I Campionati Italiani Master di Fondo si disputeranno a Castel Gandolfo.

Dopo l’esperienza negativa del mare di Riccione, è possibile che da oggi la competizione si terrà sempre in laghi.

Si disputeranno sabato 12 settembre a Castel Gandolfo i Campionati Italiani Master di Fondo con la gara valida per la 3 km che fu annullata a causa delle condizioni avverse del mare che impedì l’esecuzione regolare della competizione che si sarebbe dovuta disputare lunedì 22 giugno a Riccione. È stato reso noto dalla Federazione Italiana Nuoto attraverso un comunicato nel quale ufficializza, come aveva già anticipato subito dopo la decisione dell’annullamento della gara, che i Campionati si svolgeranno in concomitanza di una delle manifestazioni inserite nel Circuito Acque Libere, ovvero il 1° Trofeo Roma organizzato dalla Nautilus nel testato lago romano di Castel Gandolfo che è stato sede anche dei Campionati Italiani di Fondo degli agonisti.

Il programma prevede il ritrovo atleti per accreditamento fissato per le ore 13.30 presso la spiaggia di Lagolandia Beach di Castel Gandolfo al quale seguirà la riunione tecnica prima della gara che prenderà il via dalle 14.30.

Come già comunicato subito dopo l’annullamento dei Campionati lo scorso giugno, sono state riaperte le iscrizioni che dovranno essere eseguite entro il 5 settembre esclusivamente attraverso il sito web ufficiale della FIN alla sezione Master – iscrizioni on line sulla parte sinistra della pagina. Clicca qui per le iscrizioni.

A Tal proposito si ricorda che sono ritenute annullate le iscrizioni eseguite in precedenza per cui chi era iscritto ai Campionati Italiani annullati a giugno, che dovrà iscriversi nuovamente per la nuova data fissata per il 12 settembre. Sarà invece ritenuta valida la quota di iscrizione già pagata dagli atleti che ne avevano fatto versamento per la gara che doveva disputarsi a giugno.

Non è una sorpresa che i Campionati Italiani Master di Fondo si disputeranno in un lago anziché in mare dopo la brutta esperienza provata in quel di Riccione. Le esigenze degli atleti Master e l’imprevedibilità delle condizioni meteo non vanno a braccetto, motivo per il quale è lecito pensare che da oggi in poi, onde evitare rinvii fastidiosi e poco gestibili dai Master, i Campionati Italiani verranno organizzati sempre in campi gara che non rischiano di essere impraticabili a causa delle condizioni meteo, quali i laghi nei quali l’unica variante è la temperatura dell’acqua che però in mesi caldi, difficilmente va sotto quella ammissibile secondo il Regolamento FINA per le competizioni in Acque Libere, ovvero 16° C (massimo 31° C).

Swim4Life – All rights reserved

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine