Florent Manaudou non si nasconde e punta al Record del Mondo nei 50 stile!

Il francese ha le idee chiare: dominare la scena della velocità assoluta, dai Mondiali alle Olimpiadi.

Compirà 25 anni a novembre ma è dal 1994, ovvero dall’età di 3 anni che nuota senza mai fermarsi. Per molto tempo è stato soltanto il fratello di Laure Manaudou, ma poi le vittorie su vittorie ed il trionfo olimpico nei 50 stile libero di Londra gli hanno fatto guadagnare il rispetto che merita.
Attualmente è l’atleta più veloce del mondo con i costumi in tessuto insieme a Cesar Cielo che detiene il Record Mondiale e con il quale si batterà probabilmente fino all’ultima bracciata per conquistare Mondiali ed Olimpiadi, ma lui punta a qualcosa di più che a vincere la medaglia d’oro: Florent Manaudou punta a stabilire il nuovo Record del Mondo!

Il crono nuotato ai Giochi Olimpici è stato il più veloce di sempre realizzato con costume in tessuto come dicevamo prima, un incredibile 21”34, limato poi a 21″32 agli Europei di Berlino, che però il francese punta a migliorare nettamente da qui a Rio. Insieme ad Alain Bernard è stato l’unico francese a vincere un oro olimpico negli ultimi dieci anni e punta a raddoppiare con i prossimi Giochi il che lo farebbe entrare per sempre nella storia del nuoto made in France.

In campo Europeo ha preso il testimone dei velocisti francesi continuando a vincere l’oro nei 50 stile libero così come avvenuto negli ultimi quattro Campionati, nel 2008 con Alain Bernard che vinse anche i 100 stile libero, nel 2010 e 2012 con Frederick Bousquet, anno in cui la Francia dominò vincendo l’oro in tutte le distanze dello stile libero tranne che nei 200 e nel 2014 con Florent Manaudou che vinse anche i 100 stile libero e i 50 farfalla.

Florent_Manaudou_Campionati_Europei_Berlino_2014Ad oggi il suo forziere conta 13 medaglie d’oro, 6 d’argento e 1 di bronzo tra Olimpiadi, Mondiali ed Europei, ma è in vasca corta che il robusto francese si esprime meglio in quanto oltre alle Olimpiadi, Manaudou ha vinto in campo internazionale in vasca lunga solo agli ultimi Campionati Europei.

Nel 2014 ha vinto anche il prestigioso premio LEN Awards che per la terza stagione consecutiva, la quinta in totale in otto assegnazioni, è andato ad un atleta francese. Nella sua specialità la concorrenza è alta e con diversi atleti temibili, ma lui ha le idee ben chiare e pensa soltanto a voler vincere a tutti i costi con il pensiero rivolto a Rio per il quale vede solo l’oro come unico obiettivo!

All’inizio eri solo il fratello di Laure Manaudou, mentre invece oggi forse sei anche più famoso di lei. Come ti sentivi prima e come ti senti invece oggi?
«All’inizio era difficile sentire parlare di mia sorella ovunque, ma in realtà mi sono sentito presto confortato perchè ho imparato ad essere superiore a quello che si diceva in TV, o attraverso la stampa ed i media in generale e di essere orgoglioso di lei. Ora sto vivendo i giorni in cui è lei ad essere orgogliosa di me e mi sento molto bene!»

Cos’è cambiato per te a livello emotivo dalle prime volte in nazionale, ad oggi?
«Un sacco di cose sono cambiate dall’inizio della mia carriera in quanto oggi, a differenza dei primi anni, so bene che ho la possibilità di essere il miglior sportivo francese.»

Quanto è dura diventare un nuotatore di altissimo livello internazionale e quanto hai dovuto sacrificare nella tua vita per essere quello che sei oggi nel nuoto?
«Il nuoto è difficile perché è da quando ero bambino che nuoto continuamente, ogni giorno ed a volte sento che è così difficile da volermi quasi fermare. Quando però iniziano ad arrivare numerose medaglie e vittorie importanti, capisci che è bene lavorare come un cavallo.»

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Florent_Manaudou_Mondiali_Nuoto_Barcellona_2013Cosa ti piace fare quando hai un po’ di tempo libero?
«Godermi il mio divano, guardare film e giocare ai videogiochi.»

Che significato ha per te il tatuaggio che porti sul fianco destro?
Sorride Manaudou prima di rispondere «Questo è un grande segreto!»

Con la vittoria di Londra 2012 sei stato il primo francese a vincere i 50 stile libero alle Olimpiadi ed inoltre insieme ad Alain Bernard sei l’unico francese ad aver vinto un oro olimpico nel nuoto negli ultimi dieci anni. Come ti fa sentire oggi aver realizzato questo storico risultato?
«In un primo momento sono rimasto davvero sorpreso dei miei risultati. Solo dopo molto tempo ho capito che dovevo lavorare duro per vincere di nuovo! Il grande obiettivo che mi pongo è quello di vincere diverse altre medaglie.»

Il crono che facesti a Londra nel 2012 era anche il migliore al mondo fatto con costume in tessuto, battuto poi da Cesar Cielo ai Mondiali del 2013 e da te eguagliato agli Europei 2014. Pensi che il 21”32 si possa migliorare ancora?
«Sì, voglio credere di poter essere ancora più veloce!»

Senza costumone sarà possibile battere il Record Francese ed Europeo nei 50 stile libero detenuto da Frederick Bousquet con 20”94 ed il Mondiale detenuto da Cielo con 20”91?
«Come ho detto prima, non posso fermarmi al tempo che nuoto oggi, voglio migliorare la mia velocità, lavorare di più e battere anche il record mondiale!»

In allenamento dedichi più tempo alla forza o alla tecnica?
«Dipende, abbiamo un grande spazio per il nostro allenamento fuori dalla piscina e mi piace molto lavorarci.»

Preferisci la vasca corta o la vasca lunga?
«Vasca corta, perché mi piace la velocità e ho molta voglia di essere il più veloce e lì riesco ad esprimermi meglio.»

Hai mai pensato di competere seriamente anche nei 50 rana?
«Credo di no, ma un giorno, chissà, potrebbe essere una possibilità.»

Hai mai pensato di spingerti oltre i 100 metri per preparare un 200 misti anche in prospettiva olimpica?
«No, penso proprio di no.»

Florent_Manaudou_Settecolli 2014Parliamo di Mondiali. Negli ultimi dieci anni nessun francese è mai riuscito a vincere l’oro ai Mondiali nei 50 stile libero. Pensi che a Kazan possa essere la volta buona o la concorrenza degli avversari è troppo forte in questo momento?
«Sì, penso che sia il momento buono per vincere a Kazan. Ovviamente gli avversari saranno forti, ma io so di poter essere più forte!»

Vladimir Morozov, Bruno Fratus, Cesar Cielo e Marco Orsi sono gli atleti che hanno segnato i migliori crono mondiali quest’anno alle tue spalle. Chi tra questi atleti temi di più per i Mondiali?
«Forse i due brasiliani, Cesar e Bruno, perché tra un anno saremo a casa loro a Rio e penso vogliano fare molto bene in prospettiva Olimpica.»

Pensi che il podio si deciderà tra voi o vedi qualche outsider?
«Davvero non ne ho idea, so soltanto che io resterò concentrato su me stesso per arrivare primo!»

Oltre ai 50 stile libero, il tuo obiettivo sono anche i 50 farfalla nei quali però hai il quarto crono mondiale insieme ad Andrey Govorov e Rafael Munoz Perez. Quale delle due gare tra i 50 stile e 50 farfalla pensi sia più difficile?
«Forse i 50 farfalla, perché non è la mia gara preferita tra le due.»

Nei Mondiali 2013 la Francia è arrivata terza nel medagliere dietro alla Cina e gli USA. Considerato che intanto sono cresciute molto anche altre nazioni, che risultato pensi possa fare la Francia a Kazan?
«Il nostro obiettivo è quello di essere sul podio! Sappiamo che abbiamo il potenziale per farcela e ci proveremo con tutte le nostre forze.»

In che modo è cambiato il nuoto francese negli ultimi cinque anni?
«Alcuni atleti stanno tornando come Camille Lacourt, alcuni altri nuovi stanno emergendo ed infatti abbiamo un grande potenziale con i giovani. Quando i nuotatori più “anziani” hanno interrotto le proprie carriere, i più giovani hanno iniziato ad emergere rapidamente.»

Se parliamo di organizzazione, tecniche di allenamento e preparazione atletica, come vedi posizionata oggi la Francia in Europa?
«Penso che navighiamo su una buona onda. A Marsiglia siamo fortunati perché abbiamo grandi tecnici, abbiamo un sacco di grandi nuotatori e le condizioni perfette per allenarci per vincere medaglie importanti.»

Se dico Olimpiadi di Rio 2016, qual è il primo pensiero che ti viene in mente?
Anche qui Manaudou sorride prima di rispondere, riflette e poi afferma con una battuta ironica: «Sole, medaglie d’oro e spiagge!»

Swim4life – All rights reserved

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights