Nuoto, l’Italia chiude le Universiadi di Napoli con undici medaglie

L’ultimo metallo vinto è l’argento di Linda Caponi nei 400 stile libero in una piscina Scandone in sold out

Cala il sipario sul teatro della piscina Scandone di Napoli, che in una settimana di Universiadi ha collezionato sette sold out di fila per assistere alle finali! Un successo straordinario, anche sotto l’aspetto organizzativo di questo evento planetario, gestito in maniera unica dagli addetti ai lavori, partendo dai consiglieri Federnuoto Campania e ambasciatori dello sport Lello Avagnano, Ottorino Altieri e Enzo Allocco, fino ai tanti volontari che hanno lavorato per lo spettacolo offerto in una settimana entusiasmante.

L’Italia ha risposto con undici medaglie, un oro, quello vinto da Silvia Scalia nei 50 dorso, cinque argenti e cinque bronzi. L’ultima gioia è arrivata proprio stasera, con l’argento di Linda Caponi nei 400 stile libero.
La 20enne tesserata per Centro Sp.vo Carabinieri e Team Nuoto Toscana Empoli trascina la platea in un tifo assordante, che contribuisce a spingere l’atleta verso il podio, che conquista con il crono di 4’10”53 alle spalle della sola statunitense Kaersten Meitz e davanti all’altra statunitense Schmidt con 4’11”37.

“Sono contenta di questa medaglia ma non sono contenta del tempo che avrei voluto migliorare – ha dichiarato Linda Caponi ai microfoni di Swim4Life Magazine – Sono fatta così, non mi accontento mai e anche se vinco una medaglia d’argento importante come questa, guardo sempre a cosa potevo fare meglio. Ho gestito la finale come è nelle mie corde, ma ho accusato un po’ di fatica nella parte finale della gara. Sono comunque riuscita a difendere questo argento che mi rende felice. Oltre alla gioia delle medaglie, di questa Universiade mi resterà per sempre nel cuore questo grande pubblico e questa meravigliosa piscina”

Per l’atleta allenata da Giovanni Pistelli e Andrea Volpini, nonché seguita dal personal trainer Marco Badini, si tratta della prima medaglia internazionale individuale in carriera, che arriva dopo l’argento vinto nella 4×200 stile di questa Universiade.

Non sono riuscite a rincarare il medagliere Alessia Polieri e Ilaria Cusinato nei 200 farfalla – clicca qui per saperne di più – mentre in chiusura di serata non hanno sorriso le staffette all’Italia, che si è vista squalificare per cambio irregolare alla frazione dorso/rana la 4×100 mista femminile in vasca con Silvia Scalia, 1’01”38, Francesca Fangio, Federica Greco e Paola Biagioli, e che ha visto penultima la 4×100 mista maschile, con in vasca Emanuel Turchi, 55”51, Federico Poggio, 1’00”36, Alberto Razzetti, 51”91 e Ivano Vendrame, 48”93 che chiudono in 3’36”71. L’oro in entrambe le finali va agli USA, con la formazione femminile che vince in 3’59”77 e quella maschile che chiude in 3’33”02.

L’Italia chiude sesta nel medagliere, dietro Stati Uniti, Giappone, Russia, Sud Africa e Gran Bretagna.

Swim4life Magazine ha seguito l’evento da bordo vasca, con aggiornamenti costanti, foto e tanto altro

Clicca qui per i risultati del Nuoto alle Universiadi di Napoli 2019

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Clicca qui per le foto dell’evento

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Swim4Life – All rights reserved

Swim4Life Magazine contribuisce dal 2011 a:

  • divulgare l’informazione sul nuoto della categorie Assoluti, giovanili, Paralimpici e Master
  • divulgare informazioni di interesse generale in merito ad alimentazione, salute, tecniche di nuotata e allenamenti
  • divulgare informazioni di interesse generale a riguardo dell’ambientamento bambini all’attività natatoria

Inoltre segue da vicino gli eventi più importanti di nuoto regalando migliaia di immagini realizzate da bordo vasca, offre notizie di anteprima e interviste ai protagonisti del nuoto di tutte le categorie, oltre ad allietare i lettori con svariati argomenti di Lifestyle.

Se il lavoro svolto fino ad oggi ti piace e ti farebbe piacere trovare sempre disponibile e aggiornato Swim4Life Magazine anche in futuro, abbiamo bisogno del tuo contributo.

Aiutaci a sostenere le spese necessarie a mantenere vivo questa Testata Giornalistica Registrata donando a tuo piacere per la nostra attività, te ne saremo immensamente grati!

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine