Italia giovanile brillante a Baku!

Un oro e tre argenti conquistati nella terza giornata dei Giochi Europei.

Quella di ieri è stata una giornata indimenticabile per l’Italnuoto giovanile poiché è arrivata la prima medaglia d’oro conquistata in quel di Baku da Sveva Schiazzano, 15enne Campana che ha vinto i 1500 stile libero con il tempo di 16’40’’17. Un risultato sorprendente dato che l’atleta della Swimming Sorrento ha migliorato di 22 secondi il proprio personale, 17’09’’69 fatto registrare agli scorsi assoluti primaverili. Un risultato prestigioso e che dà grandi speranze per il futuro del Fondo Azzurro. Hanno completato il podio l’ungherese Janka Juhasz che ha segnato 16’40’’39 e la spagnola Marina Castro Atalaya che ha terminato in 16’46’’16.

Oltre all’oro, l’Italia ha festeggiato anche tre medaglie d’argento che portano la firma di Giacomo Carini, Giulia Verona e Alessandro Miressi.

Giacomo Carini-Giochi Europei Baku 2015Ottima la prova di Carini (foto a destra Getty Images) che si era già messo in evidenza nelle batterie del mattino dei 200 farfalla nuotando il secondo miglior crono delle qualifiche, confermandosi poi in finale chiudendo in 1’57’’46, migliorando ancora il Record Italiano Juniores e Cadetti segnato al mattino di 34 centesimi. L’oro è andato al russo Daniil Pakhomov che ha toccato in 1’57’’04 ed il bronzo al francese Matthias Marsau che ha chiuso in 1’58’’96.

Quasi 4 secondi in meno invece il miglioramento di Giulia Verona rispetto al tempo nuotato al mattino nei 200 rana nei quali è riuscita a risalire al secondo posto nella finale chiusa in 2’25’’91. L’atleta del Team Lombardia è stata preceduta dalla fortissima russa Maria Astashkina che ha siglato il nuovo Record Mondiale Juniores con 2’23’’06, ma è giunta davanti alla britannica Layla Black che ha segnato 2’27’’61.

Festa grande anche nella gara regina maschile. Il torinese Alessandro Miressi è infatti salito sul secondo gradino del podio dei 100 stile libero segnando 50’’03, 23 centesimi in più rispetto al tempo nuotato in qualifica, ma che basta per portare a casa una pesante ed importante medaglia. Il britannico Duncan Scott si è aggiudicato l’oro con 49’’43, mentre sul gradino più basso del podio ci è salito il russo Vladislav Kozlov con 50”11. Occasione sprecata per Alessandro Bori che in finale ha chiuso settimo nuotando in 50’’46, 42 centesimi in più rispetto alle qualifiche.

La terza giornata dei Giochi Europei ha visto tra i principali protagonisti anche gli atleti austriaci che hanno conquistato due medaglie d’oro nell’arco di 15 minuti e ancora i russi che hanno cantato l’inno nazionale per ben 4 volte oltre al prestigio aggiunto dal World Record siglato dalla Astashkina.

Sebastian Steffan ha vinto i 200 misti risalendo la finale in modo entusiasmante dal quarto al primo posto segnando 2’01”39 davanti ai britannici Jarvis Parkinson con 2’01”94 e Martyn Walton con 2’02”24.

russia-giochi europei bakuUn quarto di giro di orologio e l’Austria è salita nuovamente sul primo gradino del podio Caroline Pilhatsch che per solo un centesimo ha fatto suoi i 50 dorso segnando 28”60 davanti alla francese Pauline Mathieu con 28”70 e la russa Mariia Kameneva con 28”77.

I 50 rana maschili sono invece andati al lituano Andrius Sidlauskas che ha segnato 27”81 davanti al croato Nikola Obrovac con 27”89 ed il danese Tobias Bjerg con 28”04.

La giornata si è conclusa con la Russia dominatrice anche nelle staffette nelle quali ha fatto il vuoto trionfando ampiamente sia nella 4×200 stile libero maschile con il crono di 7’16”08 davanti a Gran Bretagna con 7’19”36 e Germania con 7’20”77, che nella 4×100 misti femminile siglando inoltre il Record Mondiale Juniores con 4’03”22 davanti a Olanda con 4’07”99 e Gran Bretagna con 4’09”10.

Clicca qui per i risultati completi dei Giochi di Baku 2015

Erica Di Marzo 

Swim4Life – All rights reserved

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights