Trofeo Latina Aquateam da fuochi d’artificio, tanto spettacolo e quattro record!

A Pomezia vince la Roma Nuoto Master al termine di una domenica di gare perfetta

Bello, entusiasmante, spettacolare, vissuto e gestito con grande passione interpretando al meglio lo scopo dell’essere Master di Nuoto, questo è stato in sintesi il Trofeo Latina Aquateam disputato ieri al cospetto di 673 atleti dei 775 iscritti a rappresentare 67 Società Sportive, un record per la manifestazione organizzata dal Latina Aquateam per la sua sesta edizione.
Ad ospitare nel migliore dei modi il meeting di nuoto è stato l’impianto sportivo Roman Sport City di Pomezia, un bellissimo centro fornito di una vasca da 33 metri a dieci corsie limitata per l’occasione a 25 metri, con il retro vasca messo a disposizione per il riscaldamento e defaticamento atleti durante le gare. Alla splendida location si è unita l’ottima gestione del team guidato da Luca Stipcevich che a dispetto di un coinvolgente e impegnativo Campionato Regionale terminato per il Lazio solo tre settimane fa, ha prodotto una partecipazione che rispecchia in pieno ciò che questo evento si è guadagnato negli anni precedenti.

“La manifestazione è andata alla grande! Esco da questo impegno sempre molto provato perché cerco ogni anno di dare disponibilità e assistenza a tutti, dai Giudici Arbitri che sono fondamentali per il meeting, agli atleti – ha dichiarato il responsabile del Meeting Luca Stipcevich – Tutto l’impegno e la fatica spesa vale comunque “il prezzo del biglietto” perché le soddisfazioni e gli attestati di stima dei partecipanti sono state tante”

Fa sempre piacere agli atleti Master partecipare ad una manifestazione ben organizzata in un bell’impianto sportivo e se a questo si aggiungono anche i Record infranti nella domenica di gare, allora la ricetta è completa. Ben quattro infatti sono stati i nuovi primati, che sarebbero potuti essere cinque se la formazione della Nuoto Master Empire non avesse subito squalifica nella mistaffetta 4×100 misti di categoria M200 (Tiziana Tedeschini, Maurizio Sonnino, Giuseppe Cina e Roberta Sterpetti) dopo aver chiuso in 4’56”50 contro il 5’09”87, attuale record della Roma Nuoto Master.

Tre nella 4×200 stile libero e uno nella 4X100 misti i Record Italiani ufficialmente realizzati:

record-italiano-4x100-misti-empire-roma-masterla 4×200 stile libero femminile di categoria M120 della Fonte Meravigliosa Sport ha siglato il primato con Antonella Cestarelli, Sara Quadrelli, Enrica Francesconi e Jessika Zocchi che hanno segnato 10’16″32 cancellando il precedente primato detenuto dal Centro Nuoto Bastia con 10’24”36 del 2015; la 4×200 stile libero femminile di categoria M200 della Roma Nuoto Master formata da Daniela Petracchi, Claudia Petracchi, Giada Castellani e Cecilia Schiavoni ha tirato giù il primato della Serapo Sport Gaeta registrato proprio in questa manifestazione nell’edizione del 2015 con 12’54”16 chiudendo in 11’02″11; la 4×200 stile libero maschile categoria M100 della Jolly – Roma allestita con Carletti Andrea, Massimiliano Vecchietti, Fabio Guain e Antonio Filosi ha avuto ragione del Record Italiano vacante registrato con 8’29″52 al termine del confronto diretto con la Primavera Campus che ha chiuso in 9’19″32 fatto da Marco Belnero, Nikolas Brina, Daniele Mione e Andrea Tofani; infine la 4X100 misti categoria M240 della Nuoto Master Empire ha segnato il nuovo limite nazionale con 5’12”54 firmato da Giuseppe Avellone, Paolo Vinci, Francesco Pettini e Vincenzo Martucci (nella foto a destra).

Le migliori prestazioni assolute del Meeting sono arrivate entrambe nei 400 stile libero, sotto le bracciate di Susanna Sordelli, M60 del Forum Sport Center con 5’17”71 e 1005,45 punti e di Marco Tenderini, M50 della Sergio De Gregorio Roma con 4’20”11 e 992,93 punti. La Sordelli non è riuscita per 81 centesimi a prendersi il Record Europeo che le spetterebbe di diritto avendo in passato già nuotato un crono migliore del primato attuale ed ha inoltre sfiorato il traguardo continentale anche nei successivi 200 stile libero chiusi in 2’31”47 e 1003,04 punti, a 38 centesimi dal suo Record Italiano e 43 da quello Europeo.

roma-nuoto-masterPer il terzo anno di seguito è stata la Roma Nuoto Master con 46.494,66 punti a trionfare nell’appuntamento di Circuito Supermaster di Pomezia, piazzandosi sul primo gradino del podio completato da Primavera Campus con 37.171,18 punti e Flaminio Sporting Club con 33.631,31 punti.

Tra i migliori riscontri emersi nell’intensa domenica di gare segnaliamo inoltre nei 100 dorso Desiree Cappa, M30 della Eschilo Sporting Village con 1’05”43 e 972,64 punti, Alessandro Bonanni, M55 della Vis Nova Roma con 1’05”85 e 972,51 punti e Monica Soro, M45 della A. B. Team con 1’09”87 e 962,93 punti, atleta che si è ripetuta con un buon riscontro anche nei 50 farfalla con 30”91 e 950,82 punti; ancora segnaliamo Simone Pieragostini, M25 della Swimming Club-Colleferro con 56”72 e 941,64 punti nei 100 farfalla, Barbara Grillo, M45 della Due Ponti con 4’57”12 e 941,13 punti e Maurizio Valiserra, M45 della Nuoto E Canottieri Civitavecchia con 4’28”21 e 930,13 punti nei 400 stile libero, Monica Tripi, M60 della Forum Sport Center con 1’34”58 e 937,20 punti nei 100 rana e Francesco Viola, M35 della Roma Nuoto Master con 2’00”63 e 938,08 punti e Massimo Giardino, M55 della Circolo Canottieri Aniene con 2’14”24 e 931,24 punti nei 200 stile libero.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Clicca qui per i risultati completi

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Swim4Life – All rights reserved

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine
Shares
Verified by MonsterInsights