Photo: Federação Portuguesa de Natação

Nuoto di Fondo, Mario Sanzullo argento nelle World Series di Setubal!

Nel primo evento in Acque Libere disputato con le mute, il napoletano prosegue la striscia positiva Azzurra dopo le vittorie e le medaglie delle prime due tappe

Dopo l’argento di Simone Ruffini alla tappa di Doha, seguito dalla vittoria dell’Azzurro alle Seychelles che ha visto l’oro anche per Arianna Bridi, accompagnata sul podio dal terzo posto di Martina de Memme, gli Azzurri sono saliti ancora sul podio anche nella terza tappa delle FINA Hosa Marathon Swim World Series 2018 disputata ieri a Setubal in Portogallo, con Mario Sanzullo che ha conquistato l’argento nello specchio d’acqua del Parque Urbano de Albarquel che ha visto per la prima volta nella storia dell’evento gli atleti indossare le mute in conseguenza al regolamento in vigore già dalla scorsa stagione, perché la temperatura dell’acqua era inferiore ai 18 gradi centrigradi.

L’atleta delle Fiamme Oro e Circolo Canottieri Napoli allenato da Luca Piscopo, un argento ed un bronzo mondiale a Budapest 2017 nella 5 km individuale e nella staffetta, ha conquistato il secondo gradino del podio in 1h 56”22’32 al termine di una 10 km combattuta e vinta dall’ungherese Kristof Rasovszky, campione in carica della Coppa LEN e prima medaglia alle World Series, che ha chiuso in 1h 55’57”52 dopo aver staccato il gruppo di testa nell’ultimo giro, in cui il partenopeo è stato autore di uno scatto negli ultimi metri grazie al quale ha beffato il britannico Jack Brunell, terzo in 1h 56’23”21.

“È la mia prima volta sul podio in un evento delle World Series – ha affermato felice Sanzullo – Adesso posso quindi dire di amare Setubal”

Nei primi dieci della gara maschile si sono attestati anche Matteo Furlan della Marina Militare e Team Veneto, quinto in 1h 56’38”01, e Simone Ruffini delle Fiamme Oro e Circolo Canottieri Aniene, campione in carica nelle ultime due edizioni delle World Series, ottavo in 1h 56’42”00. Hanno chiuso invece 13esimo Dario Verani con 1h 56’43”79 e 27esimo Andrea Manzi con 1h 58’15”11.

La gara femminile è stata vinta dalla statunitense Haley Anderson, argento nella 10 km dei Giochi di Londra 2012, con 2h 05’18”89, seguita dalla campionessa olimpica e vincitrice della prima tappa delle World Series, l’olandese Sharon Van Roowendaal con 2h 05’20″26 e dall’australiana Kareena Lee con 2h 05’22”25.

Nelle prime dieci le Azzurre Rachele Bruni dell’Esercito e Unicusano Aurelia Nuoto, argento alle Olimpiadi di Rio 2016, quinta in 2h 05’50”23 e Giulia Gabbrielleschi delle Fiamme Oro e Nuotatori Pistoiesi, nona in 2h 06’21”44, mentre hanno chiuso al 14esimo posto Arianna Bridi, campionessa in carica delle World Series e doppio bronzo iridato a Budapest 2017 nella 10 e nella 25 km, con 2h 07’09”07 e al 19esimo posto Martina Grimaldi, bronzo olimpico a Londra 2012 e campionessa europea nel 2016, con 2h 08’34”28.

Le World Series in Acque Libere FINA vedranno gli Azzurri impegnati tra sei giorni nel Lago di Balaton, in Ungheria, per la quarta delle nove tappe previste dal Circuito Mondiale.

Clicca qui per i risultati completi

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Clicca qui per le classifiche provvisorie

Clicca qui per il calendario FINA World Series 2018

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Swim4Life – All rights reserved

Swim4Life Magazine contribuisce dal 2011 a:

  • divulgare l’informazione sul nuoto della categorie Assoluti, giovanili, Paralimpici e Master
  • divulgare informazioni di interesse generale in merito ad alimentazione, salute, tecniche di nuotata e allenamenti
  • divulgare informazioni di interesse generale a riguardo dell’ambientamento bambini all’attività natatoria

Inoltre segue da vicino gli eventi più importanti di nuoto regalando migliaia di immagini realizzate da bordo vasca, offre notizie di anteprima e interviste ai protagonisti del nuoto di tutte le categorie, oltre ad allietare i lettori con svariati argomenti di Lifestyle.

Se il lavoro svolto fino ad oggi ti piace e ti farebbe piacere trovare sempre disponibile e aggiornato Swim4Life Magazine anche in futuro, abbiamo bisogno del tuo contributo.

Aiutaci a sostenere le spese necessarie a mantenere vivo questa Testata Giornalistica Registrata donando a tuo piacere per la nostra attività, te ne saremo immensamente grati!

occhialini-piscina-speedo-biofuse-2

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine