Niccolò Beni incoronato con la Medaglia di Bronzo al Valore Atletico!

Il riconoscimento ricevuto ieri presso la Regione Toscana.

Scegliere di essere un nuotatore è una decisione coraggiosa perché il nuoto, uno sport bellissimo e ricco di valori importanti, è anche una disciplina difficile da gestire e rappresenta una realtà non facile con la quale convivere.
Niccolò Beni decise di diventare un nuotatore nonostante le difficoltà incontrare nel percorso fatto nel mondo nuoto, perché l’amore alla fine trionfa sempre.

«Con gli allenatori ho avuto un rapporto burrascoso agli inizi e ricordo che una volta un allenatore consigliò a mio padre di farmi dare al calcio perché per il nuoto non ero portato – ricorda Niccolò beni in un’intervista realizzata con Swim4Life nel 2013 – Mio padre mi disse di non ascoltare mai nessuno che cerca di scoraggiarti nel realizzare qualcosa, perché nulla è mai scritto prima e nessuno può dire dove puoi arrivare.»

E infatti nessuno poteva dire dove sarebbe potuto arrivare Niccolò Beni nella sua carriera di nuotatore, forse nemmeno il padre che con tanto entusiasmo ha trasmesso ottimismo al figlio che intraprendeva un percorso impegnativo. Di strada ne ha fatta però, diventando uno dei migliori delfinisti italiani di sempre nei 200 farfalla nei quali ha vinto nove titoli italiani ed il primo italiano a rompere il muro dell’1’57 in vasca lunga fermando il crono a 1’56″99 in occasione del  Trofeo Internazionale Settecolli 2008, risultato che gli consentì poi di staccare il biglietto per le Olimpiadi di Pechino.

Ma nonostante si trovasse nella “golden age” della sua carriera natatoria, con un Record Italiano sulle spalle nei 200 farfalla in vasca corta che ancora oggi regge imbattuto (1’53”72) e diverse presenze in nazionale con la quale ha iniziato a nuotare dal 2005, proprio in quel 2008 Niccolò Beni decise di avviare quella che oggi è la realtà più affermata in Italia per quanto riguarda il settore della piccola, media e grande distribuzione di articoli per il nuoto, “Nuoto Extremo by Nicco” che da anni ha messo bandierine anche in diversi altri Paesi del mondo.

niccolò-beni«L’attività commerciale l’avviai consapevole che mi avrebbe cambiato la vita – afferma Niccolò beni sempre nell’intervista realizzata con Swim4Life nel 2013 – Se sono riuscito a farlo è stato soprattutto grazie ai miei genitori e mio padre che mi hanno fatto riflettere ed aiutato a pensare concretamente al mio futuro.»

Ritirato ufficialmente dalle competizioni nel 2014, Niccolò Beni che milita oggi nell’Esercito Italiano ha ricevuto nella giornata di ieri da Eugenio Giani – Presidente del Consiglio Regionale della Toscana – la Medaglia di Bronzo al Valore Atletico che rappresenta un riconoscimento memorabile per un atleta di cui ancora oggi si parla.

«È stato bello ricevere questa medaglia al valore atletico perché corona un po’ tutti i successi raggiunti durante i miei anni di nuoto – ha affermato Niccolò Beni – Aver ricevuto questo riconoscimento è una bella soddisfazione che potrò esporre anche sulla divisa!»

Swim4Life – All rights reserved

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights