photo © Deepbluemedia / Giorgio Scala

Nuoto, Europei 2022 assegnati a Roma!

L’Italia ritornerà ad organizzare un Europeo di Nuoto dopo trentanove anni dall’ultima edizione che fu fatta sempre a Roma e per la prima volta ci saranno anche i Tuffi dalle Grandi Altezze

Era nell’aria e l’avevamo lasciato intendere ampiamente nel nostro articolo pubblicato la scorsa settimana: la LEN ha assegnato l’organizzazione della 36esima edizione dei Campionati Europei estivi 2022 alla città di Roma!

Dopo ben trentanove anni dall’ultimo Campionato Continentale ospitato in Italia, nell’occasione sempre nella capitale, e dopo dieci anni dai Mondiali 2009, l’Italia torna palcoscenico del nuoto stellare con l’assegnazione dell’evento che rappresenterà il primo Campionato Europeo post Olimpiadi di Tokyo 2020.

La decisione da parte della LEN è arrivata al termine di un processo lungo e oculato di verifiche e valutazioni, avviato a giugno con la candidatura per ottenere l’assegnazione dei Campionati, confermata a fine luglio con l’approvazione del Consiglio dei Ministri e analizzata nel dettaglio una settimana fa dai commissari LEN, il segretario generale David Sparkes, il vicepresidente Andriy Vlaskov e l’esecutivo Gianni Minervini, che insieme alla Federnuoto rappresentata dal Presidente Paolo Barelli e alla Sindaca Virginia Raggi hanno eseguito una visita finale del Foro Italico e dei luoghi che ospiterebbero l’evento.

Barelli ha sottolineato che Roma e la Regione Lazio sono pronte a mettere in scena un’altra grande edizione della vetrina continentale nell’ambito dei Campionati Europei multi-sport, un progetto gestito da Eurovision (EBU), che si era rivelato un grande successo nel 2018 attirando oltre 200 milioni di spettatori.

“Siamo  soddisfatti e pronti a raccogliere questa nuova sfida – racconta Paolo Barelli, in veste FIN – Ringrazio Governo, Comune, Regione e Sport e Salute, senza cui sarebbe stato impossibile presentare una candidatura sostenibile; la stampa che ci ha affiancato lungo il cammino e le società che sono gli artefici della crescita dei nostri praticanti e dei nostri successi internazionali e, dunque, della nostra credibilità. L’obiettivo è organizzare un evento che resti nella memoria della gente e degli appassionati, arricchisca la città di Roma, il territorio regionale e l’Italia dal punto di vista sportivo e, di riflesso, culturale, economico ed infrastrutturale. Quale presidente della LEN invece, desidero ringraziare le amministrazioni coinvolte per la candidatura espressa che copre tutti i punti richiesti dal bureau e consentirà alla lega europea ed al movimento continentale di disputare il campionato presso una sede storica e prestigiosa dello sport ed estremamente turistica come Roma”

Il sindaco Raggi ha affermato che la città ha accettato l’offerta in quanto prevede di utilizzare le strutture esistenti sia per le competizioni che per i corsi di formazione con l’aggiunta di alcuni impianti temporanei e non richiede alcuna nuova costruzione, per mandare così un messaggio positivo sulla sostenibilità.

“Roma ancora una volta vince: ospiterà gli Europei di nuoto del 2022 – ha affermato la sindaca della capitale – È una gran bella notizia per la città e l’Italia. Roma si conferma protagonista internazionale dello sport. I campionati europei torneranno in Italia dopo l’edizione del 1983. Sarà un evento unico per la città, per gli appassionati di nuoto ma anche un’occasione per rigenerare e valorizzare le strutture sportive già esistenti che resteranno poi a disposizione dei cittadini”

Secondo il primo masterplan presentato, i Campionati Europei 2022 ricorderanno i Campionati del Mondo 2009 in quanto il complesso di fama mondiale del Foro Italico ospiterà il nuoto e le competizioni subacquee e una piscina temporanea verrebbe allestita nell’adiacente centro tennis per ospitare gli eventi di nuoto sincronizzato.

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Il nuoto in acque libere ritornerebbe alle coste di Ostia, dove le Federazioni italiane Nuoto è presente con il Centro Federale che potrà fungere da sede di allenamento per le nazionali partecipanti.

Come novità, Roma ospiterà il primo Campionato Europeo di Tuffi dalle Grandi Altezze: La città ha alcuni punti di riferimento iconici e i progetti che abbiamo visto sono molto interessanti”, ha affermato David Sparkes.

Prevista la partecipazione di 1500 atleti in rappresentanza di 52 nazioni per 74 finali con 222 medaglie in palio. La presenza mediatica è stimata in più di 800 operatori del settore con una cifra accumulata di 100 mila spettatori in tribuna e 200 milioni di telespettatori. Coinvolto tutto il territorio regionale.

Il Parco del Foro Italico ospiterà il district market che si svilupperà tra lo Stadio del Nuoto dove si svolgeranno le gare di nuoto e tuffi e il Centrale del tennis, nel quale sarà allestita la piscina removibile del nuoto sincronizzato.
Il Centro Federale-Polo Natatorio di Ostia sarà il quartier generale per le gare di nuoto in acque libere, mentre i tuffi dalle grandi altezze (per la prima volta inseriti nel programma degli europei) potrebbero tenersi nella zona di Castel Sant’Angelo, al vaglio delle autorità competenti insieme ad altri punti nevralgici, storici e spettacolari della città.
Saranno coinvolti molteplici impianti sul territorio per la fase di preparazione, tra questi il centro federale di Pietralata – già sede di attività federali e di collegiali delle nazionali di nuoto sincronizzato – il Polo Natatorio di Valco San Paolo in via di ripristino e gli impianti dedicati ai tuffi all’Acquacetosa. 

Il progetto europeo non prevede la costruzione di impianti nuovi, ma l’adeguamento degli esistenti per rendere la manifestazione del tutto sostenibile e contempla anche una serie di iniziative ad identità territoriale per valorizzare la città e la regione, accrescerne l’economia, l’offerta culturale e turistica e lo sport dalla base all’alto livello.

La manifestazione potrebbe essere integrata negli European Championships – coordinati dalla European Broadcasting Union, peraltro partner della LEN – come avvenuto nel 2018 quando l’evento multidisciplinare si svolse a Berlino e Glasgow, dove si tennero le gare di nuoto, tuffi, nuoto sincronizzato e nuoto di fondo (Loch Lomond).

PDF Brochure Campionati Europei di Roma 2022

PDF Roma 2022 Masterplan

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Swim4Life – All rights reserved

Swim4Life Magazine contribuisce dal 2011 a:

  • divulgare l’informazione sul nuoto della categorie Assoluti, giovanili, Paralimpici e Master
  • divulgare informazioni di interesse generale in merito ad alimentazione, salute, tecniche di nuotata e allenamenti
  • divulgare informazioni di interesse generale a riguardo dell’ambientamento bambini all’attività natatoria

Inoltre segue da vicino gli eventi più importanti di nuoto regalando migliaia di immagini realizzate da bordo vasca, offre notizie di anteprima e interviste ai protagonisti del nuoto di tutte le categorie, oltre ad allietare i lettori con svariati argomenti di Lifestyle.

Se il lavoro svolto fino ad oggi ti piace e ti farebbe piacere trovare sempre disponibile e aggiornato Swim4Life Magazine anche in futuro, abbiamo bisogno del tuo contributo.

Aiutaci a sostenere le spese necessarie a mantenere vivo questa Testata Giornalistica Registrata donando a tuo piacere per la nostra attività, te ne saremo immensamente grati!



Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine