Nuoto, gli Azzurri d’argento nella 4×100 stile libero!

Luca Dotto, Ivano Vendrame, Lorenzo Zazzeri e Alessandro Miressi conquistano un posto sul podio dei califfi della velocità

Una finale della 4×100 stile libero maschile più difficile di quella vista stasera non poteva presentarsi per l’Italia che ha trovato in vasca una concorrenza spietata per la finale dei califfi della velocità dei Campionati Europei di Glasgow, in cui però gli Azzurri sono riusciti a conquistare una fantastica medaglia d’argento con una prova di forza incredibile.

A guidare la formazione Azzurra è stato Luca Dotto che con una buona prestazione macchiata forse da una chiusura non brillante, chiude la prima frazione in 48”63. Cambio in 0”22 che vede Ivano Vendrame offrire una prestazione da 48”73, seguito da un ottimo Lorenzo Zazzeri che per una porzione di gara riesce a far risalire la formazione italiana in terza piazza, segnando il parziale di 48”55.

L’ultima frazione è apoteosi con una prestazione straordinaria di Alessandro Miressi che con una nuotata imponente confeziona il sorpasso sulle temibili Polonia e Ungheria facendo registrare il parziale lanciato più veloce di tutti, l’unico in assoluto inoltre a nuotare sotto i 47 secondi con 46”99!

L’Italia è seconda confermando il risultato di Londra 2016 con il crono di 3’12”90 alle spalle della scatenata Russia che sembrava cedere addirittura il primo posto al recupero di Miressi con 3’12”23 e davanti alla Polonia che ha chiuso in 3’14”20.

“L’obiettivo era di vincere ed era alla nostra portata – hanno dichiarato Luca Dotto – Gli ultimi venti metri li ho fatti malino ma la squadra è stata fortissima, con un Miressi straordinario che ci ha fatto fare un grande risultato”

Amaro in bocca invece per la 4×100 stile libero femminile che non riesce ad emergere in una finale difficilissima che vede le Azzurre fare il meglio che potevano fare senza però riuscire a contrastare le avversarie.

Si mischia l’ordine di partenza rispetto alla qualifica di stamattina, con Giada Galizi che resta però l’apri pista, lanciando le compagne dopo 54”92, rompendo per la prima volta il muro dei 55 secondi in carriera dopo il personale del 2014. La seguono Erika Ferraioli con 54”96, Laura Letrari con 54”84 e Federica Pellegrini che nuota in 53”59, restando fuori dal podio con 3’38”11 che purtroppo vale il quinto posto.

“Questa è stata una finale molto strana, con nove squadre in vasca e con la nona che è arrivata terza – hanno dichiarato concordi Federica Pellegrini e Laura Letrari – Abbiamo fatto il meglio che potevamo e quindi va bene così, anche se dispiace non trovare il podio”

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Davanti a tutte la straordinaria formazione della Francia che sulle spalle di Charlotte Bonnet che nuota lanciata in 52”20, costruisce insieme anche a Marie Wattel, Margaux Fabre e Beryl Gastaldello una vittoria indiscutibile con il crono di 3’34”65 davanti a Olanda con 3’34”77 e alla ripescata Danimarca con 3’37”03.

Appuntamento alle 10.30 ora italiana per le batterie eliminatorie di domani, trasmesse in Diretta RAI Sport con il commento di Luca Sacchi e Tommaso Mecarozzi, coadiuvati in area mista da Elisabetta Caporale.

Clicca qui per i risultati completi

Clicca qui per il Programma Gare completo

Clicca qui per l’Elenco Iscritti

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Swim4Life – All rights reserved

Swim4Life Magazine contribuisce dal 2011 a:

  • divulgare l’informazione sul nuoto della categorie Assoluti, giovanili, Paralimpici e Master
  • divulgare informazioni di interesse generale in merito ad alimentazione, salute, tecniche di nuotata e allenamenti
  • divulgare informazioni di interesse generale a riguardo dell’ambientamento bambini all’attività natatoria

Inoltre segue da vicino gli eventi più importanti di nuoto regalando migliaia di immagini realizzate da bordo vasca, offre notizie di anteprima e interviste ai protagonisti del nuoto di tutte le categorie, oltre ad allietare i lettori con svariati argomenti di Lifestyle.

Se il lavoro svolto fino ad oggi ti piace e ti farebbe piacere trovare sempre disponibile e aggiornato Swim4Life Magazine anche in futuro, abbiamo bisogno del tuo contributo.

Aiutaci a sostenere le spese necessarie a mantenere vivo questa Testata Giornalistica Registrata donando a tuo piacere per la nostra attività, te ne saremo immensamente grati!

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine