Open Water, Guido Cocci doma il Fiume Po nella Maratona da 52 chilometri!

L’evento per sensibilizzare l’opinione pubblica sul rispetto della natura e riavvicinare le persone al Fiume vinto dal bolognese dopo aver nuotato altri 12 km in mare

Una traversata da 52 km che divide le rive di Cremona da quelle di Casalmaggiore lungo il fiume Po ha visto 36 atleti impegnati nell’edizione Zero della Maratona di Nuoto in Po, la più lunga d’Europa in Acque Libere, organizzata dalla AssoPo per il Nuoto in Po, in collaborazione con Assocanottieri e con tutte le Canottieri Rivierasche.

Attraverso questo evento, AssoPo ed i suoi partners hanno voluto sensibilizzare l’opinione pubblica su diversi aspetti che riguardano il buon vivere: i valori del sacrificio quotidiano profuso per raggiungere il proprio obbiettivo, la pianificazione, la determinazione, ma anche la sfida con l’ambiente, il rispetto per la natura e i suoi scenari, come il Grande Fiume Po ad esempio, e la sfida con sé stessi prima e con gli avversari poi.

Tra gli obiettivi dell’evento, vi era anche quello di riavvicinare le persone al Fiume, bellezza naturale e patrimonio della storia locale, che purtroppo nel recente passato è stato vittima di inquinamento, ma che oggi viene assistito da diversi depuratori imponenti, centrali e dighe di filtraggio, tra i quali uno dei più grandi di trova poco prima di Piacenza.

A tagliare il traguardo per primo è stato l’atleta Master Cocci Guido (foto di copertina di Renato Consilvio) che ha compiuto l’impresa in poco più di quattro ore di nuotata lungo il fiume.

«Il contesto è stata una sorpresa: 52 km immersi nel verde senza nessuna costruzione umana – ha dichiarato Guido Cocci a Swim4Life Magazine – Sembrava stessi nuotando nel mezzo del Rio delle Amazzoni. L’acqua era pulitissima e non puzzava, torbida ma per il movimento dell’argilla sul fondale causato dal maltempo dei giorni precedenti. Ci sono dei laghi o acquitrini che sono fetidi e lo senti quando tu togli la muta o il costume dopo averli messi nel sacchetto per risciacquarli una volta a casa, mentre stavolta è stato ben diverso. Non è un caso se quel tratto verrà proclamato patrimonio fluviale dell’UNESCO, unico tratto in Europa»

Al termine di una competizione molto impegnativa e che richiedeva una preparazione atletica ma anche esperienza non indifferente, l’atleta bolognese ha conquistato con questa vittoria il Trofeo Avis Comunale di Cremona.

«I Fuori il sole picchiava duro, ma in acqua ho avuto un contrasto per la temperatura del fiume che si aggirava intorno ai 18 gradi centrigradi e avendo la muta smanicata, mi sono destabilizzato un po’ – spiega Cocci – Ho quindi deciso di partire in progressione, cercando di staccarmi dal gruppo perché volevo vedere bene dove stavo andando. Infatti, nelle gare nei fiumi, campo gara ben diverso dal mare, lago o canale, non è la distanza la difficoltà principale, ma la corrente, perché non è lineare ed è necessario interpretare il suo percorso, soprattutto nelle curve. Considera che in un tratto mi sono distratto e mi sono ritrovato in un’ansa che mi ha fatto perdere almeno sette minuti prima di riuscire ad uscirne andando controcorrente. Luca Monolo, che mi ha assistito in maniera impeccabile nei rifornimenti, ha fatto la differenza»

Quarto Master45 nella 3 km in Acque Libere, argento nei 400 misti e bronzo nei 200 misti ai Mondiali Master di Budapest, nonostante 52 km non siano una passeggiata, Guido Cocci ha disputato nel weekend anche la Cavi Sestri Levante, gara di Mezzo Fondo da 3 km vinta che ha aperto il Circuito Acque Libere della stagione FIN e che ha nuotato in versione doppia, ovvero per 6 km, dopo averne nuotato altri 6 per un totale di 61 km in Acque Libere in solo due giorni!

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Swim4Life – All rights reserved

Swim4Life Magazine contribuisce dal 2011 a:

  • divulgare l’informazione sul nuoto della categorie Assoluti, giovanili, Paralimpici e Master
  • divulgare informazioni di interesse generale in merito ad alimentazione, salute, tecniche di nuotata e allenamenti
  • divulgare informazioni di interesse generale a riguardo dell’ambientamento bambini all’attività natatoria

Inoltre segue da vicino gli eventi più importanti di nuoto regalando migliaia di immagini realizzate da bordo vasca, offre notizie di anteprima e interviste ai protagonisti del nuoto di tutte le categorie, oltre ad allietare i lettori con svariati argomenti di Lifestyle.

Se il lavoro svolto fino ad oggi ti piace e ti farebbe piacere trovare sempre disponibile e aggiornato Swim4Life Magazine anche in futuro, abbiamo bisogno del tuo contributo.

Aiutaci a sostenere le spese necessarie a mantenere vivo questa Testata Giornalistica Registrata donando a tuo piacere per la nostra attività, te ne saremo immensamente grati!

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine