Un Record Italiano della Icos in staffetta al Trofeo Paolo Pinto.

Vittoria alla squadra di casa, ma un plauso al Modugno che partecipa in massa nonostante i problemi dovuti alla mancanza di piscina per allenarsi.

Positiva la settima edizione del Trofeo Paolo Pinto organizzato dal CUS Bari con la collaborazione dell’Associazione Albatros, che da anni promuove l’attività subacquea tra le persone non vedenti, nella piscina in olimpionica del Centro Universitario di Bari, manifestazione disegnata in ogni suo aspetto per ricordare nel migliore dei modi Paolo Pinto, uno degli atleti pugliesi che ha contribuito alla storia del nuoto italiano di gran fondo compiendo diverse importanti traversate, tra le quali quella della Manica nel 1979 e nel 1982 e la Castro – Fanos dall’Italia alla Grecia nella quale venne utilizzata per la prima volta in Europa la gabbia antisqualo.

La due giorni di gare che ha visto in vasca 538 atleti in rappresentanza di 51 compagini (583 iscritti), ha offerto anche un Record Italiano, siglato dalla formazione della Icos Sporting Club nella staffetta 4×100 misti maschile categoria M120-159 allestita Giovanni Carlo Perulli, Andrea Perulli, Stefano Folle e Mauro Manno che hanno fermato il crono a 4’14″15 e 948,02 punti cancellando la Derthona Nuoto con 4’16”81 della scorsa stagione.

pia-longobardiA salire per primi sui blocchi di partenza sono stati gli atleti dei 200 misti dominati da Mariapia Longobardi (nella foto a destra), M25 del CUS Bari che ha segnato subito quella che poi sarebbe stata la migliore prestazione assoluta femminile del meeting chiudendo in 2’33”17 e 930,93 punti. Buone anche le prove rosa di Paola Patera, M30 della Adriatika Nuoto con 2’43”75 e 879,39 punti e Raffaella Perrotta, M45 della Aquatika con 3’00”00 e 847,00 punti. In campo maschile si è distinto invece Luca Piccinno, M25 della Fimco Sport con 2’20”59 e 908,46 punti, con Oronzo La Gioia, M25 della Gestione Polivalente Modugno con 2’29”48 e 854,43 punti e Davide Cavallo, M35 della Muovi Lecce con 2’37”97 e 840,10 punti tra i migliori in gara.

Nei successivi 100 dorso è salito in cattedra Giovanni Carlo Perulli, M35 della Icos Sporting Club che ha nuotato in 1’02”32 e 961,17 punti siglando la miglior prestazione assoluta maschile della manifestazione. La miglior donna in gara è stata Gabriella Donnaloia, M30 della Icos Sporting Club con 1’28”40 e 736,88 punti.

Nei 50 farfalla ancora Paola Patera, stavolta la miglior donna con 34”08 e 827,46 punti, mentre tra gli uomini si è distinto più di tutti Alfonso Casaletto, M35 della AICS Nuoto-Potenza con 27”74 e 907,71 punti.

Arrivati ai 100 rana è stato Vincenzo Giove, M35 della Sottosopra-Brindisi a rubare la scena a tutti segnando 1’10”05 e 931,62 punti, seguito da Francesco Minosi, M30 della Adriatika Nuoto con 1’16”96 e 838,36 punti e Andrea Perulli, M30 della Icos Sporting Club con 1’18”25 e 824,54 punti. Anastasia Frate, M40 della Payton Bari la miglior donna con 1’34”05 e 797,24 punti.

La prima giornata si è conclusa con i 1500 stile libero dominati da Mariapia Longobardi con 19’10”31 e 911,05 punti e Mauro Manno, M30 della Icos Sporting Club con 17’39”50 e 940,05 punti.

vincenzo-gioveLa seconda giornata di Bari si è aperta con i 100 farfalla nei quali si sono messi in evidenza Raffaella Perrotta con 1’18”79 e 851,12 punti e Stefano Folle, M30 della Icos Sporting Club con 59”87 e 923,67 punti, mentre nei seguenti 50 dorso si sono messi in luce Elisa De Pandis, M30 della Adriatika Nuoto con 36”14 e 833,98 punti tra le donne e Luigi Ludovico Pulimeno, M25 della Fimco Sport con 30”76 e 864,11 punti, preceduto al  crono solo dal propaganda Vito D’Augenti, U25 della Cus Bari con 30”04.

I migliori dei 50 rana sono stati Elena Gerardi, M25 della Icos Sporting Club con 37”04 e 890,39 punti, seguita da Annamaria Carano, M50 della Sottosopra-Brindisi con 42”77 e 855,51 punti e Vincenzo Giove (nella foto a destra) con 32”35 e 905,41 punti, seguito al crono da Francesco Minosi con 33”25 e 876,09 punti e sovrastato al tabellare da Vincenzo Foglia, M65 del Flaminio Sporting Club con 38”45 e 924,32 punti.

Nei 100 stile libero che hanno completato la sessione del mattino, Maria Pia Argentieri, M35 della New Olimpic con 1’10”72 e 837,10 punti e Salvatore De Gregorio, M30 della Special Team con 55”73 e 922,30 punti si sono guadagnati la palma di califfi della velocità segnando il miglior crono e tabellare.

Il pomeriggio si è avviato con i 200 stile libero dominati al femminile da Alessandra Mercaldi, M30 della Icos Sporting Club con 2’31”88 e 838,10 punti ed al maschile da Oronzo La Gioia con 2’06”96 e 890,75 punti, mentre nella stessa distanza sulla rana, il miglior crono rosa è stato segnato da Alessandra Ferrara con 3’37”15 e 758,78 punti, battuta al tabellare da Angela Loiudice, M45 della Cus Bari con 3’41”90 e 769,67 punti, mentre in campo maschile lo stesso risultato è stato raggiunto rispettivamente da Tommaso Dilonardo, M45 della Aquatika con 2’57”63 e 854,25 punti e Vincenzo Foglia con 3’16”14 e 930,56 punti.

salvatore-de-gregorioNei 50 stile libero è emersa ancora Elena Gerardi in campo femminile segnando 29”81 e 890,64 punti, così come tra i maschi è stato ancora Salvatore De Gregorio (nella foto a destra) a dominare la scena con 25”96 e 888,67 punti, seguito da Domenico Lobascio, M25 della Adriatika Nuoto con 26”58 e 872,08 punti e Stefano Folle con 26”72 e 863,40 punti.

Il particolare e prezioso trofeo messo in palio per la squadra vincitrice, il trofeo vinto proprio da Paolo Pinto in occasione della traversata delle Bocche di Bonifacio da Capo Pertusato a Porto Cervo in 23h di nuoto nell’agosto 1981, è andato alla squadra di casa del CUS Bari che ha totalizzato 20.5454,08 punti, seguita sul podio da Adriatika Nuoto con 19.9757,22 punti e Gestione Polivalente Modugno con 14.5370 punti. Un plauso particolare va al team di Modugno che nonostante negli ultimi due mesi abbia avuto seri problemi di spazi per allenarsi a causa dei danni riportati dal tetto della piscina Comunale in provincia di Bari attualmente in disuso, ha preso parte alla manifestazione con oltre 40 atleti.

Premi speciali sono andati alla migliore combinata maschile e femminile dei 100 stile e 1500 stile libero a Mauro Manno della ICOS Sporting Club e Rossella Ferrucci della Planet Andria che hanno ricevuto la Targa ”Combinata Paolo Pinto”. Premiati anche Andrea Gambardella della Blue Team Stabiae Nuoto, classe 1937, e Martina Maria della Sottosopra-Brindisi, classe 1938, come atleti “meno giovani” che hanno partecipato alla manifestazione.

Clicca qui per le foto della manifestazione

Clicca qui per i risultati completi

Swim4Life All Rights Reserved

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Alessandra Ferrara

Laureata in Medicina Veterinaria e Giornalista presso la rivista sportiva “SUPTIME” che tratta di surf.
Shares
Verified by MonsterInsights