Prima giornata trionfale al Settecolli con un Record Europeo ed uno Italiano!

La tempesta Sjoestroem vola nei 100 farfalla mentre la Gemo straccia il Record Italiano nei 50 dorso.

La prima giornata del 52esimo Trofeo Settecolli – Internazionali di Nuoto è stata a dir poco spettacolare, arricchita da risultati prestigiosi che non erano nemmeno pronosticabili alla vigilia e che hanno aumentato ulteriormente il livello già alto di questa storica manifestazione che ricordiamo, conta quest’anno oltre 650 atleti partecipanti e 36 Paesi stranieri coinvolti.

Il risultato più prestigioso lo raggiunge senza alcun dubbio la “tempesta” Sarah Sjoestroem (nella foto di copertina) che nei 100 farfalla vola sulla piastra cronometrica in 56”04 siglando il nuovo Record Europeo con il quale migliora quello da lei stessa detenuto con due centesimi in più nuotato ai Mondiali di Roma nel 2009 in era gommata! La svedese si è fermata soltanto a 6 centesimi dal Record Mondiale detenuto dalla statunitense Dana Vollmer. Sul podio sale anche Elena Di Liddo con uno strepitoso 57”75 che le vale il pass per i Mondiali di Kazan. Già stamattina la pugliese aveva fatto percepire di essere in palla segnano un promettente 58”20 e lo ha confermato nella finale di oggi pomeriggio nuotando un tempo a 41 centesimi dal suo personale. Terza la magiara Liliana Szilagyi con 59”20.

La stessa gara al maschile ha visto trionfare Matteo Rivolta con un contenuto 52”30 davanti a Piero Codia con 52”35 ed il francese Mehdy Metella con 52”45.

Le finali della prima giornata al Foro Italico di Roma sono iniziate a pancia in su con i 50 dorso vinti da una Elena Gemo in grande spolvero. L’atleta del GS Forestale ha toccato la piastra a 28”07 migliorando il Record Italiano da lei stessa detenuto con il 28”27 che proprio come la Sjoestroem aveva nuotato nel 2009 ai Campionati Mondiali di Roma, in era gommata. Prestazione da urlo per la Gemo che stacca il pass per Kazan e registra la settima prestazione mondiale. Alle sue spalle si piazzano Daryna Zevina con 28”41 e Mimosa Jallow con 28”46.

Nella finale al maschile è stato Niccolò Bonacchi a salire sul gradino più alto del podio segnando un “tranquillo” 25”16 davanti al francese Camille Lacourt con 25”19 e Simone Sabbioni con 25”39.

Nei 400 stile libero rosa si è imposta la francese Coralie Balmy con 4’05”26 davanti ad un’ottima Diletta Carli che ha toccato la piastra a 4’05”49, sotto al tempo limite richiesto per i Mondiali, registrando il personale e la seconda miglior prestazione italiana all time alle spalle della Pellegrini. Terza  Erica Musso con 4’08”09.

Nella gara al maschile è stato il magiaro Peter Bernek a vincere in 3’48”83 precedendo i francesi Damien Joly con 3’49”88 e Jordan Pothain in 3’51”53. Quarto il primo italiano classificato, Samuel Pizzetti con 3’53”20.

Molto avvincenti i 100 rana maschili vinti dal lituano Giedrius Titenis che con una nuotata imponente ha messo le mani davanti a tutti in 1’00”10. Alle sue spalle il sud africano Cameron Van Der Burgh con 1’00”77 e Fabio Scozzoli con 1’00”89, a 6 decimi dal pass mondiale.

Florent Manaudou-Trofeo Settecolli 2015La finale femminile è stata vinta dall’altra lituana Ruta Meilutyte che regola facilmente le avversarie segnando 1’05”68. Al secondo posto la svedese Jennie Johansson con 1’07”19 ed al terzo Ilaria Scarcella con 1’08”02. Quinto posto per Arianna Castiglioni che segna un moderato 1’08”54 avendo già il pass mondiale in questa gara.

La gara sprint per eccellenza, i 50 stile libero, sono andati come da pronostico al francese Florent Manaudou che ha segnato uno spettacolare 21”64 davanti al finlandese Ari-Pekka Liukkonen con 22”09 e l’ucraino Andrey Govorov con 22”09. Si tratta di Record della manifestazione per il francese che ha nuotato un crono molto vicino al suo personale stagionale che è anche il primo al mondo. Chiude al sesto posto Luca Dotto con 22”46.

Nella finale rosa vince ancora la Sjoestroem con 24”44 davanti alla canadese Chantal Van Landeghem con 24”94 e Silvia Di Pietro con 25”23.

Gregorio Paltrinieri-Trofeo Settecolli 2015Negli 800 stile libero maschili comanda Gregorio Paltrinieri che chiude con un buon 7’52”35 davanti a Gergely Gyurta con 7’54”77 e Damien Joly con 7’55”22.

La prima giornata termina con i 1500 stile libero femminili che vedono trionfare la magiara Boglarka Kapas con 16’09”48 davanti all’Azzurra Martina Caramignoli con 16’12”44 che segnano ufficialmente la fine del periodo negativo per la ragazza di Rieti che centra in pieno il pass per i Mondiali di Kazan. Chiude al terzo posto l’altra Azzurra Aurora Ponselè che ancora stanca della 10 km dei Campionati Italiani in Acque Libere segna 16’19”03.

Appuntamento a domani per la seconda giornata a partire dalle ore 9.00.

Clicca qui per le foto della sessione gare di venerdì 12 giugno – 52° Trofeo Settecolli

Clicca qui per i risultati live Settecolli 2015

Clicca qui per il programma gare e la start-list Settecolli 2015

Swim4life – All rights reserved

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights