Monica Corò segna un altro doppio Record Mondiale ai Regionali Master Veneto!

Record nei 100 rana e sul passaggio dei 50 metri fatto nella prima parte dei Campionati che hanno regalato anche due Record Europei e tre Italiani

La perfezione non esiste, ma FIN Veneto ama ogni anno avvicinarsi sempre di più a tale livello offrendo un servizio a 360 gradi per tutto il nuoto in generale, inclusi i Master che non sempre vengono trattai con i guanti come accade in Veneto.

staff-regionali-master-veneto-2017Ben 70 volontari impegnati in quattro giornate di gare, 1.329 atleti iscritti in rappresentanza di 73 compagini, quasi 2.400 gare e ben oltre 440 staffette che rappresentano una ulteriore crescita della partecipazione del 4% (nella scorsa stagione si registrò un incremento del 10%) sono i numeri principali dei Campionati Regionali Master di quest’anno, validi anche come quinta tappa dello speciale circuito regionale Grand Prix Veneto Masters 2016/2017, che tra le cose più interessanti dell’organizzazione vantano anche le funzionalità digitali che permettono la visualizzazione in real time sia dell’avanzamento pre-chiamata atleti, che dell’avanzamento gare.

La grande attenzione rivolta all’evento consumato per la sua prima parte nella piscina olimpica del Villaggio Ge-Tur di Lignano Sabbiadoro ha prodotto due Record Mondiali, due Europei e tre Italiani che hanno dato ulteriore risalto alla due giorni di gare gestita in maniera impeccabile anche grazie alla preziosa collaborazione del GUG Friuli Venezia Giulia (nella foto a destra insieme a Tiziana Raiteri del Comitato Organizzatore Regionale).

GUG-friuli-venezia-giuliaDopo aver compiuto l’impresa del doppio Record Mondiale in vasca corta – clicca qui per leggere la notizia dettagliata – Monica Corò (nella foto di copertina con Giovanni Zodo dello staff organizzatore) si è ripetuta anche in vasca lunga infrangendo il limite Mondiale della categoria M55 nei 50 e 100 rana in un’unica gara! Grazie all’installazione della doppia piastra cronometrica su entrambi i lati della vasca, la punta della Stilelibero ha infatti registrato il passaggio ai 50 metri in 36”98 cancellando il Record Mondiale dell’australiana Jenny Whiteley che lo deteneva con 37”04 del 2013, prima di chiudere i 100 metri con il crono di 1’19”90 e 1077.60 punti abbattendo il Primato Mondiale ed Europeo della danese Pia Thulstrup con 1’20”82 fatto agli Europei di Londra dello scorso anno! Un’altra impresa titanica della Corò che con questi riscontri migliora anche il Record Europeo dei 50 rana detenuto sempre dalla Thulstrup con 37”42 ed il Record Italiano nei 100 rana di Liana Corniani con 1’28”53 del 2014.

Doppio Record, stavolta in due gare separate, anche per Luca Vigneri che ha siglato l’Europeo con 2’17”87 (1’07”85 il passaggio ai 100 metri) e 1021.76 punti nuotati nei 200 dorso cancellando Alessio Germani ed il suo 2’24”92 fatto agli Europei di Londra dello scorso anno ma fermandosi a 30 centesimi dal Record Mondiale e 1’04”38 (31”65 il passaggio ai 50 metri) e 987.42 punti nei 100 dorso, abbattendo il precedente 1’04”70 di Gianni Bertoli, fatto anche questo agli Europei ma di Cadiz 2009.

martina-benettonAd aggiungere enfasi a questa prima parte dei Campionati Regionali Master veneto 2017 ci hanno pensato Martina Benetton (nella foto a destra), M30 della Natatorium Treviso che ha migliorato il suo Record Italiano dei 1500 stile libero chiudendo in 18’33”3 e 958.15 punti (precedente di 18’37”60 del 13 febbraio 2016) e Monica Vaccari, M55 del Padovanuoto, anche lei autrice di due Record in due gare, l’Italiano dei 50 farfalla registrato con 32”83 e 982.03 punti, a 67 centesimi dal Record Europeo, e l’Italiano dei 50 stile libero chiusi in 30”31 e 979.21 punti, cancellando in entrambi i precedenti di Alessandra Cornelli, rispettivamente detenuti dal 2011 con 34”36 e 31”52.

Ritmata nel risultati e nella gestione, la due giorni della prima parte di Campionati ha visto alcune gare manifestarsi in maniera particolarmente interessante, come i 200 stile libero nei quali si sono espressi molto bene Andrea Marcato, M40 del Centro Nuoto Stra con 17’34”0 e 959.88 punti, atleta che si era fatto notare ad alti livelli anche nei 400 stile libero chiusi in 4’28”09 e 948.26 punti e la stessa Martina Benetton con 2’16”11 e 934.32 punti. Da segnalare anche Alfonso Angelo Luca, M25 della CSS con 2’00”75 e 936.56 punti e Alessio Morellato, M35 del Centro Sportivo HOF con 2’05”27 e 923.92 punti, questi ultimi due tra i migliori anche nei 1500 stile libero, rispettivamente con 17’34”3 e 939.58 punti e 18’03”3 e 927.12 punti.

Anche i 100 stile libero hanno regalato spettacolo e gare ad alto livello: i tabellari più alti li hanno realizzati Sara Cracco (vincitrice dell’Australiana al Trofeo Aquambiente), M35 della A.R.C.A. con 1’03”37 e 933.25 punti e Alessandro Doria, M25 del Gabbiano con 54”13 e 944.76 punti, seguiti da Mattia Lincetto del Gabbiano 54”48 e 938.69 punti ed Emanuele Masetto, M45 della Riviera Nuoto con 57”99 e 936.71 punti. Bellissimo però il testa a testa consumato nella categoria M25 rosa che ha visto trionfare Valentina Favero della Riviera Nuoto con 1’03”19 e 918.66 punti su Michela Pietribiasi della Schio Nuoto con 1’03”47 e 914.61 punti, epilogo che si è ripetuto anche nei 50 stile, rispettivamente con 29”15 e 904.97 e 29”25 e 901.88 punti.

Accesi i 50 rana che hanno visto tra i migliori interpreti Mirko Gemo, M30 della Riviera Nuoto con 29”92 e 965.91 punti, a 81 centesimi dal Record Italiano, seguito dal 33”40 e 935.63 punti di Giovanni Pivato, M50 del Centro Nuoto STRA, dal 31”49 e 930.14 punti di Marco Volpe, M35 del U.O.E.I. Candido Cabbia, dal 34”37 e 941.23 punti di Andrea Florit, M55 del Padovanuoto e dal 31”12 e 928.66 di Rudy Lazzaro, M30 della Riviera Nuoto che si è distinto anche nei 50 farfalla siglando il personale tabellare con 26”05 e 953.55 punti.

Florit si è invece fatto notare anche nei 100 rana segnando 1’16”11 e 959.66 punti, così come Piergiorgio De Felice, M45 della Acquaviva 2001 è emerso tra i migliori sia nei 50 dorso che nei 50 stile, rispettivamente con 30”56 e 932.26 punti e 25.44 e 962.26 punti.

In attesa della conclusione dei Campionati Regionali Master veneto che avverrà domenica prossima a Vicenza dove si disputeranno i 100 misti e le staffette valide per i Campionati Italiani, tra i migliori riscontri di questa prima parte dell’evento segnaliamo anche Alessandro Famà, M40 del U.O.E.I. Candido Cabbia con 2’21”42 e 946.19 punti nei 200 dorso, Simone Drusian, M30 della A.R.C.A. con 1’02”84 e 920.11 punti nei 100 dorso e Giacomo Chiavalin, M25 della Rari Nantes Venezia con 2’18”69 e 920.25 punti nei 200 misti.

Clicca qui per i risultati parziali

Clicca qui per le foto

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Swim4Life – All rights reserved

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights