A poche ore dalla squalifica per doping, Yulia Efimova pubblicizza un integratore parlando di patriottismo russo e sport pulito!

È una propaganda avviata per far si di essere riammessa o una provocazione nei confronti della FINA?

Yulia Efimova, insieme a Vladimir Morozov e altri cinque atleti, sono stati ufficialmente esclusi dalle Olimpiadi di Rio dalla FINAclicca qui per la notizia – che, in seguito al comunicato del Comitato Internazionale Olimpico relativamente al caso di Doping di Stato e la discussa partecipazione degli atleti russi alle Olimpiadi – leggi qui la notizia – ha provveduto anche ad aggiornare l’elenco iscritti nel quale non compaiono più i nomi di questi atleti.

Pre allarmato della seria possibilità di esclusione della sua atleta, Andrei Mitkov, l’agente di Yulia Efimova, si era già mosso per ricorrere al CAS, ricordando che anche nel 2011 lo stesso CAS ha accolto la domanda del Comitato Olimpico degli Stati Uniti e dell’atleta statunitense LaShawn Merritt al CIO per invalidare l’allora 45-esima regola della Carta Olimpica e che solo un paio di settimane fa, sempre il CAS ha accolto la domanda del coreano Pak Kwan Tae, campione olimpico a Pechino 2008, che sospeso per 18 mesi per una violazione delle regole antidoping, è stato riammesso per prendere parte ai Giochi di Rio.

A differenza del Nuoto, la Federazione dell’Atletica Leggera ha deciso invece di ritirare tutti gli atleti russi, tranne una, dalla competizione olimpica, ma in questo momento molto delicato e difficile per la storia dello sport, la domanda che Mitkov pone è “Perché i russi si e tutti gli altri no?”.
Di casi analoghi alla Efimova ce ne sono altri in effetti, provenienti da altri Paesi, ma FINA e CIO stanno usando il pugno di ferro solo nei confronti della Russia che indubbiamente è l’indiziato numero uno del Rapporto McLaren che ha scatenato la bufera doping.

Evitando giudizi e considerazioni personali che non ci competono, la cosa curiosa è che proprio in queste ore durante le quali sta prendendo atto del fatto che al 99% non prenderà parte agli imminenti Giochi di Rio, la bella bionda ranista russa si concentra a pubblicizzare una bevanda energetica naturale e pulita!

Più che curioso il modo in cui apre il lungo discorso con fine chiaramente pubblicitario, affermando che nonostante gli eventi degli ultimi due giorni, lei continua ad allenarsi e prosegue a Miami insieme al suo allenatore la preparazione finale per i Giochi di Rio, durante la quale sarebbe per lei fondamentale proprio l’utilizzo di questo integratore naturale che migliorerebbe il metabolismo, aumenterebbe il tono muscolare e ringiovanirebbe addirittura, alleviando perfino la stanchezza. Una bevanda miracolosa più che un integratore!

La Efimova tiene a sottolineare che prima di assumere questa sostanza, si sarebbe informata ed avrebbe visionato tutti i tipi di certificati, sistemi tecnologici e risultati di laboratorio in merito al prodotto, in quanto, come lei stessa afferma, essendo un atleta professionista, tiene ad osservare attentamente la sua nutrizione, soprattutto nel periodo di preparazione per i Giochi Olimpici.
Il messaggio scritto sulla sua pagina Social di Facebook, parla anche di patriottismo russo e di sport pulito, cose che la Efimova, scrive ancora, dice essere molto importanti quando sei in competizione con i più forti atleti provenienti da tutto il mondo.

Un lungo messaggio scritto così candidamente a poche ore dalla sua squalifica per doping che fa indubbiamente effetto e che più che un messaggio pubblicitario, sembra quasi essere una vera e propria propaganda avviata per far si di essere riammessa, o addirittura una provocazione alla FINA che dopo averla riammessa al termine della vicenda legata al Meldonium, ha deciso di escluderla nuovamente dopo quanto emerso dal Rapporto McLaren e dopo le raccomandazioni emanate della WADA.

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Swim4Life – All rights reserved

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine