Campionati Italiani Paralimpici Estivi da lodare!

Campionato esaltante con 17 Record Italiani Assoluti e 39 di Categoria a meno di un mese dai Mondiali di Glasgow.

Nel fine settimana lungo ormai alle spalle si è tenuto l’ultimo appuntamento a livello nazionale per il Nuoto Paralimpico con i Campionati Assoluti Estivi che si sono disputati presso il bellissimo impianto sportivo delle Piscine Manara Sport Management di Busto Arsizio trasmessi anche in diretta su Rai Sport nella giornata di domenica.

La 38esima edizione di questo appuntamento marcato Federazione Italiana Nuoto Paralimpico ha offerto uno spettacolo da 17 Record Italiani Assoluti e 39 di Categoria a meno di un mese dai Mondiali IPC Swimming che si svolgeranno dal 13 al 19 luglio a Glasgow.
Segnali importanti sono arrivati anche dai giovani che si sono messi in evidenza in questi Campionati, organizzati a livello locale dalla Propatria Disabili Busto Arsizio e dalla Sport Management, con ben 17 atleti sotto i 15 anni oltre ad altri 20 sotto i 18.

Francesco Bocciardo-Campionati Italiani Assoluti Nuoto Paralimpico Estivi 2015Le migliori prestazioni tabellari sono state realizzate da Francesco Bocciardo (nella foto a destra), S6 della Nuotatori Genovesi che nei 400 stile libero ha fermato il crono a 5’01″68 e 990,85 punti siglando tra l’altro anche il Record Italiano Assoluto ed Emanuela Romano, S6 della Nuotatori Campani che nei 50 stile libero ha segnato 36″40 e 972,53 punti.

La prima sessione consumata venerdì pomeriggio, è partita con i 50 stile libero che per le classi S1-S6 ha visto dominare Vincenzo Boni, S3 del Caravaggio Sporting Village Aqua & Fitness con 50″18 e 861,70 punti ed Emanuela Romano con la prestazione sopra citata. Oltre alla Romano, in campo femminile, si è distinta anche Gloria Boccanera, S2 della Accademia Del Nuoto Marino che ha segnato il nuovo Record Italiano Assoluto con 1’22″38 e 842,44 punti.
Le Finali Open maschili hanno visto trionfare il “Masaniello” della nazionale Vincenzo Boni con 49″83 e 867,75 punti, mentre tra le donne ha vinto Emanuela Romano con 36″92 e 958,83 punti davanti a Gloria Boccanera che ha migliorato il Record Italiano segnando 1’22″18 e 844,49 punti.

Sempre nei 50 stile libero ma per le classi S7-S13, dopo le accese batterie è stato Fabrizio Sottile, S12 del Circolo Canottieri Aniene a trionfare con 25″92 e 919,75 punti davanti a Lorenzo Alibrandi, S8 del Santa Lucia Roma con 31″34 e 837,59 punti e Federico Bassani, S11 del Circolo Canottieri Aniene con 31″23 e 826,13 punti, mentre tra le donne l’ha spuntata Federica Buniolo, S11 della Aspea Padova Onlus con 34″35 e 908,30 punti davanti a Katia Aere, S7 della Fai Sport con 38″11 e 852,01 punti.

La voce grossa nei 150 Misti Open SM1-SM4 l’hanno fatta Arjola Trimi, SM4 della Pol. Bresciana No Frontiere Onlus con il Record Italiano segnato in 3’05″10 e 952,08 punti e Nicolo’ Bensi, SM4 del Circolo Canottieri Aniene con 3’17″23 e 777,42 punti.

I 200 Misti SM5-SM14 hanno visto protagonista Valerio Taras, SM7 del Santa Lucia Roma con 2’55″75 e 883,24 punti davanti ad Ivan Perfetto, SM10 della Nuotatori Campani che ha segnato 2’32″51 e 868,07 punti, nuovo Record Italiano di Categoria e Yuri Prezzi, SM9 del Circolo Canottieri Aniene con 2’41″13 e 843,29 punti. Tra le donne si è imposta Francesca Secci, SM9 della Sardegna Sport con 2’52″20 e 882,17 punti davanti a Martina Rabbolini, SM11 della G.S. Dil. Non Vedenti Milano Onlus con 3’19″68 e 864,08 punti.

Arjola Trimi-Campionati Italiani Assoluti Nuoto Paralimpico Estivi 2015La Staffetta 4×100 Misti Punti 34 maschile è andata al Santa Lucia Roma che ha segnato 5’25″54 e 771,76 punti.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

La sessione del mattino di sabato è stata segnata dai protagonisti della gara regina che ha visto Emanuela Romano segnare il miglior tabellare con 1’18″91 e 950,83 punti. I 100 stile libero hanno trovato tra i miglior atleti anche Federico Morlacchi, S9 della Polha Varese con 58″85 e 949,53 punti davanti a Fabrizio Sottile che ha segnato 57″11 e 922,08 punti e Simone Ciulli, S10 del Circolo Canottieri Aniene con 57″75 e 898,35 punti mentre in campo femminile si è messa in evidenza anche Alessia Berra, S13 della Polha Varese con 1’04″86 e 923,68 punti.

Record Italiano per Arjola Trimi (nella foto a destra) nei 50 rana nuotati in 1’06″02 e 862,16 punti mentre la Staffetta 4×50 Stile Libero Punti 20 maschile è andata ancora al Santa Lucia Roma con 3’10″43 e 742,37 punti.

Le gare pomeridiane hanno visto l’inedito Federico Morlacchi (nella foto di copertina) a pancia in su nei 100 dorso nei quali ha vinto la Finale Open in 1’08″82 e 910,64 punti davanti a Simone Ciulli con 1’06″43 e 909,68 punti e Fabrizio Sottile con 1’11″51 e 844,50 punti.

Altro Record Italiano per Gloria Boccanera nei 100 dorso con 2’59″67 e 808,87 punti ma in questa specialità è da segnalare anche Martina Rabbolini con 1’28″33 e 896,30 punti.

Vincenzo Boni-Campionati Italiani Assoluti Nuoto Paralimpico Estivi 2015Gli Azzurri Vincenzo Boni (nella foto a destra) con 48″80 e 906,56 punti con il quale ha stabilito il Record Italiano ed Andrea Massussi, S5 della Pol. Bresciana No Frontiere Onlus con 43″66 e 841,27 punti sono stati i migliori atleti dei 50 dorso nei quali sono piovuti Record Italiani al femminile con Arjola Trimi che ha segnato 52″97 e 961,11 punti ed Angela Procida, S3 della Nuotatori Campani con 1’21″84 e 718,11 punti.

Un super Francesco Bocciardo ha dominato i 400 stile come raccontato in apertura con 5’01″68 e 990,85 punti seguito da Yuri Prezzi con 4’50″27 e 874,84 punti ed Ivan Perfetto con 4’44″23 e 863,35 punti, gara che al femminile è andata ad Alessia Berra con 5’02″62 e 901,66 punti davanti a Francesca Secci con 5’16″80 e 862,63 punti.

Ottimi riscontri anche nei 200 stile libero nei quali Francesco Bettella, S2 della Aspea Padova Onlus ha segnato 5’21″59 e 890,79 punti in batteria, preceduto da Vincenzo Boni che fa sua la Classifica Open a suon di Record Italiano segnando 3’42″84 e 913,26 punti.

Il Santa Lucia Roma ha portato a casa anche la staffetta 4×50 misti punti 20 con 3’23″32 e 770,12 punti, gara nella quale la formazione femminile della Pol. Bresciana No Frontiere sigla il Record Italiano con 4’09″64 e 745,91 punti.

Emanuela Romano-Campionati Italiani Assoluti Nuoto Paralimpico Estivi 2015Tra i i migliori atleti della domenica si è messa in risalto Martina Rabbolini che ha vinto i 100 rana con 1’39″04 e 922,46 punti seguita da Federica Buniolo, SB11 della Aspea Padova Onlus con 1’39″27 e 920,32 punti, specialità nella quale si sono distinte anche Camilla Luscri’, SB13 della A.I.C.S. Pavia Nuoto con 1’44″66 e 757,79 punti ed Emanuela Romano (nella foto a destra) con 2’04″89 e 789,01 punti con i quali hanno siglato il Record Italiano.

Marco Dolfin, SB5 della Diversamente-Abili Briantea ’84 ha vinto i 100 rana con 1’46″68 e 877,30 punti davanti a Giuseppe Romele, SB6 della Polisp. Disabili Valcamonica con 1’34″44 e 876,22 punti ed Efrem Morelli, SB4 della Pol. Bresciana No Frontiere Onlus con 1’49″37 e 866,33 punti

Yuri Prezzi con 1’08″60 e 872,30 punti e la giovanissima Marika Del Mastro, classe 2003, S9 della As.So.Ri Foggia con 1’37″54 e 701,35 si sono messi in mostra nei 100 farfalla.

Anche l’ultima staffetta, la 4×100 stile libero punti 34 maschile, è andata al Santa Lucia Roma con 4’50″84 e 793,63 punti.

«Siamo molto soddisfatti del percorso realizzato dal Nuoto Paralimpico in questa stagione, dai Campionati Italiani invernali a questi Estivi di Busto nelle piscine Manara – ha affermato il Presidente della FINP Roberto Valori nella foto a destra – Abbiamo avuto numeri importanti non solo come partecipazione ma anche come prestazioni. Anche l’età media si abbassa sempre di più e questo ci dà man forte per proseguire il nostro lavoro dandoci conferma su quanto sia importante lavorare sui giovani che possono dare nuove gioie e perché no, nuovi campioni.»

Presidente Roberto Valori-FINPLa diretta Rai realizzata nell’ultima giornata è stato un valore aggiunto non da poco in questi Campionati.
«Non vorrei sbagliarmi ma dovremmo essere la prima manifestazione dopo il protocollo di intesa siglato dal Presidente Tarantola e dal Presidente Pancalli, quindi Rai e Comitato Paralimpico Italiano. La Rai fornisce servizi importantissimi al nostro movimento ed il Nuoto è stato scelta dal CIP come prima diretta dopo i protocollo siglato. Oltre a mostrare i nostro ragazzi in acqua durante le loro performance, siamo riusciti a realizzare anche interviste ai ragazzi che saranno impegnati ai Mondiali di Glasgow dove speriamo che possano coronare i loro sogni e desideri e dove noi possiamo raccogliere soddisfazioni dopo aver seminato da tanti anni. Speriamo di raccogliere anche le basi per preparare poi la festa dello sport di Rio che ci aspetta ra poco più di un anno.»

Nuoto Paralimpico e sempre più vicino al Nuoto dei normo, con la FIN e la FINP che sono quasi un’unica Federazione, la presenza ormai stabile e fissa del Nuoto Paralimpico al Trofeo Settecolli e l’intesa con il Presidente Barelli che è sempre più forte. Può crescere ancora di più questo gemellaggio?

«Gemellaggio e intesa a livello nazionale, non solo protocollare ma anche amicale tra la FINP e la FIN esiste già da anni. I vertici hanno quindi fatto quello che dovevano fare e adesso sarebbe il momento in cui anche le organizzazioni territoriali debbano prendere spunto per sviluppare concretamente il messaggio che il nuoto è uno solo. Organizzare quindi gare Regionali in cui ci siano anche batterie paralimpiche e perché no anche al contrario, vedere atleti del nuoto assoluti anche in gare paralimpiche.»

Alcuni esempi ci sono già come il Trofeo Città di Milano e altre manifestazioni che hanno già aperto anche al Nuoto Paralimpico.

«Certamente, ci sono già manifestazioni che da anni sposano il paralimpico ma ovviamente gli eventi devono aumentare. Serve tempo per questo ma penso che siamo nella direzione giusta, anche se non dobbiamo dimenticare che purtroppo molti impianti soffrono ancora problemi di agibilità e il nuoto in questo paga pegno.»

Un’ultima battuta la riserviamo ai Mondiali che ormai sono prossimi. Facendo tutti gli scongiuri, quali sono le aspettative che abbiamo da questa importante competizione?

«Noi abbiamo studiato tanto e quindi speriamo che gli esami vadano bene, bisogna vedere chi ci interroga a Glasgow. Sicuramente i ragazzi si sono preparati per fare bene e forse anche per vincere. Parlando anche con il CT Vernole mi sembra che loro siano motivati e quindi speriamo di essere promossi.»

nazionale italiana nuoto paralimpicoNazionale in cui è sempre più difficile arrivarci, segnale molto positivo per il Nuoto Paralimpico perché vuol dire che il livello tecnico è sempre più alto.
«Certamente ed anche a livello internazionale è sempre più difficile fare dei risultati importanti. Dal punto di vista tecnico e di allenamenti, il Settore Paralimpico si è evoluto tantissimo grazie ai nuovi Tecnici, preparatissimi, che abbiamo formato in questi anni.»

A fine manifestazione è stata presentata la Nazionale che sarà impegnata nella spedizione per i Mondiali.

Clicca qui per i risultati completi dei Campionati Italiani Assoluti Paralimpici Estivi 2015

Clicca qui per le foto Campionati Italiani Assoluti Paralimpici Estivi 2015 – sessione gare sabato mattina

Clicca qui per le foto Campionati Italiani Assoluti Paralimpici Estivi 2015 – sessione gare sabato pomeriggio

Clicca qui per le foto Campionati Italiani Assoluti Paralimpici Estivi 2015 – sessione gare domenica

Clicca qui per le foto Campionati Italiani Assoluti Paralimpici Estivi 2015 – premiazioni gare sabato

Clicca qui per le foto Campionati Italiani Assoluti Paralimpici Estivi 2015 – premiazioni gare domenica

Clicca qui per le foto Campionati Italiani Assoluti Paralimpici Estivi 2015 – galleria aggiuntiva

Swim4life – All rights reserved

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine