L’acqua fredda condiziona la prima parte della seconda giornata dei Campionati Italiani Master.

Nonostante la temperatura rigida, arrivano 4 Record Italiani nella sessione di stamattina.

Si confermano entusiasmanti i Campionati italiani Master anche in questa prima parte della seconda giornata da poco conclusa nello Stadio del Nuoto di Riccione, nel quale stamattina si sono siglati altri 4 Record Italiani.

La mattinata è stata in parte condizionata dalla temperatura un po’ bassa che presentava l’acqua della vasca esterna, sottoposta a particolari condizioni meteo con pioggia e vento dei giorni scorsi che sicuramente non hanno aiutato gli impianti a mantenere una temperatura accettabile per le gare.

Nonostante questo, pronti al via dei 100 rana, Mariarosaria Vallone, M60 del Circolo Canottieri Napoli ha realizzato il Record Italiano segnando 1’38”37 e 923.45 punti, nuotando 47 centesimi in meno del tempo fatto a fine maggio a Napoli.

Sul campo femminile si è assistito anche ad un esaltante derby per la corsa al gradino più alto del podio della categoria M55 vinta da Liana Corniani del Forum Sport Center con 1’3268 e 930.73 punti davanti alla compagna di squadra Monica Tripi che ha chiuso in 1’3568 e 901.55 punti. A chiudere il podio, Anna Corbino del Circolo Nautico Posillipo con 1’3682 e 890.93 punti.

Bel confronto rosa anche nella categoria M45 nella quale si è imposta Laura Molinari della DLF Nuoto Livorno con 1’1907 e 988.11 punti davanti a Sabina Vitaloni della Derthona Nuoto con 1’1918 e 986.74 punti e Wanya Carraro del Forum Assago con 1’2452 e 924.40 punti.

Non da meno la corsa al titolo nella categoria M25 vinta dall’attuale primatista italiana Carla Venice, M25 della Rari Nantes Legnano con 1’16”89 e 952.27 punti davanti a Melissa Tei della Nuoto Lib Rosignano con 1’1719 e 948.57 punti ed Anna Pasero della Sisport FIAT con 1’1812 e 937.28 punti.

Jacopo Polverini-Campionati Italiani Master 2015La finale maschile più veloce si è nuotata nella categoria M25 nella quale è stato Jacopo Polverini della Firenze Nuota Extremo (nella foto a destra) ad imporsi davanti a tutti fermando il crono a 1’07”33 e 943.41 punti, il più veloce della socialità che è anche il personale assoluto per il toscano.

«La gara era sicuramente di livello molto alto, tanto è vero che ce la giocavamo in 5 o 6 – ha dichiarato a caldo Polverini al microfono del collega Lorenzo Giovannini – Le mie ambizioni erano alte, puntavo ad un successo che ho inseguito preparando questi campionati da quando sono iniziate le gare in vasca lunga, soprattutto i 100 rana. Sono molto soddisfatto della prestazione in cui ho cercato di nuotare sempre molto lungo, accelerando solo negli ultimi 15 metri – continua Polverini – Ho segnato il mio migliore di sempre, anche meglio di quello nuotato da agonista e questa per me è una soddisfazione enorme. Adesso ho i 50 rana che non ho preparato molto e quindi sarà più che altro un divertimento disputarli.»

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Medaglia d’argento per Michele Zito della Unique Pool con 1’0760 e 939.64 punti e bronzo per Matteo Ghilardi della Nuotopiù Academy con 1’0827 e 930.42 punti, ma va sottolineata anche la medaglia di “legno” di Davide Domenichini della Nuoto Club 2000 Faenza che ha mancato il podio per soli 27 centesimi.

Il punteggio più alto invece lo ha realizzato Alberto Montini, M45 della Master AICS Brescia con 1’0794 e 1000.15 punti con il quale ha preceduto gli ardui avversari di categoria Andrea Cabiddu del Flaminio Sporting Club con 1’1194 e 944.54 punti ed Enrico Capitani del Team Sport Isola con 1’12”03 e 943.36 punti, con almeno altri sei gli over 900 punti che restano fuori dal podio.

intervista_Andrea_Cavalletti_Swim4life_00È tornato a vincere nella piscina che lo ha visto campione del mondo master nei 100 e 200 rana nel 2012 Andrea Cavalletti (nella foto a destra), M30 del Team Marche Master che ha segnato 1’08”33 e 944.24 punti.

«La gara mi ha soddisfatto sicuramente dal punto di vista della posizione, meno dal punto di vista del tempo – ha dichiarato a caldo Cavalletti – A Roma due settimane fa ero riuscito a nuotare 1’06”50, un tempo totalmente differente da quello di stamattina, ma sicuramente sulla gara di oggi ha influito la temperatura dell’acqua, molto fredda, che mi ha irrigidito come si sarà visto anche da fuori. Domani ho i 200 rana e 50 dorso e vediamo se in vasca interna cambia qualcosa. Devo dire che quest’anno mi sono dedicato di più alla preparazione degli atleti agonisti che seguo per la Rari Nantes Marche – spiega Cavalletti – una delle quali proprio oggi disputa i Giochi Europei a Baku.»

Sempre presente il mito Mario De Giampietro, M90 della Pol. Garden Rimini che ha fatto suo l’ennesimo titolo italiano segnando 2’4125 e 932.09 punti. Tra i migliori di questa specialità segnaliamo anche Andrea Benedetti della Pool Nuoto Sambenedettese che ha vonto il titolo M35 con 1’0930 e 943.29 punti davanti a Mattia Masperi della Canottieri Garda Salo’ con 1’0982 e 936.26 punti e Marco Mengotto della Rari Nantes Legnano con 1’1013 e 932.13 punti ed infine Simone Battiston, M40 della Rari Nantes Legnano con 1’0944 e 952.91 punti.

Anche i 100 farfalla hanno offerto non poco spettacolo con tre Record Italiani ed almeno altri due sfiorati. I protagonisti dei nuovi primati sono stati Gaetano Carboni, M60 del Circolo Canottieri Aniene che ha fermato il crono a 1’12”25 e 921.25 punti cancellando Bruno Iossa con 1’13”85 del 2009, Franco Olivetti, M55 della Master AICS Brescia con 1’0618 e 950.14 punti con il quale ha migliorato il precedente di Massimo Giardino con 1’07”05 25 della scorsa stagione e Mauro Cappelletti, M50 della Como Nuoto con 1’0073 e 1002.63 punti con il quale ha migliorato il tempo che lui stesso aveva nuotato a Firenze poche settimane fa con 1’01”52.

Marco_MacciantiIl podio maschile più veloce è stato quello della categoria M30 vinta da uno splendido Marco Maccianti (nella foto a destra) della Firenze Nuota Extremo con 57”74 e 963.46 punti.

«Le sensazioni in gara sono state buone, anche se nell’ultimo periodo mi sono allenato poco per impegni personali – ha commentato Maccianti a fine gara – Ci tenevo però ad onorare i Campionati Italiani e sono contento di aver centrato il primo posto in una gara che mi piace molto, anche se è il dorso è la mia specialità prediletta. Adesso mi aspetta la mi staffetta 4×50 misti e poi i 100 dorso individuali dopo di che, qui a Riccione chiudo la mia stagione, pensando poi alla prossima sperando di essere presente agli Europei Master di Londra.»

Il podio M30 lo hanno completato Stefano Folle della Rari Nantes Saronno con 5827 e 954.69 punti e Yojan Fidel Garcia Viel della Sisport FIAT con 59”70 e 931.83 punti.

Molto avvincente anche il confronto nella categoria M40 vinta da uno straordinario Franco Pozzi della Nuotatori Milanesi che ha segnato 58”60 e 983.11 punti, appena un secondo sopra il crono Record Italiano nuotato da Montini nel 2009. Il lombardo si è imposto davanti ad Andrea Talevi de Il Grillo Civitanova con 5891 e 977.93 punti ed Alessandro Borgialli della Rari Nantes Torino con 5968 e 965.32 punti.

Tra i migliori della specialità segnaliamo anche Andrea Toja, M45 della ASA Cinisello Balsamo con 1’0135 e 962.35 punti e Rudy Lazzaro della Riviera Nuoto Dolo che vince di un soffio la categoria M25 5923 e 928.41 punti davanti a Franco Mei del Forum Sport Center con 5955 e 923.43 punti e Simone De Dominicis del Forum Sport Center con 5983 e 919.10 punti.

IX Citta' di Legnano-Daniela DepontiInarrestabile come sempre tra le donne Daniela Deponti (nella foto a destra) della Nuoto Club Milano che vince segnando il crono di 1’0864 e 1025.06 punti, un solo centesimo oltre il Record Europeo da lei detenuto, posizionandosi al comando della categoria M50 seguita dalla siciliana Paola Uberti del CUS Palermo con 1’1450 e 944.43 punti e dalla compagna di squadra Daniela Pedacchiola con 1’1526 e 934.89 punti.

Vanno forte anche Franca Bosisio, M45 del Team Trezzo Sport che chiude in 1’08”19 e 990.32 punti, Valeria Corbino, M35 del Team Nuoto Siracusa con 1’0839 e 946.04 punti e Sara Papini, M25 della Firenze Nuota Extremo che con 1’05”66 e 967.41 punti batte anche la concorrenza dell’Azzurra del nuoto pinnato Elisa Mammi della Rari Nantes Camogli con 1’0625 e 958.79 punti.

Eccellente infine la prova di Chiara Mazzoni, M30 della 01 Zerouno Firenze che segna 1’06”37 e 953.29 punti nello Stadio del Nuoto che per tanti anni l’ha vista tra gli Assoluti.

«Erano un po’ di anni che non nuotavo i 100 farfalla e l’allenamento alle spalle non è tanto – ha affermato la Mazzoni a fine gara – Ho cercato quindi di controllare i primi 50 metri per chiudere bene poi la gara sul finale. Ho avuto belle sensazioni e soprattutto mi sono divertita perché è sempre bello gareggiare in questa piscina piena di bei ricordi agonistici per me. Un buon risultato quello di oggi in vista della velocità pura dei 50 rana e 50 farfalla in cui mi sento più a mio agio e per le staffette a cui tengo molto.»

La mattinata si è conclusa con le mi staffette 4×50 stile libero che hanno coinvolto in gara ben 145 squadre, tra le quali si sono particolarmente distinte il Centro Nuoto Bastia M200 con 1’5307 e 973.56 punti, AICS Pavia Nuoto A M100 con 1’48.15 e 962.09 punti, Derthona Nuoto A M120 con 1’48.07 e 958.92 punti, Master AICS Brescia M160 con 1’49”91 e 956.15 punti e Flaminio Sporting Club A M240 con 2’0870 e 926.96 punti, a 63 centesimi dal Record Italiano.

Appuntamento a oggi pomeriggio a partire dalle ore 15:00 (ore 14:00 il riscaldamento) con la quarta sessione gare che si aprirà con i 400 stile libero seguiti dai 200 misti.

Clicca qui per la galleria foto 1 dei Campionati Italiani Master 2015 a cura dell’inviato Swim4Life Lorenzo Giovannini

Clicca qui per Start-List e Programma Gare con orari dei Campionati Italiani Master 2015

Clicca qui per i risultati live dei Campionati Italiani Master 2015

Swim4Life – All rights reserved

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights