Nuoto, gli Assoluti si chiudono col botto!

Fabio Scozzoli Record Italiano 50 rana, Simona Quadarella sesta al mondo stagionale nei 400 stile, Margherita Panziera brilla nei 200 dorso  

Cala il sipario sui Campionati Italiani Assoluti di Riccione che nell’ultima giornata di gare hanno regalato l’emozionante Record Italiano di Fabio Scozzoli nei 50 ranaclicca qui per saperne di piùla favola della giovane 13enne Benedetta Pilato, bronzo nei 50 rana a 13 anniclicca qui per saperne di piùe altri pass individuali per i Campionati Europei che si disputeranno a Glasgow dal 3 al 9 agosto per un totale complessivo di 31 qualificati.

Iniziamo proprio dai 50 rana donne che hanno visto Arianna Castiglioni chiudere davanti a tutte con lo stesso tempo delle qualifiche, 30”67, a tre decimi dal suo Record Italiano nuotato ai Mondiali di Budapest, che vale la quinta prestazione personale di sempre e sesta prestazione mondiale stagionale e terza in Europa per l’atleta del Gr.Nuoto Fiamme Gialle e Team Insubrika.

“Mi dispiace per il crono, forse ho patito un po’ la stanchezza – afferma la Castiglioni – Pensavo di poter ritoccare il record”.

Alle sue spalle Martina Carraro, GS Fiamme Azzurre – Nuoto Cl.Azzurra 91 – Bologna, anche lei a tre decimi dal personale con 30”93 che però le basta per volare a Glasgow, mentre il terzo gradino del podio vede realizzarsi la favola di Benedetta Pilato, Nuotatori Pugliesi, che con 31”82 vince a 13 anni il bronzo assoluto migliorando inoltre il Record Italiano Ragazzi segnato al mattino – clicca qui per saperne di più su Benedetta.

Sigla il personale dei 200 dorso donne Margherita Panziera, GS Fiamme Oro Roma – Circolo Canottieri Aniene, che tocca la piastra cronometrica a 2’08”99 con il quale migliora il 2’09”43 nuotato ai Mondiali di Budapest, registrando il nono crono mondiale stagionale, prima in Europa.

“Il record di Alessia Filippi è lontano, ma non lontanissimo – ha dichiarato la Panziera – Forse ho accusato un po’ le fatiche di questa settimana, ma sono comunque felice di essere scesa sotto il muro del 2’09”

Alle sue spalle Carlotta Toni, Centro Sportivo Esercito/Rari Nantes Florentia, che con 2’11”10 brucia il personale di 2’17”45 nuotato lo scorso gennaio salendo al settimo posto delle perfomer italiane di sempre e la giovanissima Giulia D’Innocenzo, classe 2002 del Centro Sp.vo Carabinieri, migliorando ulteriormente il personale di 2’13”13 segnato in qualifica con 2’12”26, 14esimo all time italiano. Migliora di 53 centesimi il Record Italiano Ragazzi segnato al mattino Erika Gaetani, Nuotatori Pugliesi, che chiude in 2’15”38.

Record anche nei 400 stile libero donne sotto le bracciate di Simona Quadarella che migliora il Record Italiano Cadetti di Linda Caponi con 4’07”73 del 2015 chiudendo in 4’06”78. Per l’atleta del G.S. VV.F. Fiamme Rosse – Circolo Canottieri Aniene si tratta del sesto crono mondiale stagionale e quarto crono all time italiano con il quale migliora il 4’08”16 della scorsa stagione.

“Sento sempre più mia questa distanza – afferma la Quadarella – Sono curiosa di provarla anche agli Europei. Sono abbastanza stanca, ma contenta per queste tre vittorie a Riccione”

Alle sue spalle Stefania Pirozzi, GS Fiamme Oro Roma/Circolo Canottieri Napoli, per la prima volta in carriera sotto i 4’10” con 4’08”93 entrando nella top ten italiana all time e Linda Caponi, Centro Sp.vo Carabinieri – Team Nuoto Toscana Empoli, con 4’09”76.

Avvincenti i 400 misti uomini che vedono trionfare il solito Federico Turrini, Centro Sportivo Esercito – Nuoto Livorno, con 4’16”40, seguito però da Pier Andrea Matteazzi, classe 1997 della De Akker Team, in 4’17”21 con il quale frantuma il suo 4’20”70 della scorsa stagione diventando l’ottavo performer italiano della specialità e Mattia Bondavalli, classe 1996 anche lui della De Akker Team, che chiude con 4’21”13 migliorando il personale di 4’22”72 della scorsa stagione.

Nessuna sorpresa nei 1500 stile libero uomini che restano di Gregorio Paltrinieri, Fiamme Oro Roma e Coopernuoto, con 14’50”35, quarto crono mondiale stagionale e secondo europeo alle spalle del britannico Daniel Jervis con 14’48”67.

“Ho fatto più fatica rispetto agli 800, ma penso che sia normale non essere brillantissimi, soprattutto dopo le fatiche della gara precedente – ha dichiarato Paltrinieri – Comunque 14’50” non è un tempaccio e la nuotata, seppur sia da mettere a posto, è a buon punto. Sono sicuro che a Glasgow sarò al top della forma”.

Alle sue spalle Domenico Acerenza, Circolo Canottieri Napoli, con 15’00”63, seconda prestazione di sempre per lui che gli permette di ottenere il pass per gli Europei, e Mario Sanzullo, Fiamme Oro Napoli e Circolo Canottieri Napoli con 15’18”89 con il quale migliora il personale di ben 14 secondi (15’32”63, ndr).

Chiudono i 50 farfalla donne che vedono Elena Di Liddo, Circolo Canottieri Aniene, davanti a tutte con 26”48 con il quale migliora di due centesimi il personale segnato alle Universiadi di Taipei 2017.

“Finalmente mi sono presentata ai Primaverili in buona condizione – ha dichiarato la Di Liddo – Dopo aver strappato il pass per gli Europei nei 100 farfalla, mi sono sentita più sciolta e questa vittoria mi ripaga di tanti sacrifici”.  

Alle sue spalle sul podio Ilaria Bianchi, GS Fiamme Azzurre/Nuoto Cl.Azzurra 91 – Bologna, con 26”66 e Elena Gemo, Centro Sp.vo Carabinieri – Circolo Canottieri Aniene, con 26”90.

Si chiude con la 4×100 stile libero maschile che vide trionfare l’Esercito con Lorenzo Zazzeri 49”76, Piero Codia 49”74, Ivano Vendrame 48”96 e Giovanni Izzo 49”61 che segnano 3’18”07.

Clicca qui per i risultati completi

Clicca qui per le foto

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Swim4Life – All rights reserved

Swim4Life Magazine contribuisce dal 2011 a:

  • divulgare l’informazione sul nuoto della categorie Assoluti, giovanili, Paralimpici e Master
  • divulgare informazioni di interesse generale in merito ad alimentazione, salute, tecniche di nuotata e allenamenti
  • divulgare informazioni di interesse generale a riguardo dell’ambientamento bambini all’attività natatoria

Inoltre segue da vicino gli eventi più importanti di nuoto regalando migliaia di immagini realizzate da bordo vasca, offre notizie di anteprima e interviste ai protagonisti del nuoto di tutte le categorie, oltre ad allietare i lettori con svariati argomenti di Lifestyle.

Se il lavoro svolto fino ad oggi ti piace e ti farebbe piacere trovare sempre disponibile e aggiornato Swim4Life Magazine anche in futuro, abbiamo bisogno del tuo contributo.

Aiutaci a sostenere le spese necessarie a mantenere vivo questa Testata Giornalistica Registrata donando a tuo piacere per la nostra attività, te ne saremo immensamente grati!



Lorenzo Giovannini

Lorenzo Giovannini
Dipendente di un’azienda farmaceutica di Prato. Ha un passato da agonista e dal 2010 partecipa al Settore Master. Reporter sul piano vasca.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*