Nuoto Acque Libere, Gregorio Paltrinieri e Mario Sanzullo alle Olimpiadi di Tokyo!

Non arriva la medaglia mondiale per i due Azzurri che però strappano la qualificazione per i prossimi Giochi arrivando tra i primi dieci

Terza prova in Acque Libere ai Mondiali di Gwangju, la 10 km maschile vede impegnati nelle acque della baia dell’Ocean Park di Yeosu, come già sottolineato nell’articolo di presentazione dell’evento pubblicato dieci giorni fa – clicca qui per saperne di più – diversi atleti provenienti dalla piscina, tra i quali l’Azzurro Gregorio Paltrinieri.

A segnare subito il ritmo provando a impossessarsi della testa della gara, sono proprio due atleti di vasca, il tedesco Florian Wellbrock e l’Azzurro Paltrinieri, campione olimpico dei 1500 stile, che aprono la lotta al podio fin dai primi metri di gara. Insieme a loro il magiaro Kristof Rasovszky e l’altro tedesco Rob Muffels formano la prima linea iniziale.

Gara di carattere per l’atleta delle Fiamme Oro e Coopernuoto Parma allenato da Stefano Morini al Centro Federale di Ostia, che prova a insidiare pericolosamente il podio per tutta la gara, ritrovandosi perfino al comando dal 12esimo intertempo.

Gara più tattica e di esperienza invece per il napoletano Mario Sanzullo che mette in moto la risalita da metà gara in poi.
L’ultimo giro è una classica azzuffata da open water, con Florian Wellbrock, campione europeo in carica dei 1500 stile, molto bravo a mettersi davanti a tutti e battere nello sprint finale il francese Marc-Antoine Olivier, bronzo olimpico a Rio e bronzo nella 10 km e oro nella 5 km e bronzo nella 5 km a squadre ai Mondiali scorsi, rispettivamente al tocco della piastra cronometrica di arrivo in 1h 47’55″9 e 1h 47’56″1, seguiti dall’altro tedesco Muffels che difende con i denti il terzo gradino del podio che conquista in 1h 47’57”4.

Non c’è podio dunque per gli Azzurri in questa gara, che però strappano una preziosa e significativa qualificazione Olimpica! Gregorio Paltrinieri risale dopo che era scivolato in ottava posizione al 15esimo intertempo, rimonta e chiude sesto insieme al vicecampione in carica statunitense Jordan Wilimovsky con 1h 48’01″0, mentre Mario Sanzullo, vice campione mondiale nella 5km, completa la sua opera risalendo fino alla nona piazza sfruttando la scia dell’olimpionico olandese Ferry Weertman che chiuderà settimo con tre secondi di anticipo sul partenopeo che segna 1h 48’04”7.

“È stata dura, soprattutto nell’ultimo chilometro perché ero un po’ più cotto del normale dopo essere stato in testa per lunghi tratti – ha dichiarato Paltrineri a fine gara – Pensavo di riuscire ad essere più veloce nella fase centrale, ma Wellbrock e Rasovszky non si sono mai staccati da me e mi sono trovato spesso davanti. A quel punto ho preferito non decelerare perché non è nelle mie caratteristiche nuotare sotto ritmo. Nell’ultimo giro l’ho pagato. Comunque il sesto posto al mondiale è un buon risultato, l’importante era la qualificazione alle Olimpiadi e l’anno prossimo me la giocherò.

“Lavoriamo sempre per ottenere il massimo e vuol dire che adesso questo è il massimo – commenta il Tecnico Stefano Morini – Per noi è una distanza ancora inusuale. Anch’io che un po’ d’esperienza ce l’ho non avevo mai visto una partecipazione di queste dimensioni e qualità. Ci sono tanti accorgimenti da prendere. Sicuramente dovremo velocizzare i rifornimenti, riuscire a seguire la rotta ideale ed imparare a interpretare la gara tatticamente. Gregorio è stato bravo a reagire negli ultimi 500 metri dopo che era stato inghiottito dal gruppo nell’ultimo giro. Una lezione che non scorderemo. L’obiettivo principale era comunque la qualificazione olimpica e l’abbiamo raggiunta. La prossima stagione cresceremo insieme”

“Ho cercato di restare sempre nel gruppo che seguiva i primi per risparmiare energie e poi risalire – ha dichiarato Mario Sanzullo – Sono molto felice perché corono il sogno di partecipare alle Olimpiadi. È il giorno più bello della mia vita”

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

“Sanzullo è stato bravo perché partiva da outsider – commenta il Tecnico Emanuele Sacchi – Da Kazan abbiamo cominciato a lavorare gradualmente sui 10 chilometri, costruendo la gara in base alle sue caratteristiche. Non l’ho fatto respirare per un anno e mezzo. Il livello di questa competizione ormai è altissimo. Se non hai un tempo di partenza sui 1500 di prima fascia, devi lavorare su tutto quello che può aiutarti a compensare il gap. Mario è stato perseverante, costante e determinato. Sapevamo che per conquistare il pass olimpico sarebbe dovuto arrivare qui in condizioni perfette. Ci siamo riusciti e ne siamo pienamente soddisfatti”.

“Mi preme sottolineare anzitutto la prestazione di Mario Sanzullo – commenta il CT Massimo Giuliani – A questo livello la prestazione del napoletano è stata superlativa e la qualificazione la meritava soprattutto per il lavoro che ha svolto. Poi c’è un’ottima prestazione fatta di testa e coraggio da parte di Gregorio Paltrinieri. Lui sapeva che doveva sgranare il gruppo perchè un arrivo tutti insieme lo sfavoriva. Ha fatto un’ottima gara partendo già al secondo giro ed imponendo un ritmo alto. Il terzo giro infatti ha dato un’ulteriore accelerata e poi però è stato risucchiato anche lui perchè forse non ne aveva per arrivare fino alla fine. Forse la tattica giusta sarà di fare selezione un giro più tardi. Ha vinto Wellbrock, anche lui protagonista delle vasche, che è stato protagonista di una tattica sempre di testa ma più coperta. Quando sono partiti col francese Olivier all’ultima boa hanno rischiato poi di esser risucchiati dal gruppo, ma la strategia ha pagato”.

In gara anche il campione tunisino Oussama Mellouli, primo nuotatore ad aver vinto medaglie olimpiche sia in vasca (oro a Pechino e bronzo a Londra nei 1500 sl) sia nel fondo (oro a Londra nella 10 km), 37esimo con 2’25” di ritardo dal vincitore.

 

Appuntamento a domani sempre alle 1.00 ora italiana in diretta su Raidue per la 5km femminile con in acqua Rachele Bruni, già bronzo nella 10km di due giorni fa, e Giulia Gabbrielleschi all’esordio mondiale in Corea, che proverà a migliorare il sesto posto colto nel Lago di Balaton due anni fa.

Clicca qui per i risultati completi

Programma Gare Azzurri
Sabato 13 luglio: 5 Km Maschile alle 8:00 con Domenico Acerenza e Marcello Guidi
Domenica 14 luglio: 10 Km Femminile alle 8:00 con Rachele Bruni e Arianna Bridi
Martedì 16 luglio: 10 Km Maschile alle 8:00 con Gregorio Paltrinieri e Mario Sanzullo
Mercoledì 17 luglio: 5 Km Femminile alle 8:00 con Rachele Bruni e Giulia Gabbrielleschi
Giovedì 18 luglio: 5 Km a squadre alle 8:00 con la formazione Azzurra composta da Domenico Acerenza, Gregorio Paltrinieri, Rachele Bruni e Giulia Gabbrielleschi
Venerdì 19 luglio: 25 Km Maschile alle 8:00 con Simone Ruffini e Alessio Occhipinti e 25 Km Femminile alle 8:05 con Arianna Bridi e Barbara Pozzobon

Tutte le gare avranno copertura RAI e verranno trasmesse in diretta televisiva alle 1:00 ora italiana.

Elenco Iscritti Maschi Mondiali Gwangju 2019

Elenco Iscritti Femmine Mondiali Gwangju 2019

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Swim4Life – All rights reserved

Swim4Life Magazine contribuisce dal 2011 a:

  • divulgare l’informazione sul nuoto della categorie Assoluti, giovanili, Paralimpici e Master
  • divulgare informazioni di interesse generale in merito ad alimentazione, salute, tecniche di nuotata e allenamenti
  • divulgare informazioni di interesse generale a riguardo dell’ambientamento bambini all’attività natatoria

Inoltre segue da vicino gli eventi più importanti di nuoto regalando migliaia di immagini realizzate da bordo vasca, offre notizie di anteprima e interviste ai protagonisti del nuoto di tutte le categorie, oltre ad allietare i lettori con svariati argomenti di Lifestyle.

Se il lavoro svolto fino ad oggi ti piace e ti farebbe piacere trovare sempre disponibile e aggiornato Swim4Life Magazine anche in futuro, abbiamo bisogno del tuo contributo.

Aiutaci a sostenere le spese necessarie a mantenere vivo questa Testata Giornalistica Registrata donando a tuo piacere per la nostra attività, te ne saremo immensamente grati!

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine