Nuoto, Federica Pellegrini argento europeo nei 200 stile beffata dalla Anderson negli ultimi dieci metri!

Primo argento per la veneta dopo cinque ori vinti dal 2005 a oggi, ma la strada per Tokyo non è compromessa

I suoi ennesimi 200 stile dopo 14 anni di altissimo livello in ogni competizione, la sua ennesima sfida, Federica Pellegrini la vive ancora da atleta più quotata nonostante le 31 primavere e questo la dice già lunga.

Quello che le si pone davanti si chiama quinto anno olimpico in carriera e l’obiettivo è ambiziosissimo, per cui il mancato oro di questa sera nella finale rocambolesca del Tollcross International Swimming Centre di Glasgow per gli Europei di Nuoto in vasca corta può essere analizzato con leggerezza.

La veneta della Canottieri Aniene allenata da Matteo Giunta al Centro Federale di Verona c’è e anche questo è un dato di fatto importante, ma stasera non è riuscita a mettere la zampata vincente nella sua gara che nuota come lei sa fare, con l’accelerata e l’attacco che anziché arrivare come al solito negli ultimi 50 metri, si materializza fin dalla seconda metà di gara.

La colpa è anche un po’ della tedesca Annika Bruhn che dalla corsia numero 1 tenta di far saltare i tatticismi scappando via alle avversarie e guidando la finale per 150 metri, prima di crollare in quarta posizione chiudendo in 1’53”48.

Fatto sta che l’Azzurra alza il ritmo dopo 100 metri di gara che nuota in 55”46 con il fiato sul collo dell’olandese Femke Heemskerk e la sicurezza di essere la donna da battere. Oltre mezzo secondo di ritardo sulla tedesca non impensieriscono la Divina, che cambia marcia e risale compiendo il soprasso alla virata dei 175 metri. Sembra fatta, come in tante altre occasioni, con la Heemskerk tenuta a bada e l’oro alla portata, ma dalla corsia 6 arriva lo scatto fulmineo della 18enne britannica Freya Anderson che le mette la mano davanti chiudendo in 1’52”77 con uno spaventoso ultimo 50 metri da 27”31, contro l’1’52”88 della Pellegrini e l’1’53”35 della Heemskerk!

“Non avevo proprio visto la Anderson e onestamente non sono riuscita a vederla arrivare – ha dichiarato Federica Pellegrini – Oggi non sono stata molto bene, ho vomitato prima della gara, non è una scusa, il tempo va bene per ora. Peccato perché se l’avessi avuta vicina potevo controllarla meglio. Oggi non ho fatto un gran 200, così come Femke che ha nuotato tante volte un tempo come quello di oggi. È stata lei a darmi coraggio in camera di chiamata. Sono comunque contenta del risultato, quel decimo non mi cambia la vita”

Si tratta del primo argento per la Pellegrini dopo i cinque ori vinti nei 200 stile agli europei di corta nelle edizioni di Trieste 2005, Fiume 2008, Istanbul 2009, Herning 2013 e Netanya 2015.

Al termine di una gara senza pressioni, chiude ottava Margherita Panziera con il crono di 1’55”49 con il quale migliora ancora il personale che aveva già segnato in semifinale con 1’55”89 (1’56”71 il precedente).

Sportline-costumi-SPEEDO-640x387

Gare in corso di svolgimento

Ti è piaciuto questo articolo? Allora metti un Mi Piace alla nostra Pagina Ufficiale su Facebook!

Swim4Life – All rights reserved

Swim4Life Magazine contribuisce dal 2011 a:

  • divulgare l’informazione sul nuoto della categorie Assoluti, giovanili, Paralimpici e Master
  • divulgare informazioni di interesse generale in merito ad alimentazione, salute, tecniche di nuotata e allenamenti
  • divulgare informazioni di interesse generale a riguardo dell’ambientamento bambini all’attività natatoria

Inoltre segue da vicino gli eventi più importanti di nuoto regalando migliaia di immagini realizzate da bordo vasca, offre notizie di anteprima e interviste ai protagonisti del nuoto di tutte le categorie, oltre ad allietare i lettori con svariati argomenti di Lifestyle.

Se il lavoro svolto fino ad oggi ti piace e ti farebbe piacere trovare sempre disponibile e aggiornato Swim4Life Magazine anche in futuro, abbiamo bisogno del tuo contributo.

Aiutaci a sostenere le spese necessarie a mantenere vivo questa Testata Giornalistica Registrata donando a tuo piacere per la nostra attività, te ne saremo immensamente grati!



Paco Clienti

Responsabile Redazione Swim4Life Magazine