Nuoto Paralimpico, gli Europei di Dublino contano già venti medaglie Azzurre!

Argento per Fantin e il bronzo di Boggioni e della Staffetta 4×50 mista mista, arricchiscono la seconda serata incandescente di finali europee

Successi su successi con un ritmo forsennato di medaglie, quelli che stanno registrando gli Azzurri ai Campionati Europei di Nuoto paralimpico che dopo solo due serate di finali contano già 20 medaglie: 8 ori, 6 argenti e 6 bronzi. L’oro con primato europeo di Simone Barlaam nei 100 stile – clicca qui per saperne di più – l’oro di Ajrola Trimi nei 50 stile – clicca qui per saperne di piùl’oro di Vincenzo Boni nei 50 stile – clicca qui per saperne di piùla doppietta di Stefano Raimondi e Riccardo Menciotti nei 100 dorso e l’argento di Gioele Ciampricotti nei 400 stile – clicca qui per saperne di più

Altra medaglia di un pomeriggio fantastico per la nazionale Azzurra, arriva nel finale dalla Staffetta 4×50 mista mista dove gli Azzurri conquistano l’argento con la formazione composta da Ajrola Trimi, Monica Boggioni, Gioele Ciampricotti e Efrem Morelli chiudendo in 2’48″35 davanti all’Ucraina in 2’39″29. Chiude il podio la Spagna con 2’52″59.

I 50 dorso S5 maschi vedono un grande Antonio Fantin che realizza una vera e popria risalita che lo porta ad aggancianciare nel finale il secondo posto alle spalle dell’ucraino Yaroslav Semenenko con 34″95. Argento quindi per l’Azzurro con 36″17 che stabilisce il nuovo Record Italiano cancellando il 42″03 di Andrea Massussi del 2016. Bronzo per il britannico Andrew Mullen con 36″39.

“Contentissimo un tempo che mai mi sarei aspettato – ha dichiarato Antonio Fantin – Mi sentivo bene e ho provato a dare il massimo fino agli ultimi metri. Dedico questa medaglia alle famiglie delle vittime del disastro di Genova. Spero che si rialzino nel più breve possibile”

Ottavo Andrea Massussi con 42″66, contento per aver abbattuto il muro dei 43 secondi, mentre è quinto il genovese Francesco Bocciardo in 39″72 che non manca il pensiero per ciò che ha colpito la sua città nelle ultime ore.

“Devo essere felice per questa gara, nonostate non fosse la mia gara, ho cercato di dare il massimo – ha dichiarato Francesco Bocciardo – Quello che è successo a Genova è davvero molto triste, sono stato molto in ansia per la situazione. Ho scritto a tanti miei amici e parenti per sincerarmi sulle loro condizioni. Sono vicino alle famiglie delle vittime”

Non mancano le sorprese anche nel dorso breve femminile dove Monica Boggioni conquista il bronzo in 46″54 riscrivendo così il Record Italiano cancellando il 51″45 datato 2015 di Giulia Ghiretti, che invece chiude quinta con 48″92. Vittoria per la turca Sumeyye Boyaci con 45″21 davanti alla spagnola Teresa Perales con 45″68.

“Sono contenta e soddisfatta di questa medaglia – ha dichiarato Monica Boggioni – Raccolgo i frutti e la soddisfazione del lavoro fatto finora”

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Ottimo debutto europeo per Misha Palazzo, fratello della due volte campionessa europea qui a Dublino Xenia Francesca, che rompe il ghiaccio con un quinto posto nei 200 stile S14 con il crono di 2’07″06. Vittoria con Record del Mondo per il britannico Thomas Hamer con 1’55″71 davanti al connazionale Jordan Cathpole con 1’59″64. Chiude il podio l’olandese Michiel Jorink con 2’01″16.

I 100 rana SB11 vedono chiudere in quarta piazza l’Azzurro Federico Bassani che resta fuori dal podio per poco medo di 50 centesimi, fermando il crono in 1’25″52. Vittoria per l’ucraino Victor Smyrnov con 1’17″15 seguito dallo spagnolo Israel Oliver con 1’17″26 e dal tedesco Johannes Weinberg con 1’25″06

Fortunatamente sono riuscito ad abbassare un po’ il tempo – dichiara Federico Bassani – Dispiace perdere un podio per 5 decimi. Oggi nasce mio nipote e gli avrei voluto regalare una medaglia. Nonostante tutto ho un’altra gara e punto a fare del mio meglio

Al femminile altro quarto posto per l’Italia con Martina Rabbolini che chiude in 1’33″22. Per l’atleta della Polisportiva Non Vedenti Milano si tratta del nuovo Record Italiano che cancella il crono di 1’36″34 dello scorso anno. Titolo europeo che è conquistato dall’olandese Liesette Brunisma con 1’26″60 davanti all’ucraina Yana Berezhna con 1’27″25. Chiude il podio la svedese Maja Reichard con 1’29″27.

Sono contenta, anche se mi dispiace per il quarto posto – dichiara Martina Rabbolini – È arrivato questo record italiano, ce l’ho messa tutta. Era impossibile il podio ma ci credevo. Ho spinto per dare il massimo

Quinto l’Azzurro Fabrizio Sottile che nei 100 rana SB12 Fabrizio Sottile nuota ad un solo centesimo dal suo record italiano chiudendo in 1’13″61. Dominio ucraino con il podio che vede Oleksii Fedyna vincere in 1’04″16 davanti a Maksym Veraksa con 1’10″73 e Danylo Churarov con 1’11″51.

“Sono contento perchè fare un centesimo dal record è davvero bello – dichiara Fabrizio Sottile – Speravo di fare bene ma non così, viste anche le mie doti di grande ranista (nota sorridente per Fabrizio, ndr)

Appuntamento a domani a partire dalle 11:00 ora italiana per le batterie eliminatorie della seconda giornata, in diretta streaming sul canale web della IPC Swimming.

Clicca qui per i risultati completi

Clicca qui per Programma Gare, Start-List gare, copertura Televisiva e convocati Azzurri FINP

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Swim4Life – All rights reserved

Swim4Life Magazine contribuisce dal 2011 a:

  • divulgare l’informazione sul nuoto della categorie Assoluti, giovanili, Paralimpici e Master
  • divulgare informazioni di interesse generale in merito ad alimentazione, salute, tecniche di nuotata e allenamenti
  • divulgare informazioni di interesse generale a riguardo dell’ambientamento bambini all’attività natatoria

Inoltre segue da vicino gli eventi più importanti di nuoto regalando migliaia di immagini realizzate da bordo vasca, offre notizie di anteprima e interviste ai protagonisti del nuoto di tutte le categorie, oltre ad allietare i lettori con svariati argomenti di Lifestyle.

Se il lavoro svolto fino ad oggi ti piace e ti farebbe piacere trovare sempre disponibile e aggiornato Swim4Life Magazine anche in futuro, abbiamo bisogno del tuo contributo.

Aiutaci a sostenere le spese necessarie a mantenere vivo questa Testata Giornalistica Registrata donando a tuo piacere per la nostra attività, te ne saremo immensamente grati!

Ciro Porzio

Consulente informatico, matematico con la passione per le statistiche e apprendista nuotatore. Ricopre diversi ruoli di responsabilità in Swim4Life Magazine.