Simone Ruffini e Federico Vanelli staccano il pass per le Olimpiadi nella 10 km di Kazan!

I due Azzurri chiudono tra i primi dieci assicurandosi la doppia qualificazione storica per Rio 2016.

I Mondiali di Kazan non sono soltanto fine a se stessi ma importanti anche nell’ottica delle Olimpiadi di Rio come avevamo ricordato alcuni giorni fa nell’articolo di presentazione dell’evento. I risultati conseguiti a Kazan infatti possono essere determinanti per staccare subito il pass per i Giochi Olimpici che si terranno l’anno prossimo e Simone Ruffini e Federico Vanelli hanno tenuto bene a mente questo importante fattore piazzandosi tra i primi dieci atleti della 10 km disputata oggi nel Fiume di Kazan dove sono scesi in gara 72 atleti.

Settimo posto per Ruffini in 1h 50’09″1 e decimo per Vannelli in 1h 50’23″1 che festeggiano emozionati all’arrivo in quanto consapevoli di aver staccato un sicuro biglietto per volare in Brasile nella prossima stagione, il massimo risultato a cui si poteva ambiare in questa gara per l’Italia ostile da 14 anni ormai con il lontano Mondiale di Fukuoka 2001 nel quale Fabio Venturin vinse l’argento.

L’oro è andato al 21enne statunitense Jordan Wilimovsky che è riuscito ad affermarsi dopo il 14esimo posto incassato nella 25 km ai Mondiali di Barcellona 2013, assaggiando finalmente la gloria della vittoria in questa gara chiusa in 1h 49’48″2 davanti all’olandese Ferry Weertman, oro ai Campionati Europei di Berlino 2014, con 1h 50’00″3 ed al 35enne greco Spryridon Gianniotis che si conferma una vera e propria leggenda del nuoto open water andando a vincere la sua settima medaglia mondiale in 1h 50’00″7 che segue alle due medaglie d’oro vinte in questa specialità nel 2011 e 2013.

Si è sentita l’assenza del grande tedesco Thomas Lurz che insieme a Gianniotis ha dominato a scena delle Acque Libere degli ultimi due Mondiali, mentre ha concluso soltanto al 23esimo posto l’olimpionico tunisino Oussama Mellouli che a Barcellona 2013 vinse il bronzo.

Rio 2016 sarà la prima Olimpiade nella quale l’Italia potrà schierare due atleti dello stesso sesso nella 10 km, facoltà che al momento potranno avere soltanto gli Stati Uniti oltre agli Azzurri, mentre tutti gli altri Paesi senza atleti qualificati ai Campionati Mondiali dovranno disputare la prova di ripescaggio.

Campo gara non facile che ha dimostrato di favorire gli atleti che vantano una migliore velocità di base anziché una buona resistenza. Si tratta di un ottimo risultato dopo il bronzo vinto da Furlan nella 5 km disputata sabato che ha visto in gara anche Arianna Bridi e Martina Grimaldi che non hanno brillato, chiudendo rispettivamente al nono e 11esimo posto nella gara vinta dalla statunitense Haley Anderson in 58’48″4 davanti alla greca Kalliopi Araouzou in 58’49″8 e la tedesca Finnia Wunram con 58’51″9.

Appuntamento a domani, dalle 11:00 alle 13:15 per la 10 km femminile che vedrà impegnate in gara Rachele Bruni ed Aurora Ponselè, mentre giovedì si disputerà la 5 km Mixed Team dalle  11:00 alle 12:15. Sabato 1° agosto si terrà infine la 25 km (07:00-13:00) che vedrà in gara Alice Franco, Ilaria Raimondi, Simone Ruffini e Matteo Furlan.

Clicca qui per i risultati completi Mondiali Acque Libere 10 km Kazan 2015

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Clicca qui per tutti gli orari e le dirette TV del programma gare Mondiali Nuoto Kazan 2015

Clicca qui per la diretta Rai Sport dei Mondiali di Kazan 2015

foto deepbluemedia.eu

Swim4Life – All rights reserved

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights