Nuoto, Martina Carraro vola in finale dei 100 rana con il quarto tempo e il Record Italiano!

Colpaccio della 26enne allenata da Cesare Casella che riesce a migliorare il suo primato datato 2016

Dopo la straordinaria vittoria di Adam Peaty nei 100 rana e il quarto posto nella finale dei 100 farfalla di Elena Di Liddo che ha sfiorato l’impresa – clicca qui per saperne di più – la seconda serata dei Campionati Mondiali di Nuoto FINA in corso di svolgimento al Nambu International Aquatics Center di Gwangju prosegue con le semifinali dei 100 dorso maschili che purtroppo non premiano gli Azzurri Thomas Ceccon, ripescato dopo l’errore arbitrale causato da problemi dati dai device di partenza, 17esimo con 54”20 e Simone Sabbioni, 12esimo con 53”71, a 11 centesimi dal personale,mentre il miglior crono lo segna ancora il cinese Xu Jiayu che nuota il nuovo Record dei Campionati in 52”17 cancellando lo storico dello statunitense Aaron Perisol del 2009 per due centesimi.

Le semifinali dei 100 rana femminili variano quello che si era visto nelle batterie, stavolta con la russa Yulia Efimova a segnare il miglior crono in 1’05”56 davanti alla statunitense Lilly King con 1’05”66. La finale vedrà sicuramente loro due combattere per il titolo mondiale, vinto nel 2017 dall’americana, con la Efimova che chiuse terza. In finale ci arriva anche l’Azzurra Martina Carraro che si conferma in grande spolvero, così come già visto al mattino, abbassando il suo Record Italiano del 2016 con il crono di 1’06”39 che vale il quarto tempo di accesso alla finale.

“Sono contentissima, migliorarsi è sempre importante – ha dichiarato la 26enne allenata da Cesare Casella – Mi sono qualificata alla prima finale mondiale in vasca lunga della carriera col record italiano con un percorso perfetto. Sono passata più lentamente rispetto alle batterie ed è lì che devo trovare i centesimi che potrebbero servirmi per battere la mia avversaria, probabilmente la giapponese Aoki. I primi due posti sono inarrivabili. Mi sto allenando bene perché ho cambiato il modo di lavorare e quindi sono soddisfatta di raccogliere i frutti. In finale me la giocherò”.

Per sapere se oltre all’atleta delle Fiamme Azzurre e Azzurra 91 Bologna la finale vedrà anche l’altra Azzurra Arianna Castiglioni, bisogna attendere lo spareggio con la belga Fanny Lecluyse che nuota in ex aequo con l’atleta delle Fiamme Gialle in 1’06″97. Vittima illustre di queste semifinali, la giamaicana Alia Atkinson, una delle favorite, che segna 1’07”11 chiudendo 11esima.

La finale dei 50 farfalla maschile va allo statunitense Caeleb Dressel che con un pesante crono si investe del suo ottavo titolo mondiale quando sta disputando appena il suo secondo campionato iridato. La stella americana nuota in 22″35 migliorando di 22 centesimi il Record dei Campionati e Americano che lui stesso aveva nuotato nelle semifinali, chiudendo davanti alla sorpresa del russo Oleg Kostin con 22″70 e al 39enne brasiliano Nicholas Santos con 22″79. Tagliato nettamente fuori dal podio il campione in carica britannico Benjamin Proud, settimo con 23″01, così come non entra in partita l’ucraino campione europeo in carica e bronzo a Budapest 2017 Andrii Govorov che chiude sesto in 22″91.

Gare in corso di svolgimento

Risultati completi

Programma Gare Azzurri e Programma Gare completo con orari

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Start-List Mondiali FINA Gwangju 2019

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Swim4Life – All rights reserved

Swim4Life Magazine contribuisce dal 2011 a:

  • divulgare l’informazione sul nuoto della categorie Assoluti, giovanili, Paralimpici e Master
  • divulgare informazioni di interesse generale in merito ad alimentazione, salute, tecniche di nuotata e allenamenti
  • divulgare informazioni di interesse generale a riguardo dell’ambientamento bambini all’attività natatoria

Inoltre segue da vicino gli eventi più importanti di nuoto regalando migliaia di immagini realizzate da bordo vasca, offre notizie di anteprima e interviste ai protagonisti del nuoto di tutte le categorie, oltre ad allietare i lettori con svariati argomenti di Lifestyle.

Se il lavoro svolto fino ad oggi ti piace e ti farebbe piacere trovare sempre disponibile e aggiornato Swim4Life Magazine anche in futuro, abbiamo bisogno del tuo contributo.

Aiutaci a sostenere le spese necessarie a mantenere vivo questa Testata Giornalistica Registrata donando a tuo piacere per la nostra attività, te ne saremo immensamente grati!

Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine