Si è spenta una luminosa luce nel Nuoto Master che perde il grande Nicola Nannavecchia

L’atleta pluriprimatista e campione italiano si è spento stanotte a 94 anni, ha nuotato fino alla fine

Si è spento stanotte il grande Nicola Nannavecchia, senatore e simbolo fortissimo del movimento Master Campano di cui è stato l’atleta di spicco dell’ultimo quadriennio anche a livello internazionale.
Il nuotatore Master classe 1922 aveva compiuto 94 anni lo scorso 8 settembre, rappresentava l’essenza ed il vero significato del Nuoto Master: competere sempre con se stessi per migliorarsi, fare nuoto per stare bene e far parte del movimento Master per divertirsi e socializzare.

L’atleta della Partenope Nuoto ha disputato la sua ultima gara lo scorso 20 novembre in occasione del Trofeo Blue Team di Caserta, dove aiutato da un suo ex compagno di squadra, salì sul blocco di partenza per tuffarsi nei 50 rana e nei 100 stile libero in cui nuotò quelli che sarebbero potuti essere i nuovi Record Italiani della categoria Master95 e che però come da Regolamento non potettero essere omologati a causa del passaggio alla categoria. Nicola doveva rifare quei risultati da gennaio in poi per poter registrare record da M95, ma non ne ha avuto l’opportunità. Con la prestazione nei 50 rana in particolare, registrò comunque con 1042,41 punti uno dei punteggi tabellari più alti di sempre nei Master, sicuramente il migliore a livello nazionale degli ultimi cinque anni.

nicola-nannavecchiaI 50 rana è stata inoltre la specialità che gli ha permesso di arrivare a vincere la medaglia d’argento nella categoria M90 ai Mondiali Master di Riccione 2012, detenendo in questa per alcuni anni anche il Record Italiano. Nannavecchia è attualmente primatista italiano M90 in vasca corta nei 100 stile con 2’22″62 nuotato nel 2013 e nei 50 dorso sia in vasca in corta che in vasca olimpionica, rispettivamente 1’10”37 e 1’06”90 entrambi registrati nel 2012. Vedovo da 16 anni, si era tuffato nel nuoto nel 1987 subito dopo il suo pensionamento per impiegare il suo tempo libero e da allora non ha mai più smesso fino agli ultimi giorni della sua vita.

“Quando torno a casa dopo una gara, nella quale magari ho fatto anche un bel risultato, mi sento molto appagato e soddisfatto – affermava Nicola in una vecchia intervista realizzata per Swim4Life Magazine nel 2012 – Nuotare è importantissimo, suggerisco ai meno giovani di praticare questo sport perché è una cosa che aiuta a mantenere il tono muscolare e poi, quando ti tuffi e fai quei 50 metri, vedi solo le piastrelle che corrono sotto di te e non pensi più a niente. Per quei pochi minuti ti estranei dal mondo esterno e questa è una cosa che fa molto bene alla mente. Ecco perché suggerisco a persone meno giovani di fare questo o anche un altro sport, anziché stare in “panchina” ed aspettare che inizi la depressione. Il nuoto mi ha aiutato moltissimo a superare momenti di crisi, se non esistesse bisognerebbe inventarlo. Spero di poter continuare ancora e fare amicizie in piscina e vivere questa passione per molto altro ancora”

Nannavecchia_Maraffi_Martini_Zilberstein_Mondiali_Master_Riccione_2012Insieme ai compagni di squadra della Partenope Nuoto Leone Zilberstein classe 1930, Luigi Maraffi classe 1927 e Francesco Martini classe 1943, ha realizzato risultati straordinari anche in staffetta, come il Record Italiano nella 4×50 stile libero categoria Master 320 anni fatto al Trofeo Nuotatori Campani di Portici nel gennaio del 2012 ad esempio, segnando 3’15’’37 con il quale polverizzarono il precedente primato di 3’44”87 della D.L.F. Livorno fatto cinque anni prima.
Al mitico quartetto della Partenope del quale è scomparso poco più di un nano fa anche Francesco Martini, è mancata soltanto la medaglia ai Mondiali Master, traguardo che sfiorarono nel 2012 nella 4×50 stile che si piazzò quarta.

“L’esperienza dei Mondiali Master mi ha emozionato non poco – raccontò a questa Testata Giornalistica Nannavecchia – È stata un’esperienza straordinaria che vorrei cercare di ripetere con l’aiuto del principale ovviamente (riferendosi al Creatore, n.d.r.). Per la medaglia mancata ho detto ai miei compagni di non preoccuparsi, perché ci alleneremo e tra due anni andremo tutti in Canada a riprovarci”

nicola-nannavecchia-mondiali-master-2012Purtroppo quella medaglia non è mai arrivata, ma Nicola Nannavecchia è riuscito a raggiungere un traguardo molto più prestigioso nella sua vita, vissuta negli ultimi trent’anni in maniera felice e spensierata e circondandosi di nuove amicizie grazie al nuoto.

I funerali si svolgeranno domani mattina (28 febbraio) alle 10.30 presso la Chiesa Buon Pastore di Caserta.

Adesso vola alto Nicola e continua a divertirti anche nell’altra vita!

La Redazione tutta di Swim4Life Magazine porge le sue sentite condoglianze a tutta la famiglia Nannavecchia ed alla Società Partenope Nuoto.

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Swim4Life – All rights reserved

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights