Nuotatori e studenti, come giustificare le assenze a scuola

Ecco come giustificare l’assenza dei ragazzi in caso di competizioni o stage di allenamento

All’inizio di quest’anno scolastico abbiamo affrontato in maniera generale il rapporto tra scuola ed attività agonistica, rilevando come il nuoto può essere un valore aggiunto alla preparazione scolastica – leggi qui l’articolo – portando benefici sia sulla concentrazione che sulla focalizzazione degli obiettivi.
Finora le difficoltà di far conciliare gli studi con le lunghe e faticose ore di allenamento che richiede il nuoto, si riversava nelle presenze scolastiche e spesso gli studenti/atleti trovavano difficoltà nel rapportarsi con la classe docente e con i dirigenti scolastici.

Parte di queste difficoltà si sta tentando di superarle tramite il programma messo in atto dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca rivolto ai ragazzi delle scuole secondarie di II grado che praticano attività sportiva di alto livello.
Il programma, pensato e redatto in attuazione di quanto previsto dalla Legge 13/07/2015 n. 107 “Buona Scuola” in materia di diritto allo studio degli studenti/atleti, ha l’obiettivo di realizzare il sogno di una carriera agonistica senza per questo dover rinunciare allo studio.
Il Programma prevede che gli alunni potranno seguire le lezioni tramite una piattaforma web, interagendo con i docenti o con i propri compagni e avranno a disposizione sempre tutti i materiali didattici. Due tutor, uno scolastico e uno sportivo, avranno il compito di affiancare i ragazzi durante l’intero anno, fino alle verifiche valide per l’ammissione alla classe successiva.

studenti-atletiLa nostra volontà – ha spiegato il Ministro Stefania Giannini alla pubblicazione del Programma (Fonte Ministero Istruzione Università e Ricerca) – è di far sì che lo sport diventi una componente fondamentale, strutturale, della nostra formazione e della formazione che la scuola dà ai nostri studenti.”.

Per quanto riguarda l’aspetto delle assenze scolastiche dovute a ragioni sportive (gare, stage di allenamento, manifestazioni di vario tipo), queste possono essere giustificate e, quindi, non conteggiate ai fini del “monte ore obbligatorio” previsto da ciascun piano di studi.

Il DPR n. 122/2009 prevede infatti che per procedere alla valutazione finale di ciascuno studente, è richiesta la frequenza di almeno tre quarti dell’orario annuale personalizzato che ogni istituto offre agli alunni come  ampliamento dell’offerta formativa. Le norme da prendere come riferimento in questo caso, sono quelle contenute nella Circolare Ministeriale n. 20 del 4/3/2011 dove viene previsto che: “Le istituzioni scolastiche possano stabilire, per casi eccezionali, analogamente a quanto previsto per il primo ciclo, motivate e straordinarie deroghe al suddetto limite Tale deroga è prevista per assenze documentate e continuative, a condizione, comunque, che tali assenze non pregiudichino, a giudizio del consiglio di classe, la possibilità di procedere alla valutazione degli alunni interessati”.

nuoto-ragazziSpetta, dunque al collegio dei docenti definire i criteri generali e le fattispecie che legittimano la deroga al limite minimo di presenza. Tale deroga è prevista per casi eccezionali, certi e documentati.
L’aspetto importante si riscontra proprio nella possibilità concessa alle istituzioni di procedere a motivate e straordinarie deroghe al suddetto limite di presenze a seguito di specifica delibera degli organi collegiali, i quali potranno stabilire se considerare giustificate le assenze effettuate dagli studenti che svolgono sport a livello agonistico e quindi escluderle dal computo dei giorni di mancata frequenza sempre che sussistano i presupposti per valutare gli apprendimenti nella totalità delle discipline di studio.

Dal punto di vista pratico la società sportiva per la quale è tesserato l’atleta dovrà redarre su carta intestata un certificato, da consegnare presso la segreteria scolastica con qualche giorno di anticipo rispetto all’assenza prevista (meglio una settimana prima). Tale certificato dovrà riportare il nome esatto dell’Associazione Sportiva, la Federazione cui è affiliata, nome e cognome dell’atleta interessato, denominazione scuola e classe frequentata, nonché specificare dettagliatamente la manifestazione o l’evento cui l’atleta dovrà prendere parte.

Per comodità, alleghiamo un fac simile. Il consiglio però è quello di utilizzare questo sistema solo in caso di competizioni o stage di allenamento di un certo rilievo e laddove ve ne sia l’effettiva necessità.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Clicca qui per il Modulo Giustificazione Assenze Atleti/Studenti

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Swim4Life – All rights reserved

Giusy Cisale