’40”73 e 881,23 punti.

Nei 100 dorso al femminile spicca Erika De Meo con 1’24”35 e 808,54 punti preceduta per tempo dalla sola Simona Miranda, U25 della Sporting Club Poggiomarino con 1’23”08. Tra i maschi dominio indiscusso per Simone Sestito, M25 della Nautilus con 1’09”51 e 828,80 punti.

Come ultima gara individuale ci sono i 200 farfalla nei quali tra gli uomini il più veloce è Eduardo Colella, M25 della Rhyfel con 2’37”62 e 800,85 punti mentre la migliore prestazione va a Gaetano Carboni, M60 della Circolo Canottieri Aniene con 2’55”65 e 911,93 punti. Successivamente troviamo il record man Massimo Giardino che totalizza 907,72 punti.

Il lungo weekend gare termina con le Staffette 4×100 misti nelle quali si registrano quasi tre primati italiani. Usiamo il condizionale perchè uno dei record festeggiati alla Scandone erano stati in realtà migliorati già al Meeting CAN Baldesio. A dominare al maschile è la Nantes Club Master, M160-199 formata da Antonio Fusco, Mariano Materazzo, Davide Sorrentino e Salvatore De Gregorio che festeggiano il Record Italiano con 4’42″49 e 885,87 punti che in realtà era stato già migliorato il giorno precedente dalla formazione della Derthona Nuoto con 4’29″61. Rientrano tra i primati reali quelli siglati dalle ragazze della Sintesi, M100-119 con Giuseppina Raiola, Anna Bianco, Anita Esposito e Raffaella Grandito che chiudono in 6’08″03 migliorando il precedente record del CUS Bari di 6’30’’07 e  dalle donne del Circolo Nautico Posillipo, M240-279, composta da Federica Valente, Anna Corbino, Antonella D’Avino e Nora Liello che si prendono il primato italiano con 7’30’’94 che prima apparteneva alla Firenze Nuota Estremo con 8’20’’48.

In classifica finale è stata la squadra de Il Gabbiano Napoli a spuntarla su tutte con 98.969,88 punti che tuttavia ha poi ceduto la coppa per onore di ospitalità al team dei Nuotatori Campani con 41.891,03 punti. A seguire troviamo la Blue Team Stabiae con 36.767,8 punti e il Circolo Canottieri Napoli con 31.197,77 punti che vanno a completare il podio.

Clicca qui per i risultati del 7° Trofeo Il Gabbiano

Swim4Life – All rights reserved

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights