Primo oro alle Universiadi con Martina Caramignoli che conquista il titolo nei 1500 stile libero!

La reatina stampa il quinto crono mondiale promettendo spettacolo per i Mondiali di Kazan.

È arrivata oggi la prima medaglia d’oro conquistata dagli Azzurri impegnati alle Universiadi di Gwangju grazie alla bellissima prestazione sfornata da Martina Caramignoli che nei 1500 stile libero ha toccato la piastra cronometrica a 16’06”71, a 73 centesimi dal suo personale assoluto nuotato nella scorsa stagione nella finale dei Campionati Europei di Berlino ai quali conquistò la medaglia di bronzo. La reatina ha nuotato una gara grintosa segnando 8’32”58 al passaggio degli 800 metri, meglio dell’8’34”13 nuotato nella finale degli 800 stile libero al Settecolli, piazzandosi sul primo gradino del podio davanti alla statunitense Lindsay Vrooman con 16’13”85 e l’australiana Kiah Melverton con 16’21”39. Adesso l’obiettivo sono i Mondiali di Kazan per la Caramignoli che con questo crono si è attestata al quinto posto nella ranking mondiale stagionale.

Si ferma a 47 centesimi dal podio invece Ilaria Scarcella che nella finale dei 100 rana segna 1’07”62, migliorando di due centesimi il crono fatto al Settecolli, mentre chiude al settimo posto Martina Carraro con 1’08”07 che è lo stesso tempo nuotato in semifinale. L’oro va alla nipponica Mina Matsushima con 1’06”76.

Occasione persa per Gianluca Maglia che nella finale dei 200 stile libero ha chiuso al quinto posto con 1’48”54 peggiorando di 12 centesimi il crono nuotato in semifinale, con il podio che è stato fissato ad una quota raggiungibile, 1’48”29 per il bronzo vinto dall’australiano Jacob Hansford alle spalle dei due statunitensi Clay Youngquist con 1’47”91 e Reed Malone con 1’47”15.

Quinto posto anche per Damiano Lestingi che nella finale dei 400 stile libero segna 3’51”12. Gara vinta dal britannico Jay Steven John Lelliott con 3’48”84 davanti all’australiano Jack McLoughlin con 3’48”88 e lo statunitense Reed Malone con 3’50”13.

Ottava Laura Letrari nella finale della gara regina nuotata in 55”46. L’oro dei 100 stile libero è andato alla statunitense Shannon Vreeland con 54”39.

Universiadi Gwangju-nuotoApproda in finale dei 200 farfalla Francesco Pavone che dopo la prestazione importante realizzata nelle semifinali dove ha nuotato 1’56”40, suo migliore assoluto ed a soli 7 centesimi dal secondo all time italiano nuotato in costume gommato da Francesco Vespe nel 2009 che gli è valso anche il pass per i Mondiali di Kazan, si è ritagliato un posto da protagonista nella gara di domani segnando il quarto crono con 1’56”67. Fuori invece Matteo Pelizzari, 11esimo con 1’57”90.

Centra la finale dei 100 dorso anche Carlotta Zofkova che chiude in 1’00”94, mentre esce fuori l’altra Azzurra Stefania Cartapani, anche lei 11esima con 1’02”17.

Arriva in finale con il penultimo crono utile Luisa Trombetti che chiude i 200 misti in 2’14”42.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Arrivano nella finale dei 200 rana sia Luca Pizzini che segna il quinto crono utile con 2’11”26, che Flavio Bizzarri che chiude con il sesto tempo in 2’11”68, così come Matteo Milli e Stefano Mauro Pizzamiglio nei 50 dorso, rispettivamente con il secondo e quarto crono utile, 25”27 e 25”52.

Clicca qui per i risultati 38° Universiadi Gwangju

Clicca qui per il live streaming delle Universiadi Gwangju

Swim4Life – All rights reserved

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights