La 4×200 stile femminile con la licenza di sognare un podio mondiale!

Le batterie eliminatorie della quinta giornata di Kazan vedono qualificati anche Mencarini e Pizzini.

È partito stamattina il giro di ritorno dei Mondiali di Nuoto FINA che si stanno disputando a Kazan che in quattro giornate hanno offerto tanto spettacolo e dieci Record del Mondo.
Si sono concluse da pochi minuti le gare con la staffetta 4×200 stile libero femminile nella quale l’Italia, che è Campione d’Europa in carica, ha staccato il miglior crono di accesso in finale segnando 7’52”51. Si tratta di un risultato molto importante quello centrato stamattina, che concede ai tifosi italiani la licenza di sognare quello che sarebbe un magico podio nelle gare di oggi pomeriggio. Apre la staffetta Alice Mizzau che nuota un buon 1’58”78 seguita da Erica Musso che si tuffa per la prima volta in vasca in questo mondiale segnando 1’58”05. Cambio a metà gara con Chiara Masini Luccetti che segna 1’59”08 con il quale passa il testimone a Federica Pellegrini che chiude in rimonta sull’Australia segnando un parziale di 1’56”60 staccando inoltre il prezioso pass per le Olimpiadi di Rio 2016.

«Stamattina sentivo qualche dolore di tensione, però sono molto contenta che oggi faremo la finale in corsia 4 – ha dichiarato la Pellegrini – E’ una gara difficile ma ci teniamo molto a far bene.»

«Ho voluto nuotare sciolta facendo il contrario rispetto alla gara individuale e sono contenta perché sono riuscita a fare un miglior crono – ha dichiarato la Mizzau – Ho voltato pagina e adesso ci giochiamo questa staffetta fino all’ultimo.»

«Sono contenta di far parte di questa staffetta al mio primo mondiale – ha dichiarato la Mussi – Cercherò di migliorare il mio tempo nella finale di oggi pomeriggio.»

federica-pellegrini-mondiali-nuoto-kazan-2015«Stamattina ho fatto un cambio molto lento per non rischiare niente  – ha dichiarato la Masini Luccetti – Per essere la gara del mattino, può andar bene come tempo. Non vedevo l’ora di entrare in vasca per prendere parte a questi mondiali e oggi pomeriggio darò il mio meglio.»

La formazione B degli Stati Uniti segue tra le prime tre con 7’52”61 davanti all’Australia con 7’52”66. Spicca la frazione della svedese Sarah Sjostrom che nuota in 1’55”69 chiudendo la staffetta della Svezia che si piazza quarta in 7’53”57.

La mattinata di batterie di qualifiche si è aperta con i 100 stile libero femminili che hanno visto la svedese Sarah Sjostrom staccare il miglior crono di accesso alle semifinali con 53”22 seguita dalle due sorelle australiane Cate Campbell con 53”22 e Bronte Campbell con 53”50. Passano agevolmente il turno anche le olandesi Ranomi Kromowidjojo con 53”85 e Femke Heemskerk con 53”89 e la statunitense Missy Franklin che in questi mondiali non si è ancora espressa al meglio, con un accettabile 54”22. Fuori invece l’Azzurra Erika Ferraioli che chiude 22esima con 55”12. Non si presentano in camera di chiamata Federica Pellegrini, così come Katinka Hosszu.

Nei 200 dorso maschili è l’australiano Mitchell Larkin a dettare i tempi delle qualificazioni in semifinale segnando 1’55”88 davanti al nipponico Irie Ryosuke con 1’56”68 e lo statunitense Ryan Murphy con 1’56”71. In semifinale ci arriva anche l’Azzurro Luca Mencarini che nuota in 1’58”31 centrando il 15esimo crono. Fuori invece l’altro italiano Christopher Ciccarese che chiude 18esimo in 1’58”79. Due buoni crono per i due ragazzi italiani considerando che si tratta di batterie di qualificazione.

I 200 rana femminili vedono la nipponica Watanabe Kanako davanti a tutte in 2’23”29 seguita dalla statunitense Micah Lawrence con 2’23”32 e l’islandese Hrafnhildur Luthersdottir con 2’23”54. In semifinale anche la danese primatista mondiale Rikke Moller Pedersen, sesta in 2’23”90, mentre invece fa un po’ di clamore l’esclusione della russa Yuliya Efimova, campionessa mondiale nei 100 rana qui a Kazan, 17esima con 2’26”11. Fuori anche l’Azzurra Ilaria Scarcella, 20esima con 2’26”40.

Nei 200 rana maschili è il tedesco campione europeo in carica Marco Koch che si attesta in semifinale con il miglior crono segnando 2’09”12 seguito dal britannico Andrew Stephen Willis con 2’09”35 ed il cinese Mao Feilian con 2’09”56. Gestisce e risparmia energie ma passa in semifinale anche il magiaro Daniel Gyurta che chiude quinto in 2’09”81. Riesce a staccare il penultimo tempo utile per arrivare in semifinale anche l’Azzurro Luca Pizzini con 2’11”00 seguito dal lituano Giedrius Titenis con 2’11”11.

«Sono andati tutti forte in queste batterie ma fortunatamente sono riuscito a qualificarmi – ha dichiarato Pizzini a fine gara – Forse strappavo un po’ come sempre nella nuotata ma se riesco a gestirmi meglio nel pomeriggio, sono fiducioso di far bene.»

Appuntamento per le finali e semifinali di oggi pomeriggio a partire dalle 16.30 ora italiana, sempre in diretta su Rai Sport.

Clicca qui per i risultati Mondiali Nuoto Kazan 2015

Clicca qui per tutti gli orari e le dirette TV del programma gare Mondiali Nuoto Kazan 2015

Clicca qui per la diretta Rai Sport dei Mondiali di Kazan 2015

Swim4Life All Rights Reserved

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights