Morlacchi e Bettella portano a dodici le medaglie Azzurre alle Paralimpiadi di Rio!

Dopo l’argento di Federico nei 100 farfalla arriva il bis di Francesco nei 50 dorso.

La notte delle Paralimpiade di Rio, arrivate all’ottavo appuntamento con le finali, ha vissuto ancora una volta attimi di euforia con l’inizio da cardiopalma che ha visto Federico Morlacchi conquistare l’argento nella finale dei 100 farfalla S9 – clicca qui per approfondire la notizia – e che è proseguita alla grande con il bis di argento per Francesco Bettella, atleta allenato da Federica Fornasiero già argento paralimpico nei 100 dorso S1 di Rio, che nella finale dei 50 dorso S1 uomini si impone con una grande partenza e una grande progressione che lo attesta fin da metà gara in seconda piazza, chiudendo con il crono di 1’12”49 alle spalle dell’inarrivabile ucraino Hennadii Boiko con 1’00”85. Bronzo per l’altro ucraino Anton Kol con 1’15”42.

«È stata una bella gara – dichiara Francesco Bettella a fine gara – Questi giorni di allenamento mi sentivo bene, avevo buone sensazioni. Ce l’ho messa tutta anche se gli ultimi metri ho fatto tanta fatica. È un sogno, da tredici anni nuoto e faccio gare e queste due medaglie sono il coronamento del tanto impegno.»

«Due giornate straordinarie che ci hanno portato ampiamente a superare i risultati di Londra 2012 – dichiara Luca Pancalli, Presidente del Comitato Italiano Paralimpico – Questo è il nostro movimento, grandi risultati ma grandi ragazzi.»

Nei 100 rana SB6 uomini domina l’ucraino Ievgenii Bogodaiko  con 1’18”71 che rappresenta il nuovo record paralimpico, seguito dal colombiano Nelson Crispin Corzo con 1’21”47 e dal tedesco Torben Schmidtke con 1’23”47. Al femminile è l’australiana Tiffany Thomas Kane con 1’35”39 a trionfare con il nuovo record paralimpico davanti alla statunitense Sophia Elizabeth Herzog con 1’36”95 e alla britannica Charlotte Henshaw con 1’37”79.

I 400 stile libero S10 al  maschile registrano il nuovo record paralimpico conquistato dall’ucraino Maksym Krypak con 3’57”71 che conquista l’oro precedendo il connazionale Denys Dubrov con 4’00”11 e il Canadese Benoit Huot con 4’04”63. Tra le donne vittoria per la canadese Aurelie Rivard  con 4’29”96 che le vale anche come nuovo record paralimpico davanti all’australiana Monique Murphy con 4’35”09 e alla francese Elodie Lorandi  con 4’35”49.

vincenzo-boni-record-mondiale-100-dorsoNei 200 stile libero S3 uomini non va oltre il quarto l’Azzurro Vincenzo Boni che si rende protagonista di una gara autorevole azzannando con l’importante crono di 3’30”02 il Record Italiano cancellando il suo precedente primato di tre secondi. La vittoria finale va al cinese Huang Wenpan con il nuovo Record Paralímpico di 3’09”04 seguito dall’ucraino Dmytro Vynohradets con 3’09”77 e dal cinese Li Hanhua con 3’23”10.

«Rimane un pizzico di rammarico ma ho dato il massimo – dichiara Vincenzo Boni a fine gara – Se avvessi osato più mentalmente, sarei stato più vicino. Comunque sono contento per il record italiano. Termino quest’avventura paralimpica consapevole delle mie pontezialità.»

giulia-ghiretti-paralimpiadi-rio-2016I 200 misti SM5 donne di disputano con quasi un’ora di ritardo per via di correnti troppo forti che hanno riguardato la vasca dell’Aquatics Stadium. I Giudici si sono visti costretti quindi a sospendere momentaneamente lo svolgimento delle gare in attesa della risoluzione di queste turbolenze che possono creare difficoltà o agevolazioni come se ci fosse vento contrario o a favore. Le velocità degli atleti con classi basse, vengono notevolmente influenzate da queste correnti che possono condizionare le prestazioni finali. Dopo attimi di attesa, la gara vede l’Azzurra Giulia Ghiretti non riuscire a migliorare il crono di accesso in questa finale, con il tempo complessivo di 3’48”68 che la vede al sesto posto finale.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

«È stato davvero un’attesa lunga, con voci che dicevano che la gara non si faceva o si rimandava – dichiara Giulia Ghiretti a fine gara – L’attesa era snervante. Ero partita abbastanza bene ma nel finale ero sfinita, a rana vedevo le avversarie ma poi a stile non avevo il ritmo delle altre.»

La vittoria va alla norvegese Sarah Louise Rung con 3’15”83 seguita dalla spagnola Teresa Perales con 3’36”14 e l’istraeliana Inbal Pezaro con 3’38”20.

I 100 stile libero S11 uomini consegnano il Record Paralimpico stabilito dallo statunitense Bradley Snyder con 56”15 davanti al cinese Yang Bozun con 59”51 e al giapponese Kimura Keiichi con 59”63.

Lascia un po’ di amaro in bocca la finale dei 100 stile libero S11 femminili nella quale non brilla l’Azzurra Cecilia Camellini che non va oltre il quinto posto di 1’10”39 in una gara che l’ha vista fin dall’inizio dietro il gruppo di testa, gap che dopo la virata di metà vasca non le ha permesso di ritrovare contatto e agguantare il podio.

«Non c’è stato alcun problema – dichiara Cecilia Camellini a fine gara – Quinto posto non si butta via. Ho sbattuto solo un po’ contro la corsia, ma non c’è stato nulla che non sia andato. Porto con me tantissime emozioni, in questa mia ultima gara. Sono assolutamente soddisfatta e questa esperienza mi ha fatto ritrovare la gioia di nuotare, indipendentemente dalla gara e dal risultato.»

gloria-boccaneraChiudono i 50 dorso S2 donne con l’Azzurra Gloria Boccanera che chiude in quarto posizione con 1’22”80 dopo una gara di carattere e di personalità che fa ben sperare in prospettiva per le prossime gare. Il gradino più alto del podio è una contesa tra la singaporiana Yip Pin Xiu e la cinese Feng Yazhu che alla fine vede trionfare la prima rispetto la seconda, rispettivamente, con 1’00”33 e 1’02”66. Terza piazza per l’ucraina Iryna Sotska con 1’17”22.

«Potevo fare meglio – dichiara Gloria Boccanera a fine gara – Vista la gara precedente, avevo un po’ di paura. Tutto è possibile, sto vivendo un sogno. È stata una lotta con me stessa, una capacità di rimettermi in gioco.»

L’appuntamento per le batterie di qualifica della settima giornata in diretta su Rai Sport è come sempre dalle 14.30 ora italiana.

La Pagina Facebook ed il sito web ufficiale della Federazione Italiana Nuoto Paralimpico diretti dal Responsabile Ufficio Stampa Giada Lorusso in sito a Rio, pubblicheranno tra l’altro, anche in tempo reale, informazioni, notizie e i dietro le quinte dei Giochi ai quali prenderanno parte 21 atleti.

Clicca qui per approfondire sull’argomento Classi di Disabilità Atleti

Clicca qui per i Risultati Gare in tempo reale del Nuoto dei Giochi Paralimpici di Rio 2016

Clicca qui per il programma gare del Nuoto

Clicca qui per l’Elenco Convocati della squadra Azzurra

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Swim4Life – All rights reserved

Ciro Porzio

Consulente informatico, matematico con la passione per le statistiche e apprendista nuotatore. Ricopre diversi ruoli di responsabilità in Swim4Life Magazine.