Leggendario Fabio Scozzoli, record italiano in finale mondiale dei 50 rana!

Seconda giovinezza per il 29enne di Forlì che nuota ancora sotto il primato nazionale

La tanto attesa finale dei 50 rana dei Mondiali FINA di Budapest che ieri pomeriggio ha consegnato alla storia l’impresa da fantastienza di di Adam Peaty che diventa il primo uomo sotto i 26 secondi sulla distanza – clicca qui per leggere la sensazionale notizia –

Già dalle semifinali il nuoto italiano celebrava il definitivo ritorno in auge di Fabio Scozzoli che con orgoglio e decisione, autore di una condotta di gara perfetta, abbassava il record italiano portandolo a 26″96cancellando di un centesimo il vecchio primato che l’emergente Nicolò Martinenghi aveva tolto primo a Fabio in occasione degli assoluti primaverili di quest’anno.

Il Fabio ammirato a Budapest è tornato più forte di prima e più veloce di sei anni fa quando ai mondiali di Shanghai 2011 vinceva la medaglia d’argento con 27”17, più veloce delle batterie di ieri dove fermava il crono a 27″04 e nelle semifinali del pomeriggio stabiliva il nuovo primato italiano che oggi è stato nuovamente scalzato dopo che in finale, con la sua solita partenza bruciante, ha fermato la piastra in 26″91 che è falso quindi il nuovo Record Italiano e il sesto posto al mondo.

“Negli anni sono sempre andato meglio in finale – ha dichiarato Fabio Scozzoli a fine gara – ieri sono andato meglio con meno sbavature ma oggi mi sono galvanizzato e speravo di migliorarmi. Non posso recriminarmi nulla. Sono riuscito a buttato giù 41 centesimi in questa stagione, rispetto al mio migliore (27″33 agli Assoluti Primaverili, ndr). Qui a Budapest è andato tutto benissimo e sono arrivato molto carico. Finalmente ho ritrovato quell’acquaticità che in questi anni non sentivo più. Ora reggo più la frequenza e in velocità riesco a non scordinarmi e a mantenere la nuotata in asse”

adam-peaty-championship-budapest-2017La gara è stata vinta come preannunciato dal britannico Adam Peaty, anche oggi sotto i 26 secondi, con 25″99 che a fine gara è stato omaggiato dalla FINA per il record del mondo stabilito nelle semifinali di ieri. A seguire brasiliano Joao Gomes Junior con 26″52 e dal sudafricano Cameron Van Der Burgh con 26″60.

Clicca qui per i risultati completi

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Swim4Life – All rights reserved

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Ciro Porzio

Consulente informatico, matematico con la passione per le statistiche e apprendista nuotatore. Ricopre diversi ruoli di responsabilità in Swim4Life Magazine.
Shares
Verified by MonsterInsights