Due medaglie d’argento per l’Italia nella seconda giornata dei Mondiali di Nuoto Paralimpici.

Sul podio salgono Federico Morlacchi ed Arjola Trimi che con le due medaglie d’argento portano a casa anche due posti alle Paralimpiadi per l’Italia.

Seconda giornata dei Mondiali IPC Swimming con risultati importanti per gli Azzurri che grazie alle medaglie d’argento conquistate da Trimi e Morlacchi guadagnano due slots valide per le Paralimpiadi di Rio, un dettaglio da non sottovalutare in proiezione dei Giochi che si disputeranno l’anno prossimo. Ben cinque i Record del Mondo messi a segno stasera che rappresentano quanto sia stata spettacolare questa seconda giornata di gare.

Non è bastata una super Arjola Trimi che nei 50 stile libero S4 ha fermato il crono a 41”69 segnando il proprio personale e Record Europeo che però le è valso “solo” la medaglia d’argento alle spalle della scatenata messicana Nely Miranda Herrera che ha chiuso con l’incredibile crono di 40”08 con il quale ha migliorato il Record Mondiale da lei stessa detenuto con 40 34 nuotato il 6 giugno. Bronzo per la kazaka Zulfiya Gabidullina con 48”18.

Federico Morlacchi-mondiali IPC Swimming GlasgowAnalogo risultato per Federico Morlacchi che nei 100 stile libero S9 ha segnato 57”29 alle spalle del russo Alexander Skaliukh che ha comandato la gara ara prepotentemente fin dai primi metri chiudendo in 56”97. Bronzo all’australiano Brenden Hall con 57”51.

Un’ora e mezzo dopo l’atleta della Pohla Varese è sceso nuovamente nella vasca del Tollcross Swimming Centre di Glasgow per la finale dei 100 rana SB8 nella quale si è dovuto arrendere al quarto posto, a soli 34 centesimi dal podio, realizzato segnando però il nuovo Record Italiano in 1’12”68 con il quale migliora il precedente da lui stesso detenuto con 1’13” netti. In questa gara Morlacchi ha dovuto inchinarsi al cospetto della superiorità del russo Andrei Kalina che ha segnato 1’07”38 seguito dallo spagnolo Galisteo Oscar Salguero con 1’10”82 e l’austriaco Andrea Onea con 1’12”34.

Non riesce a migliorare la super prestazione di stamattina Emanuela Romano che nei 100 rana SB5 chiude al settimo posto con 2’04”10. Il titolo è andato alla tedesca Verena Schott con 1’51”43 che ha chiuso davanti alla vietnamita Thi Bich Nhu Trinh con 1’57”43 e la spagnola Julia Castello Farre con 1’57”83.

Non riesce purtroppo ad entrare in gara Martina Rabbolini che nei 400 stile libero S11 chiude in 6’12”14 posizionandosi all’ottavo posto. L’oro va alla favorita, la tedesca Daniela Schulte con 5’20”46 che vince davanti alla neozelandese Mary Fisher con 5’24”81 e la cinese Guizhi Li con 5’43”98.

Tra i risultati più eclatanti di questa seconda giornata, segnaliamo quelli messi a segno dai nuovi primatisti mondiali che sono stati ben: la statunitense Rebecca Meyers che ha stabilito il Record Mondiale nei 200 misti SM13 con 2’24″60, migliorando il 2’26″86 da lei stessa nuotato nella scorsa stagione, l’australiana Tiffany Thomas Kane con 1’34″95 nei 100 rana SB6 cancellando la statunitense Mallory Meggemann con 1’35″51 del 2010, Carlos Serrate Zarate con 1’16″68 nei 100 rana SB7 con il quale ha migliorato il precedente detenuto dal britannico Blake Cochrane con 1’16″84 e Lisette Teunissen con 1’37″18 nei 100 stile libero S3 cancellando l’ucraina Olga Sviderska con 1’37″58.

Appuntamento a domani mattina per la terza giornata di qualificazioni dei Mondiali IPC Swimming che può essere seguita da qui:

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Le finali di domani sera potranno essere seguite a partire dalle 20.00 ora italiana su Rai Sport.

Clicca qui per la diretta Rai Sport

Clicca qui per i risultati dei Mondiali IPC Swimming di Glasgow 2015

Swim4Life – All rights reserved

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights